Il Suino nero di Parma ha ottenuto il riconoscimento di razza

Importante traguardo per l’agricoltura del territorio parmense

26/05/2016

Il Suino nero di Parma ha ottenuto il riconoscimento di razza
Parma 25 maggio 2016. Dopo tanti anni di battaglie finalmente è stato riconosciuto: il Suino nero di Parma ora è ufficialmente una razza riconosciuta dall'ANAS e dal Ministero per le Politiche Agricole (DM 20.5.2016)
Qui il riconoscimento: http://www.anas.it/Normative/Norme001.pdf
 
Come tale, sarà inserita in una apposita sezione del Registro anagrafico.

Il Suino nero di Parma “è una razza locale, dalle carni pregiate che ora potrà essere ulteriormente valorizzata”, afferma Simona Caselli. Assessore regionale all'agricoltura dell'Emilia Romagna, festeggiando “un risultato molto positivo che premia il lavoro di un intero territorio- produttori, Università, Istituzioni locali e la stessa Regione – famoso nel mondo per la qualità della sua agricoltura e delle sue produzioni agroalimentari”.

“Le carni pregiate del Suino nero sono all’origine di salumi di elevata qualità” e rappresentano “un esempio di quella biodiversità animale e vegetale che la Regione Emilia-Romagna è impegnata a promuovere”. Per tutta la regione, oltre che per il Parmense, il riconoscimento è una grande opportunità, che fa sì che ora questa razza possa “essere ulteriormente valorizzata, anche attraverso le risorse del Programma regionale di sviluppo rurale”.


Il commento di Luca Cotti Presidente Coldiretti Parma
“Salutiamo molto positivamente – afferma il Presidente di Coldiretti Parma Luca Cotti – questo riconoscimento, che attendavamo da tempo, perché conferisce ulteriore valore ad una razza autoctona importante, nella nostra provincia, per la salvaguardia della biodiversità e per la pregiata carne destinata alla trasformazione in salumi.

Il risultato ottenuto – aggiunge Cotti – fa onore ai nostri allevatori che, con il loro lavoro e la loro professionalità, concorrono ogni giorno a tenere alto il nome di un’agricoltura di straordinaria qualità, con caratteri distintivi e unici, come è quella della nostra realtà territoriale.

Un ringraziamento va – evidenzia Cotti – a tutti coloro che si sono impegnati per raggiungere questo riconoscimento, a partire da Araer che ci ha creduto fin dall’inizio. L’auspicio ora è – conclude Cotti – che si possa avviare in tempi brevi l’iter per inserire il suino nero di Parma nell’ambito dei finanziamenti del Piano di sviluppo rurale e riconoscere agli allevatori le giuste soddisfazioni anche sotto il profilo economico”.

Un risultato molto positivo che premia il lavoro di un intero territorio (produttori, Università, Istituzioni locali e la stessa Regione) famoso nel mondo per la qualità della sua agricoltura e delle sue produzioni agroalimentari". Così l'assessorato regionale all'Agricoltura commenta il riconoscimento del Mipaaf alla razza Suino Nero di Parma e l'inserimento in una apposita sezione del Registro anagrafico.
 
Cenni storici "Nero di Parma" dalla Rivista di Agraria
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner