La guida Michelin 2016: confermati gli otto ristoranti tre stelle e 24 le new entry con una stella

Due nuove due stelle (Casa Perbellini e Gourmetstube Einhorn), Davide Scabin perde una

10/12/2015

La guida Michelin 2016: confermati  gli otto ristoranti tre stelle e 24 le new entry con una stella
Milano 10 dicembre 2015, Questa mattina è stata presentata a Milano la nuova edizione, la sessantunesima, della mitica guida «rossa». (Foto credit Roberta Abate www.finediniglovers.it)

Michael Ellis, direttore mondo di Guida Michelin prende per primo la parola ed elenca le stelle Michelin 2016.

Tante le conferme (otto quelle da tre Stelle), qualche perdita e, soprattutto, ventiquattro new entry. In totale, 334 ristoranti. E così l’Italia si conferma come la seconda selezione più ricca al mondo: 288 hanno una stella, 38 locali con due stelle, 8 con tre stelle.

È la Lombardia la regione dove si mangia meglio (58 ristoranti, a Milano tre nuovi ingressi importanti, new entry di Filippo Gozzoli (nella foto con Michael Ellis), executive chef di di Armani,  e due perdite pesanti, al secondo posto la Campania (37 ristoranti, con tre novità) e al terzo posto il Piemonte e il Veneto con 36 stellati. Napoli è la provincia più stellata d'Italia.

L'Italia si conferma un paese «fervido» dice Michael Ellis, il secondo paese più stellato del mondo, con Napoli a capo di questa schiera e la cucina Campana che quest'anno fa il balzo avanti rispetto alla Piemontese.

Bib Gourmand’
Sono a quota 271 i ristoranti ‘Bib Gourmand’, ovvero quelli con menu a carattere tipicamente regionale a meno di 30 euro (35 nelle città capoluogo e nelle località turistiche importanti). In questa categoria, le novità di quest’anno sono 24.

Le regioni con più ristoranti Bib Gourmand sono il Veneto (32 ristoranti e 3 novità) e l’Emilia Romagna (32 ristoranti e tre novità).


Michael Ullis


Le Stelle del 2016
 


TRE STELLE MICHELIN: sono ancora otto
Nella 61a edizione della Guida Michelin Italia si confermano 3 stelle Michelin, gli 8 ristoranti dell’edizione 2015:
Piazza Duomo ad Alba,
Da Vittorio a Brusaporto,
Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio,
Reale a Castel di Sangro,
Enoteca Pinchiorri a Firenze,
Osteria Francescana a Modena,
La Pergola a Roma,
Le Calandre a Rubano

DUE STELLE
Sono 38 i ristoranti che “meritano una deviazione”, ovvero i ristoranti a due stelle.
Tra questi, due novità:
Casa Perbellini a Verona, dello chef Giancarlo Perbellini.
Gourmetstube Einhorn a Mules, dello chef Peter Girtler.

UNA STELLA
Sono 288 i ristoranti dall’”ottima cucina”, di cui 26 novità.
Si segnalano in particolare:
Seta a Milano, all’interno del Mandarin Oriental, dello chef Antonio Guida
Tukuyoshi a Milano dello chef YoJi Tokuyoshi,
Armani Ristorante a Milano, dello chef Filippo Gozzoli
Signum a Salina della chef (ventiseienne) Martina Caruso
Shalai a Linguaglossa dello chef Giovanni Santoro
L’Argine di Vencò a Dolegna del Collio di Antonia Klugmann

LE NUOVE STELLE
Osteria Arbustico a Valva, Christian Torsiello
Mules, Nolzano, Petere Gurtler da una a due stelle
Casa Perbellini, Verona due stelle
Re Maurì, Salerno, Lorenzo Cuomo
Shalai, Linguaglossa
Meo Modo, Chiudino
Don Geppi, Sant’Agnello, Mario Affinita
Achilli Enoteca al Parlamento Achilli, Roma
Acquerello, Fanano Olona, Silvio Salmoiraghi
Armani, Milano, Filippo Gozzoli
Atman Villa Rospigliosi, Igles Corelli. Lamporecchio
Seta, Milano Antonio Guida
Yoji Tokuyoshi, Milano
Vespaia, Norcia, Emanuele Mazzella
Borgo San Jacopo, Firenze, Peter Brunel
La Tana Gourmet, Asiago. Alessandro Dal Degan
Aqua Crua, Barbarano Vicentino, Giuliano Baldassari
Dopolavoro, Venezia, Federico Belluco
Oro Restaurant, Venezia. Dolce Vita Stube, Naturno, Thomas Ebner
Alpenroyal Gourmet, Selva di Valgardena, Mario Porcelli
L’Argine a Vencò, Antonia Klugmann, Dolegna del Collio
Aga, San Vito di Cadore, Oliver Piras e Alessandra del Favero
I due buoi, Akessandria. Andrea Ribaldone
Signum, Isola di Salina. Martina Caruso
Bacco, Barletta, Franco Rigatti
Cielo alla Sommità, Ostuni
Al Castello, Grinzane Cavour Marc Lantieri

CONFERMANO LA STELLA CON CAMBIO CHEF
Inkiostro, Parma Terry Giacomello
Magnolia, Forte dei Marmi, Cristofaro Trapani
Locanda del Notaia, Pellio d’Intelvi, Edoardo Fumagalli
Venissa, Venezia, Anfrea Asoli, Michelangelo D’Oria, Sabrina Joksimovic, Serena Baiano

LE NUOVE DUE STELLE
Gourmet Stube Einhorn di Peter Girtler
Casa Perbellini, Verona

PERDE DUE STELLE
Il Mosaico per chiusura

PASSANO DA DUE STELLE A UNA STELLA
Combal Zero, Rivoli Davide Scabin
Perbellini, Isola Rizza

PERDONO LA STELLA
La Gallina, Gavi
Donatella, Oviglio
Gimmy’s, Aprica
Trussardi alla Scala, Milano
Pont de Ferr, Milano
Al vigneto, Grumello
La Passion, Vandoies
Kliene Flamme, Vipitieno
La Badiola, Castiglione della Pescaia
Paolo Teverini, Bagno di Romagna
The Cesar, Ladispoli
L’Enoteca, Macerata
Il Poeta Contadino, Alberobello

PERDONO LA STELLA PER CHIUSURA
21.09 Albissola
Savino Mongelli, Cuneo
La Barrique, Torino
La Terrazza, Roma
Le Tre Lune, Calenzano
La Frasca, Cervia
La Gazza Ladra, Modica
La Ghinghetta, Portoscuso
Il Postale, Perugia






 
La Guida MICHELIN Italia è in vendita dall’11 dicembre.
La App gratuita MICHELIN Ristoranti è scaricabile da oggi 10 dicembre alle 13:00
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner