Il ventesimo Vasto Film Festival si presenta come l'edizione della "ripartenza"

Tante le novità del VFF, Festival dell’Adriatico, in programma dal 19 al 23 agosto

13/08/2015

Il ventesimo Vasto Film Festival si presenta come l'edizione della "ripartenza"
Mercoledì 19 agosto al via il Vasto Film Festival
 
Alle  Ore 23 RIMBAMBAND
Comic Soon – il trailer
Giardini napoletani di Palazzo d’Avalos
Vasto (CH)

Ingresso: € 15

Il capobanda è un intellettuale che ama il cinema senza preclusioni di genere, da Gene Kelly a Toy Story.
Il batterista è convinto si tratti di “one man show”, il suo.
Il contrabbassista è confuso.
Il sassofonista è ossessionato dalla polka, dal tango, dalla mazurka e dal limbo.
E il pianista? Ha paura, ma è bravissimo.


A inaugurare le serate cine-musicali del Vasto Film Fest arrivano cinque personaggi in cerca d'autore e di se stessi, con le loro personalità agli antipodi, i loro caratteri così diversi, ma accomunati dal grande talento per la musica. Si tratta dei Rimbamband, esilaranti suonatori-sognatori un po’ suonati che incantano, creano, emozionano, demistificano…giocano: in pratica dei "Rimbambini" cresciuti a pane, swing e fantasia! Ai Giardini napoletani di Palazzo d'Avalos, dopo la proiezione del film, i divertenti mimi-musicisti-interpreti riproporranno i migliori numeri del loro repertorio frullando insieme canzoni, note, rumori, suoni, strumenti, immaginazione, corpo, parole ed una stravagante e genuina follia. Sul palco rivivranno così alcuni dei maestri che hanno ispirato i principali show del gruppo, da Buscaglione a Carosone, da Gaber a Mozart e Rossini ma anche Jerry Lewis, Charlie Chaplin, Lecoq, in una sorta di cartone animato, immune dai limiti del “possibile”.
Nella stessa atmosfera surreale e poetica – ed in esclusiva per il Vasto Film Fest – i Rimbamband daranno inoltre un assaggio “trailer” del nuovissimo spettacolo, Comic Soon (che debutterà in autunno nei teatri di tutta Italia), nel quale gli estrosi rimbambini sono alle prese col cinema e la sua magia.
L’eccentrica band, formata da Raffaello Tullo, Francesco Pagliarulo, Vittorio Bruno, Nicolò Pantaleo e Renato Ciardo giocherà dunque con musiche ed immagini, con personaggi improbabili e con storie che ci hanno fatto sognare sul grande schermo prendendo per mano il pubblico per trasportarlo in un viaggio imprevedibile e dissacrante all’interno dei più disparati generi cinematografici, in un gioco perpetuo che si nutre di autentica follia e un'enorme dose di fantasia.
“Non è la realtà che conta in un film, ma quello che l'immaginazione può fare”: seguendo l’input del grande Charlie Chaplin, i Rimbamband costruiscono un grande luna park dell'immaginazione all’interno di uno spettacolo fuori dai canoni convenzionali, oltre le righe, senza righe!
 
La presentazione del Vasto Film Festival 2015
Vasto 13 agosto 2015. In questi ultimi anni il Vasto Film Festival aveva perso smalto e forse anche gli organizzatori, a cominciare dal Comune di Vasto, l’avevano capito.
Forse per questo motivo l’edizione delle venti candeline, presentata alla stampa negli splenditi giardini di Palazzo D’Avalos,  è stata definita dal vice sindaco Vincenzo Sputore, come quella della “ripartenza”.
"Questa edizione,  anche grazie al contributo del nuovo direttore artistico, Vincenzo Sputore,  e della Cineteca nazionale -ha detto a INformaCIBO il vice sindaco- si presenta con molte novità e con una presentazione che si è svolta, la settimana scorsa, anche  a Roma".

E che ci troviamo di fronte ad una svolta lo si è colto visibilmente durante l’incontro di ieri mattina alla presenza, oltre che di Sputore, anche del presidente del consiglio comunale di Vasto, Giuseppe Forte, del dirigente del settore cultura del Comune, Michele D’Annunzio, del direttore artistico e regista molisano  Sabelli  e del direttore della cineteca nazionale Gabriele Antinolfi.
E proprio l’inedita collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale di Roma, contribuisce a dare una identità culturale precisa ad un Festival che si era trasformato negli ultimi anni  in una rassegna cinematografica da strapaese e che da quest’anno vuole ripartire anche con un nuovo nome, sottotitolo di Festival dell’Adriatico.
 
Stefano Sabelli:  il Vasto Film Fest 2015 unisce il Cinema alle altre arti
Anche se incomprensibilmente manca ancora il patrocinio del ministero dei Beni e delle attività Culturali, come da anni andiamo sostenendo,  la svolta impressa da Stefano Sabelli è evidente dalle molte novità di questa edizione che ruota attorno, come ha ribadito lo stesso Sabelli, alla “cultura come porta all’accoglienza”. Perché una città di mare come Vasto –ha detto Sabelli- è un faro che si illumina per accogliere i naviganti, i viaggiatori, i villeggianti e i migranti del Adriatico. “Chi tornerà, arriverà o sarà a Vasto per il Film Fest 2015 –ha precisato Sabelli- non troverà solo bei film da vedere ma un mare di emozioni da condividere, che unisce il Cinema alle altre arti, visive, letterarie o di spettacolo dal vivo, per creare quel crogiuolo identitario capace d’accogliere come una risacca l’onda e rilanciarla, da Vasto, verso altri mari e altri lidi”. Una scelta di grande contaminazione culturale con tutti i cittadini del mondo.

La Cineteca Nazionale di Roma vera ”agorà del cinema italiano” a Vasto
La presenza della Cineteca Nazionale di Roma, che vuole essere una vera ”agorà del cinema italiano”,  è un fatto di indubbio valore e che, tra l’altro,  porta per una prima nazionale a Vasto la mostra fotografica Bellezze al bagno, una raccolta di immagini realizzate da Angelo Frontoni e provenienti dal suo archivio privato, che ritrae in ambiente “marino” le più belle dive del nostro Cinema negli anni del boom economico degli anni ’60, da Claudia Cardinale alla Sandrelli, dalla Loren a Virna Lisi.
 
 Un momento della presentazione di "Vasto Film Festival" 2015 nei giardini di Palazzo D'Avalos a Vasto
 
L’inaugurazione mercoledì 19 agosto.
Alle ore 21 del 19 agosto ci sarà l’Anteprima nazionale del film MISSION: IMPOSSIBILE – ROGUE NATION nel Cortile di Palazzo D’Avalos.
Come gli altri anni cornice principale della manifestazione sarà il Palazzo D'Avalos, con il suo imponente cortile settecentesco e i floridi e curati giardini “napoletani”.

Le serate inizieranno alle 19.30 presso i giardini “napoletani”, dove sarà allestito il CineAperitivo con Soundtrack DJ set.
Poi seguiranno, all’interno dello storico cortile, le proiezioni delle pellicole principali in programma.
Dopo la visione del primo film, sul palco dello schermo principale, si terranno gli incontri pubblici con gli ospiti del 20° VFF, condotti da Daniela Poggi e Stefano Sabelli.
In seconda serata, seguirà la proiezione di un titolo storico dal catalogo della Cineteca Nazionale o, in alternativa nei giardini “napoletani”, si terranno alcuni recital-concerto che coinvolgeranno musicalmente – questa la novità - professionisti del nostro Cinema.

Per tutto il periodo del festival, gli stessi Giardini ospiteranno inoltre la mostra fotografica Bellezze al bagno. Durante l’incontro stampa è stato annunciato che di tutte le immagini esposte sarà realizzata a tiratura limitata anche una produzione di cartoline d’arte, con specifico annullo filatelico celebrativo del ventennale del Festival, per lanciare un crowdfunding in favore della Cineteca e la sua preziosa opera di recupero e restauro dello storico patrimonio filmico italiano d’autore. In tal modo si vuole suggellare una collaborazione e un’iniziativa di valore che si auspicano, da qui in poi, durature nel tempo.

Insieme a Palazzo d’Avalos, quest’anno a Vasto anche altre sedi ospiteranno laboratori e proiezioni a tema: un’occasione per scoprire e far scoprire, attraverso il reverbero della “splendida illusione” della settima arte, luoghi storici e territori naturali di questa cittadina, perla dell’Adriatico.
Sulla passeggiata panoramica a ridosso dell’area archeologica, che conserva i bellissimi mosaici romani, l’Anfiteatro comunale, o Arena alle Grazie, sarà ribattezzato Film Music Arena e ospiterà esclusivamente film musicali con una rassegna dedicata a Pino Daniele e intitolata “A me me piace ‘o blues!”
Sulla spiaggia libera, a ridosso de lo scoglio de la Sirenetta (la statua bronzea simbolo di Vasto e naturale logo anche del Film Fest), sarà invece allestita la Movie Beach Arena, in perfetto surfing style, dedicata a commedie e retrospettive d’ispirazione o ambientazione adriatica e a film per bambini e famiglie.

Il magnifico Teatro Rossetti, altra straordinario monumento del Centro storico, progettato dall’ing. Taddeo Salvini di Orsogna, realizzato a cavallo del 1818-1819, e seconda istituzione pubblica d’Abruzzo per età di fondazione, ospiterà invece il Vasto Cine LAB, un luogo libero d’incontro e studio, riservato a giovani filmaker, d’Abruzzo e non, come pure a semplici appassionati di cinema. Dalle 17 alle 20,30 - tutti i giorni del Festival - giovani registi, autori di corti, o semplici curiosi, potranno confrontarsi sui molteplici linguaggi del Cinema e dell’audiovisivo, mostrando liberamente le loro opere o visionando e studiando insieme, in presenza di ospiti eccellenti del VFF, chiamati a fare da tutor per l’occasione, film storici del Cinema italiano, messi a disposizione dalla Cineteca Nazionale.

Molti gli ospiti presenti al ventesimo Vasto Film Festival 2015 (in ordine alfabetico): le attrici Maria Clara Alonso, nota al grande pubblico per il ruolo di Angela Saramego nella soap opera Violetta, Matilde Caterina, Daniela Poggi, Elena Sofia Ricci, la giovane attrice albanese Flonja Kodheli e l’interprete italo-siriana Sara El Debuch; gli attori Gigi Diberti, Francesco Pannofino (qui anche in veste di compositore e cantante per il suo primo album discografico), Alessandro Haber, Enrico Ianniello, Mauro Racanati, i registi Alessio Cremonini, Nico Cirasola, Felice Farina, Agostino Ferrente, Riccardo Milani, Andrea Muzzi, Salvatore Piscicelli e Guendalina Zampagni, i musicisti Rimbamband, Lino Rufo & No Gospel, Andrea Satta, Peppe Servillo & Avion Travel e La Piccola Orchestra delle Cose Belle diretta da Marco Vidino con un particolare omaggio all’arte della “posteggia”.

Il VFF vede la  collaborazione dei TeatriMolisani soc.coop
 


In attesa della Conferenza stampa
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner