La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"

Il Ristorante di San Maurizio Canavese dei talentuosi chef Giovanni Grasso e Igor Macchia

04/12/2012

La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"

San Maurizio Canavese dicembre 2012. La Credenza, ristorante stellato di San Maurizio Canavese, in collaborazione con radiotaxi 011.5730, lancia “senza pensieri” e offre ai suoi clienti la possibilità di ritrovare il piacere del buon vino, senza paura dell’etilometro.

Chi ha mangiato almeno una volta alla Credenza conserva nella memoria prima di tutto un’emozione, simile a quella che si prova al ritorno da un viaggio. Ogni piatto è un’esperienza che coinvolge i sensi: il gusto, il tatto, l’olfatto e la vista. Ed è proprio questa la magia che Giovanni e Igor riproducono in ogni cena o pranzo a La Credenza, un’esperienza multisensoriale fatta di sapori della tradizione e gusti esotici, mai disgiunti dai profumi di un calice di vino. 

L’amore per il vino è uno degli aspetti più interessanti del ristorante, irrinunciabile per chi sceglie di scoprire la cucina de La Credenza. Il vino è partecipazione, condivisione, unione. La professionalità e la passione per i vini di Giovanni e Franca, esperta sommelier e moglie di Giovanni, li hanno portato negli anni a creare una cantina speciale, che oggi vanta un migliaio di etichette nazionali ed internazionali e una trentina di birre di qualità.

La cultura per il vino che si respira a La Credenza passa anche attraverso la tecnologia: ecco allora la carta dei vini costantemente aggiornata su I-Pad e due azotatrici, vero fiore all’occhiello della sala, che permettono agli ospiti di degustare anche solo un bicchiere di una bottiglia di alto livello, conservata in maniera eccezionale, come appena stappata. 

 

Una serata a San Maurizio Canavese al Ristorante  La Credenza

 

Per offrire a tutti gli ospiti la possibilità di godere del piacere del vino, senza paura dell’etilometro, La Credenza, in collaborazione con la società di taxi torinese 011.5730 lancia l’iniziativa “SENZA PENSIERI”, che permette di raggiungere il ristorante dal centro di Torino e di rientrare da San Maurizio Canavese nella ZTL della città con tariffa agevolata concordata di € 35 a tratta.

Usufruire della tariffa agevolata è semplicissimo, basta fornire il codice MX 231 al momento della prenotazione del taxi.

Un servizio in più per tutti i gourmet che da oggi possono smettere di preoccuparsi del temuto controllo Alcol-test e godersi la cena!!

*** 

LA CREDENZA – “THE NEW SEASON”  Con il QR code il libro di ricette è sempre nuovo

 

Sarà una “Primavera digitale” quella che investirà Torino con lo svolgersi del XXV Salone Internazionale del Libro nelle prossime settimane. In mezzo a questa stagione multimediale c’è un libro particolare, che di stagioni ne ha cinque, forse 500, magari 5000.

Un libro che grazie alla rete avrà sempre nuova vita. 

Si tratta de “La Credenza The New Season, un grande album di famiglia che racconta la storia e mostra i momenti più significativi di questo ristorante stellato di San Maurizio Canavese. Si viaggia per oltre duecento pagine, attraverso i racconti fotografici di Stefano Fusaro e le ricette degli chef Igor Macchia e Giovanni Grasso, ma la cosa più interessante è che questo viaggio alle origini…non si esaurisce mai! 

Tramite il QR code segnalato all’inizio del libro si può accedere a un link costantemente aggiornato sia per quanto riguarda le ricette, sia per tutte le storie e i personaggi che si incontrano pagina dopo pagina.

“La Credenza The New Season”… una nuova stagione non solo in cucina.



 

La Credenza The New Season

Edizioni Gribaudo

Pagine 192

Lingue italiano/inglese

Prezzo 45 euro

 

La presentazione del Libro La Credenza The New Season


LA CREDENZA Le mille anime di una cucina 

Giovanni Grasso e Igor Macchia (da INformaCIBO 2009)Se c'è una cosa che colpisce arrivando alla Credenza di San Maurizio Canavese è la sensazione di sentirsi a casa. Già il nome, la Credenza, evoca qualcosa di familiare e basta entrare nel locale, elegante e semplice allo stesso tempo, sedersi al tavolo ad ascoltare Giovanni che racconta il menù, per percepire tutto il calore che Igor, in cucina, mette in piatti.

In questo ristorante a due passi da Torino tradizione fa rima con fantasia e tutto, dall'arredamento del locale ai piatti del menù, rispecchia questa doppia anima. Due sono le anime del ristorante, Giovanni Grasso e Igor Macchia, due menti all'unisono che lavorano in armonia. 

Il viaggio culinario de La Credenza parte dal territorio, dal Piemonte, con i suoi prodotti tipici - riso, formaggi, tartufo, carni - per giungere, attraverso i ricordi di tanti viaggi, sulle tracce di Marco Polo, fino al lontano Oriente, dove soprattutto Igor è ormai di casa. 

Una cucina fusion, non confusion”, come Giovanni ama definirla. Nei piatti, negli abbinamenti mai scontati del menù tradizione e innovazione convivono in una cucina personale e innovativa che affascina e stupisce e che già nel 2006 ha ottenuto il riconoscimento della prima stella Michelin.

La cucina de La Credenza è fatta di studio, confronto, sperimentazione, ricerca e tanta passione. In oltre vent'anni di lavoro il ristorante si è distinto per la sua dinamicità e la sua voglia di sperimentare, di guardare sempre al futuro, di proiettarsi lontano ma con i piedi ben piantati sul territorio. Tutto ha inizio nel 1991, quando Giovanni apre il suo locale, La Credenza, nel segno della convivialità. Da allora, anno dopo anno, anche con l'arrivo di Igor nella società nel 2000, la famiglia è cresciuta e oggi uno dei punti di forza del locale è proprio lo staff, capace ed affiatato, una vera e propria squadra, una famiglia appunto. Giovanni, in sala, ad accogliere gli ospiti. Franca, sua moglie, esperta sommellier, nella fornitissima cantina che oggi vanta un migliaio di etichette nazionali ed internazionali. Igor, in cucina a creare e sperimentare insieme “ai suoi ragazzi”, Chiara e Ivan

Il locale e il suo arredamento rispecchiano in pieno i valori de La Credenza. Seguendo Giovanni in un piccolo giro guidato ti accorgi come il locale sia cresciuto pian piano, come una casa, attorno a quelle quattro mura, senza mai dimenticare da dove si è partiti. La sala piccola, elegante e moderna nei suoi dettagli firmati dallo scultore Elio Garis, la sala principale, quella dei primi anni, e il giardino, una pennellata di verde attraverso le grandi vetrate, dove sorseggiare un calice di vino aspettando la cena. 

Questo piccolo gioiello culinario, a due passi da Torino, brilla di una luce particolare.

 

La Credenza

Via Cavour, 22

10077 San Maurizio Canavese Torino, Italia

011 9278014

La grande cucina di due chef di talento: Giovanni Grasso e Igor Macchia

La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"
La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"
La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"
La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"
La Credenza lancia il servizio "senza pensieri"
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner