I colori ed i sapori della Granda si presentano a Roddi in Fiore dal 17 al 18 maggio

Anche il meeting su “Il Crudo di Cuneo, l'unico salume Dop piemontese”

12/05/2014

I colori ed i sapori della Granda si presentano a Roddi in Fiore dal 17 al 18 maggio
Roddi 12 maggio 2014. Alcune delle più rinomate prelibatezze gastronomiche che la Granda ha da offrire saranno al centro di tre incontri di alto profilo in programma a Roddi in Fiore, la manifestazione dedicata ai fiori, alle piante ed alle erbe officinali, che avrà luogo a Roddi (Cn) dal 17 al 18 maggio 2014.

Immersi tra i profumi e i sapori della primavera, coloro che nella due giorni di eventi avranno la fortuna di fare capolino tra i numerosi stand allestiti per l'occasione, sia nei pressi del Castello appartenuto ai Savoia, sia lungo le antiche strade del Comune, potranno ammirare in tutto il suo splendore quella natura rigogliosa che appartiene al paesaggio di Langa.

Il primo dei tre importanti momenti di condivisone che saranno organizzati a Roddi in Fiore, nell'ambito di un programma fitto di eventi che avrà lo scopo di valorizzare il territorio della Granda, ma anche i suoi prodotti di eccellenza, sarà il Convegno internazionale sul Tartufo Bianco d'Alba e sulle piante tartufigene. Si parlerà di come il Tuber Magnatum Pico sia divenuto, nel corso dei decenni, l'autentica rockstar della cucina d'eccellenza della provincia di Cuneo nonché l'ingrediente indispensabile dei più importanti chef stellati a livello internazionale. Il rapporto non sempre idilliaco che si è creato tra tartufo bianco e tartufo nero sarà oggetto di un dibattito destinato a coinvolgere il pubblico in una serie di interessanti riflessioni sulle qualità di entrambi. Infine sarà ricordato quel potere erotico della cucina a base di tartufo noto sin dall'antichità.

Il secondo meeting organizzato a Roddi in Fiore sarà intitolato “Il Crudo di Cuneo, l'unico salume Dop piemontese”. È in programma una tavola rotonda sulle proprietà culinarie di questo importante prodotto suinicolo Dop realizzato in 54 Comuni tra le province di Cuneo, Asti e Torino. La zona di produzione del Dop è, fin dai tempi più antichi, legata alla storia della suinicoltura, della lavorazione e stagionatura del «Crudo di Cuneo» grazie a specifiche caratteristiche pedo-climatiche che la contraddistinguono da altre zone e che conferiscono al prodotto tipiche proprietà qualitative ben riconoscibili dal consumatore finale.

Roddi in Fiore sarà anche l'ambientazione della tavola rotonda sull'enogastronomia d'eccellenza della provincia di Cuneo: “Nocciole, noci e mandorle, armonia e benessere, le potenzialità della frutta a guscio”. La Nocciola Piemonte I.G.P. (la “Tonda Gentile Trilobata”), particolarmente apprezzata dall'industria dolciaria per i suoi parametri qualitativi ed universalmente conosciuta per questo come la migliore al mondo, sarà messa a confronto con la noce e con la mandorla delle quali, proprio in Piemonte, si sta tentando il rilancio produttivo. La frutta a guscio è caratterizzata, in particolare, da un lungo periodo di conservazione e si presta volentieri a divenire ingrediente strategico nella preparazione di fieri esempi di alta pasticceria internazionale.


A Roddi in Fiore avranno luogo anche:
- le esibizioni dei Maestri di Benessere, campioni d'Italia di gettata di vapore in sauna a cura di Saunatur;

- il vernissage della mostra “Il Fiore Azzurro” di Silvana Martignoni;

- il vernissage della mostra di incisioni di Ex Libris “Il Bosco Stregato”, pittura, sculture e ceramiche con soggetti floreali di Salvatore Fonti ed Annamaria Magnone;

- l'incontro tra la Valle Scrivia e la Langa del Tartufo, a cura dell'Associazione “LaMeladiVetro” presente alla manifestazione con gli antichi costumi della Repubblica Marinara di Genova;

- una battaglia medioevale rievocata tra i fiori di Roddi dal gruppo “L'artiglio del drago”;

- il gioco “Fior Wine”, organizzato da Wine More Time, con il quale si potranno scoprire i fiori del vino ed i vini dei fiori con musica;

- un concerto a cura di Italy & Usa – Alba Musical Festival – Brass Flowers, quartetto d'ottoni di Aosta, con musiche di Bernstein, Gershwin, Debussy e Morricone;

- la presentazione delle birre Schonbuch dalla Germania;

- l'Aperitivo in jazz con la band “Stefano Goia Quartet”;

- la presentazione del gioco Dumura che consente di creare fiori e figure fantastiche.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner