I riconoscimenti del Premio “Cinque Stelle al Giornalismo” 2017

27/04/2017

Grande serata di gala al Palace Hotel di Milano Marittima in occasione della dodicesima edizione del premio internazionale ‘Cinque stelle al giornalismo’, il riconoscimento dedicato ai protagonisti dell’informazione. La kermesse, ideata dal grande albergatore Antonio Batani scomparso a fine 2015, negli anni ha richiamato a Milano Marittima i più grandi nomi del giornalismo italiano.

Era il 2005 quando l'imprenditore Tonino Batani, fondatore del Gruppo Batani Select Hotels, avendo appena inaugurato il Palace Hotel di Milano Marittima, primo cinque stelle costruito sul mare della riviera romagnola negli ultimi cinquant’anni, ebbe l'intuizione di organizzare un premio per invitare le più prestigiose “penne” nazionali ed estere a conoscere la realtà turistica della località romagnola che stava cambiando.

Avvalendosi dell’esperienza di Dolp’s Studio di Vanni Dolcini per la realizzazione, istituì il Premio Internazionale “Cinque Stelle al Giornalismo” che doveva avere come location l’hotel di lusso appena inaugurato. Da allora sono passate dodici edizioni ma il Premio continua a calamitare a Milano Marittima i più grandi nomi del giornalismo italiano. Due anni fa purtroppo la Riviera romagnola ha dovuto dare l' addio a Tonino, che si è spento all’età di 79 dopo aver creato la catena alberghiera che vanta 12 alberghi tra cui il Grand Hotel di Rimini, il Grand Hotel da Vinci a Cesenatico e appunto il Palace Hotel di Milano Marittima dove si svolge il Premio Internazionale “Cinque Stelle al Giornalismo”. (Tonino è scomparso a fine 2015: Addio Antonio Batani, il cameriere che si comprò il Grand Hotel di Rimini Aveva 79 anni, è morto nelle stanze dell'albergo-mito che riuscì a conquistare dopo anni di gavetta (Su la Repubblica a cura di Michele Smargiassi)

Ruben Razzante, Sandro Neri, Patricia Engelhorn, Maurizio Molinari, Paola Batani, Antonio Patuelli, Myrta Merlino, Francesco Giorgino, Lina Pupino

L'edizione 21017 del Premio giornalistico

Quest'anno durante la serata di gala svoltasi al Palace Hotel di Milano Marittima sono saliti sul palco per ritirare il premio, una spilla in oro bianco e diamanti, i seguenti giornalisti: Sandro Neri, direttore de Il Giorno, Maurizio Molinari, direttore de La Stampa, Francesco Giorgino, conduttore del Tg1 Rai, Myrta Merlino, conduttrice del programma ‘L’aria che tira’ su La7 e Patricia Engelhorn, giornalista di lingua tedesca.

Il Premio Tonino Batani, in memoria dell’imprenditore scomparso è stato assegnato, da Confcommercio, ad Antonio Patuelli presidente ABI. Il momento glamour della serata, condotta da Massimo Giletti e Vira Carbone, è stato affidato alla Maison Bartorelli che ha organizzato una sfilata di alta gioielleria.

La giuria del Premio, presieduta dal prof. Ruben Razzante, docente di Diritto dell’Informazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha deciso, alla unanimità, di assegnare i riconoscimenti a cinque prestigiose firme della carta stampata e del giornalismo radiotelevisivo che, con il loro lavoro, hanno saputo raccontare e interpretare i momenti principali della vita politica, sociale e culturale del Paese. D’altra parte è su questa base che l’imprenditore Tonino Batani, volle istituire il premio per sottolineare come cultura e turismo costituiscano un binomio inscindibile che, in un rapporto di sinergia con l’ambiente e la disponibilità umana dei romagnoli, è alla base dello sviluppo della Riviera.


Una manifestazione che si è guadagnata, negli anni, un posto di riguardo nel panorama culturale nazionale anche perchè ha ricevuto, fin dalla prima edizione, il patrocinio dell'Ordine Nazionale Giornalisti.


Le premiazioni affidate a Massimo Giletti e a Vira Carbone
La serata di gala, che ha visto la partecipazione di una elegante platea di ospiti, è stata condotta da Massimo Giletti, presentatore storico della manifestazione, coadiuvato da Vira Carbone.


Una targa a Paola Batani
Al termine della serata BPR Banca, che festeggia i 150 anni di vita, ha consegnato una targa a Paola Batani mentre venivano trasmesse immagini che hanno ripercorso la storia della banca.

A conferma dell'importanza della manifestazione, hanno sostenuto il premio la Casa Automobilistica Maserati - Concessionaria BluVanti, ConfCommercio Ravenna e ConfCommercio Emilia Romagna,

Sono stati partner APT (Azienda Promozione Turistica Emilia Romagna), BPER Banca, Bartorelli Gioiellerie, Federeventi, Dolp's Studio, Associazione Italotedesca dei Giornalisti.

Hanno aderito come sponsor dell'iniziativa Orogel, Consorzio Parmigiano Reggiano, Venturi, Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, Franciacorta Monogram, Martini, Azienda Vitivinicola Celli, Morelifeenergy

Media partner QN (Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno), QS, Teleromagna, Brain Giotto.

Il Sito del Premio

Il Gusto a 5 Stelle

La serata golosa del Palace Hotel, sotto la regia del direttore dell'hotel, Alessandro Orzes, è stata anche quella dei peccati di gola.
Gli ospiti si sono trovati davanti un trionfo di sfizionerie create dagli chef del Palace e firmate dal meglio del made in Italy: Parmigiano Reggiano, Orogel, Venturi, Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, Franciacorta Monogram, Martini, Azienda Vitivinicola Celli e tante altre prelibatezze.
Alle ore 19 il gran buffet di apertivi a cui è seguita la cena di gala, ideata e preparata dal bravissimo chef del Palace, Roberto Scarpelli, a base di pesce dove risaltavano un grande primo piatto con “Rollè di crepes al nero di seppia con astice e ricotta affumicata su crema di pisellini”, è seguito il gustoso “Rombo sautò con ristretto di pesce ai pomodorini, Calamaro alla plancia e Noci di cappasanta al guanciale stagionato di Norcia e purè di patata viola” e un dolce veramente straordinario: “Una Mousse “rosso fragola” e macaron all'aceto balsamico”.
 
Il momento glamour del fine serata è stato curato, come da tradizione, dalla Maison Bartorelli che ha organizzato una sfilata di moda, sulle note di brani musicali eseguiti da Vhelade, già protagonista di recenti show televisivi di Piero Chiambretti. In passerella la collezione di alta gioielleria griffata "Bartorelli Rare and Unique" e la collezione della prestigiosa manifattura tedesca A. Lange & Sohne, simbolo dell'alta orologeria a livello mondiale. Hanno sfilato, con classe e professionalità, splendide modelle selezionate dalle migliori agenzie di moda di Milano.

I Vincitori del Premio dal 2006 al 2013

Ecco, qui sotto, i vincitori delle passate edizioni a cominciare dal Premio 2006 (prima edizione):
Vittorio Feltri – Direttore di “Libero”; Enrico Castelli – V.Direttore TG1, Giancarlo Mazzuca – Direttore di “QN”; Giovanni Scipioni – Direttore “Viaggi di Repubblica”; Franco Abruzzo – Pres. Ordine Giornalisti Milano e Ulrich Ritter – Presidente Giornalisti Italo – tedeschi.

Una “sestina” di tutto rispetto, a cui ha fatto seguito l’edizione 2007, che ha visto entrare nell’albo d’oro della manifestazione:
Michele Cucuzza – Conduttore “La vita in diretta” RAI 1; Toni Capuozzo – V. Direttore TG 5, inviato di guerra; Vittorio Roidi – segretario dell’Ordine Nazionale Giornalisti; Paolo Ermini – Coord. Edit. RCS e Helmut Herles – della General Hanzeiger.
Un premio speciale alla carriera è stato assegnato a Enzo Biagi

Nel 2008 hanno ricevuto il Premio “Cinque stelle al giornalismo”
Maurizio Belpietro – Direttore del settimanale “Panorama”; Ellen Daniel – Direttrice Focus Magazine; Tiziana Ferrario – Giornalista del TG 1; Mauro Mazza – Direttore del TG 2; Alberto Mazzuca – Editorialista del Gruppo “QN”
Un riconoscimento è andato anche alla scuola di giornalismo di Torino.

Nel 2009 la Giuria ha ritenuto di premiare
Cristina Parodi – TG5; Emilio Carelli – Direttore TG Sky 24; Andrea Monti – Direttore “Oggi”; Massimo Mignanelli - Inviato TG1; Pierluigi Visci – Direttore “QN” e Stefan Ulrich – Inviato Suddeutsche Zeitung

I Premiati nel 2010 sono stati:
Il vice direttore del “QN” Gabriele Canè; il caporedattore Rai e giornalista sportivo, Marco Franzelli; Il direttore del settimanale “Panorama” Giorgio Mulè; la giornalista di Sky Ilaria D'Amico

I Premiati nel 2011
Beppe Boni vicedirettore de “Il Resto del Carlino”, Riccardo Signoretti direttore “Vero”, “Vera”, “Vera Salute”, “Top”, “Stop”, Lorenzo Del Boca inviato de “La Stampa”, Benedetta Parodi giornalista Mediaset, Susanna Petruni vicedirettore TG1, Roman Arens inviato del Basler Zeitung e del Salzburger Nachrichten

I Premiati nel 2012
Luciano Ferraro, capo redattore del “Corriere della Sera”, Marcello Masi direttore TG2, Monica Mosca direttrice di “Gente, Giovanni Morandi direttore “QN” e “Il Resto del Carlino”, Michael Ramstetter, direttore della rivista ADAC Motorwelt.
Un riconoscimento speciale anche a Massimo Mignanelli, inviato del Tg 1 e grande “amico dell'Emilia Romagna”.

I Premiati nel 2013:
Laura Bozzi, direttrice del settimanale “Vero”; Aldo Cazzullo, inviato del “Corriere della Sera”; Mario Orfeo direttore del TG1, Giuseppe Tassi, vice direttore “QN” e Tobias Piller corrispondente Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Una targa di riconoscimento per il lavoro svolto, sulla carta stampata e in Tv, è andata a Lisa Bellocchi giornalista della sede regionale Rai di Bologna e Presidente di Arga Emilia Romagna Interregionale, che comprende le Arga di Toscana, Marche, Umbria e Repubblica di San Marino.
Targhe e menzioni sono andati inoltre anche a Roberto Arditti, Direttore della comunicazione Expo 2015, a Francesca Fellini, nipote del grande regista riminese, a Giancarlo Mazzuca, direttore de “Il Giorno” e ad Arrigo Sacchi coordinatore tecnico della Nazionali Giovanili di calcio.

L'edizione del 2014 del Premio 5 Stelle al Giornalismo

Quest'anno, la Giuria del premio 5 Stelle al giornalismo ha deciso di premiare il gotha del giornalismo nazionale e internazionale, assegnando i riconoscimenti a Roberto Napoletano, Direttore de “Il Sole 24 Ore”; Marcello Sorgi, Editorialista de “La Stampa”; Sarah Varetto Direttrice SKY TG 24; Andrea Maioli Caporedattore Cultura e Spettacoli de “Il Resto del Carlino” e Adrian Pickshaus Redattore della “Bild Am Sonntag”.

I premiati nel 2015

Enrico Mentana, direttore "TG La 7"; Umberto Brindani, direttore del settimanale "Oggi"; Maria Latella (nella foto), giornalista conduttrice de "L'Intervista" in onda su SKY Tg24; Leonildo Turrini, inviato per lo sport del QN, Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione e Stefanie Bisping, giornalista tedesca Die Presse - Der Tagesspiegel

I Premiati 2016

Andrea Cangini, Antonio Di Bella, Luciano Fontana, Annette Reubesamen. Premio Batani a Giorgio Squinzi. Riconoscimento speciale a Giancarlo Mazzuca
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner