Il "New York Times" sceglie Milano come città da visitare nell'anno di Expo

Il commento di Alessandra Baldeschi, responsabile comunicazione del Principe di Savoia

11/01/2015

Il "New York Times" sceglie Milano come città da visitare nell'anno di Expo
Milano 11 gennaio 2015. L'Expo è alle porte e il mondo si prepara a scoprire Milano: è il giornale più autorevole d’America a compiere il primo passo:  il New York Times,  ha pubblicato un video di oltre 6 minuti per presentare la vita nel capoluogo lombardo: "36 ore a Milano".
Dal Castello Sforzesco, alla Torre Unicredit, dai Navigli alle vie più importanti.
(Guardare il video qui).

Poi  c’è anche la presentazione di una agile guida turistica (la trovate qui): si parte venerdì alle 16 e in 36 ore si gira all’ombra della Madonnina tra ristoranti, musei e locali rispondendo alle domande: “Dove mangiare a Milano? E cosa vedere in un weekend?”.

«C'è un'energia nuova che attraversa la cosmopolita Milano ed è molto probabile che duri anche dopo l'Expo». Così scrive Ingrid K. Williams, autrice dell'articolo apparso sul  New York Times nella sezione Viaggi. (36 ore a Milano).

L’ autrice dell'articolo scrive ancora: «Se sono passati un po' di anni da quando avete visitato Milano, avrete un shock piacevole. Sì, i preparativi per l'Esposizione Universale, che si terrà qui da maggio a ottobre, hanno trasformato ampie aree della città in siti in costruzione, molti dei quali sono ancora in corso. Ma insieme al progredire di questi progetti urbani, un'onda di naturale rinnovamento si è diffusa in città».
Nel suggerire ai newyorkesi come trascorrere un giorno e mezzo sotto la Madonnina, Williams definisce la città di Milano «il capoluogo lombardo (come) la più internazionale delle città italiane».

Molti siti italiani hanno commentato benevolmente la presa di posizione del NYT e il ministro delle politiche agricole e delegato dal governo per l’Expo 2015, Maurizio Martina, ha inserito l’articolo del giornale newyorchese sul suo Facebook.

Il commento di Alessandra Baldeschi, responsabile comunicazione del Principe di Savoia
“Era ora che la stampa straniera smettesse di ignorare Milano”, così commenta sul Corriere della Sera (11 gennaio 2015 articolo a firma di Elena Tebano) Alessandra Baldeschi, 41 anni, newyorchese di origini italiane e responsabile comunicazione dell'hotel Principe di Savoia, lo storico 5 Stelle lusso di Milano. “Il 70% dei nostri clienti è in città per motivi di lavoro, quelli che vengono per leisure, per piacere, sono una minoranza. Ma Milano ha moltissimo da offrire, va solo scoperta”.
Su ciò che piacerà agli stranieri Baldeschi così lo motiva al Corriere: “Milano è una città più cosmopolita delle altre italiane. Chi arriva dall’estero si aspetta moda e design, ma rimarrà sorpreso dall’arte e dalla cultura”.

Destinations for 2015: Milan, Cuba, Queens and More
What to Do in Milan
 

Corriere della Sera che riporta la notizia

Newsletter

Speciale: IDENTITÀ GOLOSE A EXPO GATE - La cucina internazionale a Milano

...

Speciale: EXPO 2015: MANGIARE ALL'ITALIANA, la kermesse dedicata al made in Italy del gusto presentata da Arte & Gusto a Parma. Grandi protagonisti il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano DOP

...
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner