I grandi Chef a sostegno dell’associazione “Il mondo delle Intolleranze”

19/01/2017

I grandi Chef a sostegno dell’associazione “Il mondo delle Intolleranze”
Giovedì 26 gennaio dalle 20:00 al Castello di Cernusco Lombardone, entra in scena l’Associazione “Il mondo delle Intolleranze” guidata da Tiziana Colombo con una cena di gala a menù “senza” per inaugurare il riconoscimento ottenuto dalla Regione Lombardia come Associazione di Promozione Culturale. Protagonisti gli chef stellati Theo Penati e Tano Simonato con il Maestro Pasticcere Roberto Rinaldini.

 Basiano (MI) 17 gennaio 2017- Il 10 novembre dello scorso anno, l’Associazione “Il mondo delle Intolleranze” ha raggiunto un grande traguardo nel percorso stabilito quattro anni fa quando fu fondata da Tiziana Colombo, Pozzi Luisella e Alessandro Villa. La Regione Lombardia l’ha infatti ritenuta idonea all’iscrizione nel registro delle associazioni che operano nell’ambito di intervento culturale. Sono infatti nel suo statuto la promozione e la diffusione dell’informazione per una corretta e salutare alimentazione con particolare riferimento e incisività per i processi fisiologici legati alle intolleranze alimentari.

Glutine, lattosio e nichel saranno i conosciuti assenti dai piatti dei grandi chef che hanno aderito alla richiesta di affiancamento all’Associazione per promuovere i suoi obiettivi con una serie di Cene di Gala che verrà inaugurata il 26 gennaio in una prestigiosa dimora storica di Brianza, il Castello di Cernusco Lombardone in provincia di Lecco.
Gli chef che si attiveranno per primi nella composizione di un menù “senza” saranno Theo Penati (Ristorante Pierino Penati Viganò LC) e Tano Simonato (Ristorante Tano Passami l’Olio Milano) con il Maestro Pasticcere Roberto Rinaldini di grande riscontro mediatico. Le loro creazioni verranno presentate agli ospiti a dimostrazione di come anche il mondo della ristorazione possa e debba andare incontro a chi si deve confrontare a tavola con problematiche di intolleranze per gli alimenti offrendo tanto, buono e sicuro per stare comunque bene.

Il menù è stato concertato con i tre chef al fine di proporre un programma armonico in cui le creazioni porteranno a tavola le diverse abilità distintive unite nello scopo di utilizzare ingredienti senza glutine, lattosio e, su richiesta degli ospiti intolleranti, a basso contenuto di nichel.

Si inizierà con l’uovo perfetto di Theo Penati con pistilli di zafferano ellenico a cui seguirà il Tiramisù di seppia, mascarpone e patata di Tano Simonato. Arriva Cavolo che risotto! di Theo Penati e si entra nel cuore della cena per dare spazio poi alla Millefoglie di noce fassone con cavolo cappuccio rosso, bottarga e riduzione di aceto balsamico di Tano Simonato. Toccherà quindi a Roberto Rinaldini aprire ai freschi pensieri con Mini-strone di frutta e verdura marinata al frutto della passione e MacaRAL ai frutti esotici, e terminare a tutta dolcezza con GnamBellina alle mandorle e olio extra vergine di oliva al profumo di limone, crema leggera alle mandorle e cioccolato al latte di soia su salsa di piselli e pistacchio. Prosecco, Pecorino, Montepulciano d’Abruzzo e Manzoni Moscato i vini scelti per accompagnare i piatti a menù.

La materia prima richiesta dagli chef per i propri piatti, sarà fornita da aziende molto note nel settore food che si sono prestate come sponsor tecnici in quanto sensibili e fiduciosi nella riuscita di questa iniziativa e nella futura operatività dell’Associazione che intende perseguire i suoi obiettivi di informazione e formazione attraverso seminari di diffusione di cultura alimentare. Saranno queste le occasioni guidate dal comitato scientifico in cui imparare a riconoscere e a convivere a casa propria con le intolleranze applicando stili di vita in cui la conoscenza degli alimenti, le loro proprietà e la loro combinazione nelle ricette per la tavola del quotidiano farà da protagonista.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner