I foodies di tutto il mondo incoronano il Parmigiano Reggiano, Pasta e Prosciutto di Parma come simboli del food made in Italy

Fuori dalla top ten il Cappuccino e la Passata di Pomodoro

16/12/2014

I foodies di tutto il mondo incoronano il Parmigiano Reggiano, Pasta e Prosciutto di Parma come simboli del food made in Italy
L’Oscar del gusto made-in-Italy 2014 va al Parmigiano Reggiano. A incoronare il Re dei Formaggi è stata la community internazionale dei 700mila foodies di I Love Italian Food, chiamati a scegliere le icone della cucina tricolore, tra una lista di prodotti tipici e di ricette emblematiche del nostro Paese.

La consultazione - via Web - si è tenuta nel mese di novembre: il Parmigiano Reggiano ha raccolto il 20% delle preferenze complessive. Completano il podio, nell’ordine, la pasta e il Prosciutto di Parma.
Seguono, comunque in ottima posizione, l’olio extravergine di oliva e la pizza.
Scorrendo la classifica non mancano le sorprese. Per fare un esempio, due simboli di italianità come il cappuccino e la passata di pomodoro risultano fuori dalla top 10 dei più votati.

Ecco la top 12

1) Parmigiano Reggiano
2) Pasta
3) Prosciutto di Parma
4) Pizza
5) Olio Extra Vergine d’oliva
6) Tiramisù
7) Gelato
8) Caffè
9) Mozzarella
10) Aceto Balsamico
11) Ravioli
12) Risotto

A promuovere la consultazione è stata I Love Italian Food: una realtà non- profit nata nel 2013 con la mission di difendere e diffondere la cultura del cibo italiano di qualità.
Un obiettivo ambizioso, che ha il sostegno di un network internazionale di oltre 700 mila foodies e di oltre 5.000 professionisti del settore, tra food blogger, chef, ristoratori, buyer e scuole di cucina.

I Love Italian Food si appresta ora a celebrare degnamente le icone della cucina tricolore scelte dai foodies di tutto il mondo.
I 12 tra prodotti e ricette più votati diventeranno infatti i protagonisti del progetto: “2015: a 100per100 Italian Year”. A valorizzarli saranno altrettanti maestri della cucina italiana, tra cui Heinz Beck, Cristina Bowerman, Moreno Cedroni e Antonella Ricci.


A ogni chef I Love Italian Food chiederà di interpretare, in forma di ricetta, un prodotto simbolo: ne nascerà così il I LOVE ITALIAN FOOD www.iloveitalianfood.org visual di una campagna di comunicazione no profit, per la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche italiane nel mondo.
«Questo contest ci ha permesso di capire quali sono i veri ambasciatori del gusto made-in-Italy all’estero. E anche quali sono i tesori della nostra cucina che è necessario promuovere, perché ancora faticano a entrare nel cuore dei foodies stranieri - commenta Alessandro Schiatti, fondatore di I Love Italian Food -. Siamo convinti che il food rappresenti il vero petrolio d’Italia, un motore importante per la nostra economia. Questo ci motiva ogni giorno a diffondere e difendere la cultura e i valori del sistema agroalimentare italiano».

La campagna “2015: a 100per100 Italian Year” accompagnerà inoltre la nascita del progetto di I Love Italian Food, “100per100 Italian”, che intende raccontare agli stranieri i nostri prodotti, le ricette della tradizione e le aziende che oggi si impegnano a produrre cibo di filiera 100% italiana. Il progetto verrà lanciato ufficialmente a gennaio 2015.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner