I Musei del Cibo: le eccellenze di Parma per Expo 2015

Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma E Museo del Parmigiano Reggiano

28/05/2015

I Musei del Cibo: le eccellenze di Parma per Expo 2015
Milano Expo 2015. Expo 2015 è un evento atteso da tempo, un momento in cui tutti saranno chiamati a riflettere sul significato profondo dell’impegno a “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Questo spirito porterà a Milano l’intero pianeta; un mondo intero che si confronterà sul ruolo del cibo per l’uomo e per la società. Expo quindi non sarà solo Milano, ma sarà un punto di partenza per guardare a tutto il territorio italiano. Sarà un’occasione unica per presentare i territori a tutto il mondo seguendo il fil rouge tematico dell’esposizione universale 2015.
 
A pochi chilometri da Milano, pronta ad accogliere i visitatori di Expo 2015, c’è Parma, per antonomasia territorio di cultura e di eccellenze enogastronomiche. A raccontarle troviamo il circuito dei Musei del Cibo della provincia di Parma, sei percorsi museali dedicati ai prodotti che hanno contribuito a far crescere e a diventare famosa la Food Valley italiana, raccontandone la storia, le tradizioni, le evoluzioni industriali e il loro contributo alla cultura nazionale. I Musei del Parmigiano Reggiano, della Pasta, del Pomodoro, del Salame, del Prosciutto e la Cantina dei Musei del Cibo nell’anno dell’Expo sono una meta significativa con il loro approccio didattico-esperienziale alla crescita della conoscenza del tema del food, della cultura legata all’agro-alimentare.
Il lavoro e l'amore per la terra, la ricerca tecnico-scientifica, l’imprenditoria illuminata hanno portato Parma a divenire un luogo simbolo dell’industria agro-alimentare. Qui si concentrano importanti industrie della lavorazione della pasta, del latte, del pomodoro, dei salumi e dei formaggi tra i più famosi nel mondo, offerti anche grazie ad un'industria meccanica specializzatasi nelle tecnologie d'avanguardia per la lavorazione degli alimenti. Sono proprio le tecniche e le tecnologie produttive, di trasformazione e di conservazione che vengono illustrate in ogni museo, partendo sempre dalla tradizione e dalla cultura che si nasconde dietro ogni alimento.
In questi mesi interamente dedicati al cibo e alla sua funzione nella vita dell’uomo, i Musei continueranno le loro attività intensificando quelle rivolte alle scuole e alle famiglie per rispondere allo spirito di divulgazione e sensibilizzazione delle giovani generazioni che traccia le linee guida di Expo. Tutti insieme per nutrire il nostro pianeta e dare nuova energia alla vita.
 
Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma
In una terra fertile, delimitata a Nord dal Po e a Sud dall’Appennino, e compresa tra le valli dell’Enza e dello Stirone, fin dai tempi più remoti si sviluppò l’allevamento dei suini, favorito dalle vaste estensioni boscose e dalla presenza delle querce, e con queste, delle ghiande. Branchi di maiali pascolavano in vaste aree boschive e le popolazioni di origine celtica, qui stanziate, misero a punto le "tecnologie" necessarie all’impiego delle loro carni e alla loro conservazione.
Ancora una volta le caratteristiche del territorio giocarono un ruolo fondamentale ed è qui che oggi sorge il Museo del Prosciutto: a Langhirano, che del prosciutto è la capitale riconosciuta, nel complesso integralmente restaurato delle’ex Foro Boario, splendida architettura rurale dei primi del Novecento, storicamente destinata alla contrattazione del bestiame. Langhirano è un’oasi di pace, caratterizzata dalla dolcezza del clima e dell’aria, dai suggestivi vigneti e dallo straordinario Castello di Torrechiara, meraviglioso sul colle, con le mura possenti, il borgo quattrocentesco, l’elegante corte, le affascinanti cucine, le sue camere affrescate.
Organizzato in otto sezioni, il percorso di visita inizia dal territorio, con la descrizione dell’agricoltura parmense, per poi passare alla sezione dedicata alle razze suine e a quella del sale, dove si racconta la storia di questo importantissimo strumento di conservazione degli alimenti, che grazie ai pozzi di Salsomaggiore, favorì nel tempo lo sviluppo dell'arte salumiera. La quarta sala è dedicata alla norcineria e raccoglie, oltre a numerosi documenti storici sull’attività della macellazione dei suini nei secoli, un ampio campionario di antichi oggetti di norcineria. Le restanti sezioni si concentrano sugli altri salumi tipici del territorio parmense, sulla gastronomia, sulle tecniche di lavorazione del prosciutto e sul Consorzio del Prosciutto di Parma, che garantisce la qualità di questo straordinario prodotto noto e apprezzato in tutto il mondo, sul territorio e sulla produzione agroalimentare.
Il Museo del Prosciutto si inserisce nel circuito dei Musei del Cibo della provincia di Parma, dedicati ai prodotti tipici del territorio parmense, che dal 2004 ad oggi hanno accolto più di 100.000 visitatori. Ne fanno parte anche: il Museo del Parmigiano Reggiano, a Soragna, e il Museo del Salame a Felino. Luoghi di fonti e racconti di grande fascino, i Musei del Cibo si offrono come centri dell’accoglienza, dell’esperienza dei sensi e di approfondimento della cultura dei prodotti tipici del territorio, perché non se ne perdano storia e tradizioni.
 
Museo del Prosciutto e dei salumi di Parma
C/o Ex Foro Boario – Via Bocchialini, 7 - Langhirano (PR)
 
Apertura al pubblico:
Dal 1 marzo all'8 dicembre
Sabato, Domenica e festivi: 10.00 - 18.00
Da Lunedì a Venerdì: su prenotazione per gruppi
Da dicembre a febbraio
Aperto solo su prenotazione per gruppi
Prezzo biglietti:
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00 gruppi (minimo 15 persone), adulti oltre i 65 anni,
promozione visitatori Castello di Torrechiara nel fine settimana, convenzioni
Ridotto scuole dell'obbligo € 3,00 scuole e bambini dai 6 ai 12 anni
Gratuito diversamente abili e loro accompagnatori, accompagnatori di gruppi e scolaresche, giornalisti, minori di 6 anni
Assaggio di Prosciutto di Parma
Intero € 3,00
Ridotto € 2,00 (bambini fino a 12 anni)

è inoltre possibile, per i Visitatori, una degustazione di prodotti tipici di Parma da affiancare ad una selezione di Vini dei Colli di Parma presso la Prosciutteria del Museo.

Visite guidate
Per gruppi di massimo 25 persone: € 20,00 oltre al biglietto d'ingresso. Obbligatoria la prenotazione.
Museum Shop
Presso i locali espositivi è collocato il Museum Shop, dove è possibile acquistare, negli orari di apertura del Museo, pubblicazioni, oggetti per la tavola e prodotti tipici del territorio.
Informazioni e Prenotazioni (obbligatorio per gruppi e scuole):
Museo del Prosciutto: Tel. +39-0521.864324  Fax. ++39-0521.821139
e-mail: prenotazioni.prosciutto@museidelcibo.it
WEB: www.museidelcibo.it
 
Museo del Parmigiano Reggiano
"Nel paese di Bengodi, dove chi più dorme più guadagna, si trova una montagna enorme di formaggio grattugiato dal quale ruzzolano grossi ravioli e maccheroni d’ogni forma cotti in brodo di cappone" è con queste parole che a metà del Trecento Giovanni Boccaccio, nel suo Decamerone, cita il Parmigiano per condire i maccheroni e i ravioli.
Il Museo del Parmigiano Reggiano ha sede nello storico Casello ottocentesco che sorge all’ombra della Rocca Meli-Lupi a Soragna, in provincia di Parma, a pochi passi dalla piazza del paese, in un’area ricca di castelli e di ricordi verdiani, oasi naturali e parchi storici di rara bellezza e suggestione, sapori densi e inimitabili lungo la "Strada del Culatello".
Il Parmigiano Reggiano classico è il prestigioso formaggio italiano, noto e apprezzato in tutto il mondo, che vanta origini antiche. La Corte Castellazzi, sede del Museo del Parmigiano, è composta dalla casa colonica con stalla e fienile e dal prezioso caseificio di forma circolare con colonnato, dove si trovano esposti gli strumenti e gli attrezzi impiegati nella lavorazione del Re dei Formaggi.
Oltre 120 oggetti, databili tra il 1800 e la prima metà del Novecento, e un centinaio di immagini, disegni e foto d’epoca illustrano, all’interno di un edificio adibito per secoli alla produzione del formaggio, l’evoluzione delle tecniche di trasformazione del latte, le fasi della stagionatura e della commercializzazione e il ruolo fondamentale del Consorzio del Parmigiano Reggiano a tutela della qualità. Nel locale sotterraneo della salamoia è allestita un’esposizione dedicata alle innumerevoli imitazioni del Parmigiano Reggiano esistenti all’estero. Negli ambienti rustici annessi al corpo principale del museo è esposta, inoltre, una rassegna di attrezzi e oggetti quotidiani della civiltà contadina legati ai temi dell’alimentazione. E infine il Museum Shop dove è possibile degustare l’insuperabile prodotto. Per i gourmet e i cultori della buona tavola infatti il Parmigiano si presta ad essere assaporato in ogni occasione, con ogni pietanza e in abbinamento ai piatti più raffinati offerti dai ristoranti del luogo. Il Museo del Parmigiano Reggiano si inserisce nel circuito dei Musei del Cibo della provincia di Parma, dedicati ai prodotti tipici del territorio parmense, che dal 2004 ad oggi hanno accolto più di 100.000 visitatori. Ne fanno parte anche: il Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma, a Langhirano e il Museo del Salame a Felino. Luoghi di fonti e racconti di grande fascino, i Musei del Cibo si offrono come centri dell’accoglienza, dell’esperienza dei sensi e di approfondimento della cultura dei prodotti tipici del territorio, perché non se ne perdano storia e tradizioni.
 
Museo del Parmigiano-Reggiano:
C/o Corte Castellazzi
Via Volta, 5
Soragna (PR)
Ingresso attraverso il percorso pedonale di Viale dei Mille
 
Apertura al pubblico:
Dal 1 marzo all’8 dicembre
* Sabato, Domenica e festivi: 10.00 - 13.00; 15.00 - 18.00
* Da lunedì a venerdì: su prenotazione per gruppi
 

Da dicembre a febbraio
* Aperto solo su prenotazione per gruppi
 
Visita con degustazione (bevande escluse):
* Intero € 5,00
* Ridotto € 4,00 gruppi (minimo 15 persone), adulti oltre i 65 anni, convenzioni
* Ridotto scuole dell'obbligo € 3,00 scuole e bambini dai 6 ai 12 anni
* Gratuito diversamente abili e loro accompagnatori, accompagnatori di gruppi e scolaresche, giornalisti, minori di 6 anni
 
Visite guidate
Per gruppi di massimo 25 persone: € 20,00 oltre al biglietto d'ingresso. Obbligatoria la prenotazione.
 
Museum Shop
Presso i locali espositivi è collocato il Museum Shop, dove è possibile acquistare, negli orari di apertura del Museo, pubblicazioni, oggetti per la tavola e prodotti tipici del territorio.
 
Informazioni e Prenotazioni (obbligatorio per gruppi e scuole):
Museo del Parmigiano-Reggiano
Tel  +39.0524.596129
E-mail: prenotazioni.parmigiano@museidelcibo.it
WEB: www.museidelcibo.it
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner