“Il Talento del Taleggio”: la finale incorona Alessia Chignoli e Claudio Morra

03/05/2017

La competizione "Il Taleggio del Taleggio" è stata promossa dal Consorzio Tutela Taleggio, in collaborazione con ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, da anni impegnata nel promuovere la conoscenza del patrimonio caseario del nostro Paese.

Casale Monferrato (Alessandria), 3 maggio 2017 - Sono Claudio Morra e la Alessia Chignoli i vincitori dell’edizione 2017 de “Il Talento del Taleggio”: dopo aver superato una selezione tra oltre 50 studenti iscritti al quinto anno dei più prestigiosi istituti alberghieri italiani, i due ragazzi hanno trionfato nell’atto conclusivo della competizione promossa dal Consorzio Tutela Taleggio, in collaborazione con ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana. Ad ospitare la finale è stato l’Istituto Alberghiero Artusi di Casale Monferrato.

Originario di Torino, 18 anni, studente dell’Istituto Alberghiero IPSSAR Giolitti di Torino, Claudio Morra è risultato il migliore in assoluto nella categoria Cucina. Due sono le prove che lo hanno visto protagonista: nel corso della prima, Claudio ha proposto una ricetta a sua scelta a base di Taleggio DOP, mentre nel corso della seconda, partendo da ingredienti contenuti in una mistery box uguale per i due finalisti, ha dovuto creare un piatto, avendo a disposizione soltanto 90 minuti. A vincere la categoria Sala de “Il Talento del Taleggio” è stata invece la genovese, Alessia Chignoli, 19 anni, iscritta all’Istituto Alberghiero IPSSAR Marco Polo di
Genova. Anche Alessia ha dovuto affrontare due prove: per iniziare, la degustazione alla cieca di tre vini, con proposta di abbinamento per ognuno con il Taleggio, e servizio al tavolo dei giurati. A seguire, la ragazza ha dovuto allestire un tagliere degustazione di formaggi, sulla base di una selezione di prodotti caseari (ma anche di frutta fresca e di composte) decisa dalla giuria.

Come spiega il Presidente del Consorzio Tutela Taleggio Lorenzo Sangiovanni, «Crediamo molto in un format come quello de “Il Talento del Taleggio”: da un lato, riteniamo sia un modo originale di promuovere un’eccellenza DOP dell’arte casearia italiana come il Taleggio. Dall’altro, affianchiamo gli istituti scolastici nella loro azione culturale: abbiamo offerto a più di 50 aspiranti cuochi e professionisti di sala, che rappresentano il futuro dell’ospitalità italiana, la possibilità di ampliare le proprie conoscenze e di mettere alla prova sul campo le conoscenze e le abilità acquisite nel corso del loro cammino formativo».


Partner del Consorzio Tutela Taleggio nel progetto “Il Talento del Taleggio” è ALMA. Grande è la soddisfazione espressa da Renato Brancaleoni, affinatore di formaggi di fossa di fama internazionale (ha conquistato la Medaglia di Bronzo ai Campionati Mondiali di Fromagerie di Lione del 2007) e docente della Scuola Internazionale di Cucina Italiana: «L’Italia vanta un patrimonio di oltre 500 tipologie di formaggi: una varietà che non ha eguali al mondo. Da anni, ALMA è impegnata nella promozione di questa ricchezza gastronomica: tutti i nostri Corsi prevedono moduli didattici specifici dedicati ai formaggi. Non solo: abbiamo creato ALMA Caseus, una competizione unica nel panorama italiano, che mette al centro dell’attenzione sia i prodotti che i professionisti del mondo del formaggio: ALMA Caseus vivrà un nuovo capitolo il prossimo 4 giugno, in occasione del Gola Gola! Festival di Parma. “Il Talento del Taleggio” è quindi un’iniziativa che supportiamo molto volentieri, perché coerente con la nostra mission educativa e culturale».

 

Alessia Chignoli e Claudio Morra sono stati incoronati da una giuria d’eccezione. Oltre al Presidente del Consorzio Tutela Taleggio e a Renato Brancaleoni, maestro affinatore, ne hanno preso parte Vincenzo Donatiello, Restaurant Manager presso il Ristorante tristellato Michelin “Piazza Duomo”, di Alba (Cuneo), lo chef stellato Massimiliano Musso, Ristorante “Ca’ Vittoria”, di Tigliole (Asti), la giornalista Leila Salimbeni, firma del Gambero Rosso e di Spirito diVino, Andrea Ruisi, event chef di ALMA e il Dirigente Scolastico dell’Istituto Alberghiero Artusi, Claudio Giani.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner