In Giappone si parla e si mangia abruzzese "Dai paesani"

Il primo ristorante abruzzese a Tokyo di Giuseppe Sabatino e Davide Fabiano

18/02/2016

In Giappone si parla e si mangia abruzzese "Dai paesani"
Tokio 18 febbraio 2016. Due cuochi abruzzesi, Giuseppe Sabatino (nella foto con il presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso) e Davide Fabiano, entrambi usciti dalla scuola di Villa Santa Maria in provincia di Chieti, hanno aperto un ristorante abruzzese a Tokyo nel settembre 2014.

Il primo locale abruzzese a Tokio si chiama "Dai paesani" e presenta un menu rigorosamente bilingue: in abruzzese e in giapponese.

Ora i due cuochi, Sabatino di Castelguidone (Chieti), in Giappone dal 2001, e Fabiano di Roccaspinalveti (Chieti), (Fabiano è stato per 5 anni cuoco dell'ambasciata italiana a Tokyo), ci hanno inviato una ricetta "Pizz e Fuje" per la nostra kermesse internazionale "Mangiare all'italiana", anzi per l'occasione "mangiare all'abruzzese", con una spolverata di Parmigiano Reggiano in onore di Parma, incoronata lo scorso mese di dicembre a Città per la Gastronomia Unesco.

Mentre li ringraziamo ricordiamo ai nostri lettori che abbiamo già parlato di loro sulle colonne di INformaCIBO in un articolo di Alba Simigliani (QUI il Sapore dell'Abruzzo nel Sol Levante).


Ecco qui sotto la ricetta e la foto del piatto


Pizz e Fuje
Piatto tipico della tradizione abruzzese


Ingredienti:
Cicoria
Bietola
Verza
Cascigni
Altri tipi di verdure sia selvatiche che coltivate che si hanno a disposizione
Farina di mais
Salsiccia abruzzese
Peperoncino piccante di Altino
Parmigiano Reggiano

Procedimento
Per prima cosa preparare la "pizza di randigne" unendo alla farina di mais acqua bollente sino ad ottenere un composto che sia consistente.
Preparate una "pizza" dello spessore di c/ca 2cm e del diametro di 15-20cm
E mettetela a cucinare in una padella antiaderente con un filo d'olio girando spesso e volentieri per evitare che bruci.
Continuare sino a quando la superficie sarà croccante
Lessare tutte le verdure per pochi minuti in acqua salata.
In un pentolino soffriggere l'aglio con il peperoncino secco di Altino che verrà poi messo da parte per la decorazione.
Soffriggete nello stesso olio la salsiccia spezzettata e mischiare le verdure precedentemente sbollentate insieme alla pizza randigne anch'essa spezzettata.

Lasciar stufate per diversi minuti e finire il tutto mantecando con olio extravergine d'oliva e parmigiano reggiano.

Servire in un tegame di terracotta o un piatto fondo accompagnato dal peperoncino croccante

Buon appetito

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner