I vini rosati pugliesi sono sbarcati a Verona per il Vinitaly

La "pennellata di rosa" portata nel capoluogo veneto dall'associazione "Puglia in rosè"

13/04/2016

I vini rosati pugliesi sono sbarcati a Verona per il Vinitaly
Vinitaly e Verona si sono colorati di rosa grazie all'associazione "Puglia in rosè" che ha portato nelle principali piazze di Verona (Cortile Mercato vecchio- Piazza dei Signori), il gazebowine dell’associazione.
I rosè pugliesi sono anche nel padiglione 11 della Fiera di Verona, all’interno dell’area istituzionale della Puglia, dove è ancora possibile per tutto il giorno farsi guidare da esperti sommelier in un percorso degustativo alla scoperta delle eccellenze della produzione rosata pugliese.

L’associazione Puglia in Rosé è nata con lo scopo di valorizzare, favorire e divulgare le produzioni di vino rosato della Regione Puglia, l’associazione Puglia in Rosé si impegna, attraverso eventi, convegni, pubblicazioni, degustazioni, viaggi di studio, concorsi enologici nazionali e internazionali, corsi formativi e attività in genere, alla promozione del vino rosato sia sullo scenario nazionale che internazionale.
"Abbiamo constatato ogni giorno - spiega la direttrice dell'associazione Lucia Nettis - quanto le nostre produzioni d'eccellenza siano state capaci di conquistare le tantissime persone che a Vinitaly come in piazza hanno avuto la possibilità di degustarle. Il vino rosato sta vivendo un momento di sviluppo importante e la Puglia è senza dubbio il cuore di questo mondo in crescita ed evoluzione".

Tra i moltissimi conquistati dai rosati di Puglia ci sono senza dubbio i wine lover della Gazza Golosa, l'inserto della Gazzetta dello sport dedicato proprio all'enogastronomia.
La "rosea" ha dedicato una pagina del suo speciale Vinitaly ad una sorta di Giro d'Italia dei vini rosati, la "Maglia rosè dei vini", mettendo in luce come questa tipologia, un tempo poco considerata, sia in grado di offrire delle eccellenze in quasi tutte le regioni del nostro Paese. Ma basta dare un'occhiata alle "tappe" per rendersi conto che ben tre su dieci, tra i quali il primo (Diciotto Fanali di Apollonio), sono pugliesi. Nella giornata di domenica a fare visita allo spazio dedicato a "Puglia in Rosè" è stato il vicedirettore della "rosea", nonché responsabile di Gazza Golosa, Pier Bergonzi, che ha degustato i vini di alcune delle migliori cantine del "tacco d'Italia" e ha sottolineato come queste produzioni stiano raggiungendo livelli sempre più importanti e contribuiscano al rilancio di questa tipologia di vino.

Tag: Vinitaly

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner