Il direttore del Consorzio del Grana Padano replica a Le Monde

Il quotidiano francese aveva elogiato il Parmigiano come "una divinità italiana"

07/03/2014

Il direttore del Consorzio del Grana Padano replica a Le Monde
Desenzano 7 marzo 2014. Il Direttore generale  del Consorzio del Grana Padana, Stefano Berni, ha inviato una lettera al direttore del quotidiano francese Le Monde, che pochi giorni fa in un articolo  ha celebrato il Parmigiano Reggiano come “una divinità italiana”.
 
Berni scrive  di provare grande piacere per questo meritato riconoscimento, ma replica al passaggio dell’articolo dove  il giornalista scrive, “in modo quasi spregiativo”, che il Parmigiano non ha “niente a che vedere con i cugini lombardi o del Trentino chiamati Grana Padana e Trentingrana”.
 
Secondo il direttore Berni questo passaggio non è rispettoso “di altri due grandi formaggi”, anche perché il disciplinare del Trentingrana “, “a parte l’area di produzione” è pressoché “sovrapponibile a quello del Parmigiano Reggiano”.
 
Il direttore del consorzio Berni ricorda inoltre che il Grana Padana è il formaggio Dop più consumato al mondo, a testimonianza che è un prodotto “di pregio assoluto”.
 
QUI l'articolo de Le Monde
L’articolo apparso su INformaCIBO
L’articolo apparso su La Repubblica Affari & Finanza
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner