La Nazionale dei Cuochi Italiani pronta per la Coppa del Mondo in Lussemburgo

04/10/2017

La formazione per la Nazionale dei Cuochi Italiani 2017 al Boscolo Hotel Exedra di Roma 
Con un parterre de roi si sono presentati al Boscolo Hotel Exedra di Roma la Nazionale dei Cuochi Italiani pronti per la Coppa del Mondo in Lussemburgo, la Culinary World Cup 2017, il più alto riconoscimento internazionale culinario. 

A fare gli onori di casa a prestigiosi colleghi ed autorità è stato Niko Sinisgalli, resident executive chef del Boscolo Hotel Exedra che ha ospitato l’evento, che ha realizzato un primo piatto ed un dessert per una calorosa buona fortuna ai colleghi che si confronteranno con 34 nazioni in gara: risotto mantecato con mele, curry e polpettine di n'duja e un crumble di anice stellato con mele annurca, gelè di Calvados e crema di mascarpone. 

All’Exedra Boscolo Hotel di Roma, Fic e Nic hanno organizzato un Gourmet dinner show per presentare la Nazionale che parteciperà alla competizione culinaria capitanato da Gaetano Ragunìdella Nic (Nazionale italiana cuochi), emanazione ufficiale della Fic (Federazione italiana cuochi). 
Alfonso Pecoraro Scanio, Gimmy Ghione, chef Alessandro Circiello, Rocco Pozzullo

La Nazionale italiana cuochi 2017

L’appuntamento è la conclusione delle numerose sessioni d’allenamento già svolte in tutt’Italia dai cuochi Junior e Senior della Nic, con l’obiettivo di perfezionare nei dettagli la preparazione e i programmi delle competizioni che li vedranno protagonisti, insieme ai campioni uscenti delle trascorse Olimpiadi di Erfurt e a tanti team nazionali che da ogni parte del mondo parteciperanno al concorso.

I numerosi e selezionati ospiti della serata, personaggi delle istituzioni, del mondo del gusto e della cultura, tra cui Roberto Giacobbo di Voyager, Giuseppe Ruocco Direttore Generale Ministero della Salute, Alfonso Pecoraro Scanio, Gimmy Ghione, hanno apprezzato nel percorso gourmet la ricerca creativa di questi cuochi che difenderanno all’estero i colori della nostra grande tradizione gastronomica. Ad accoglierli i vertici della Federcuochi e il presidente Cuochi Lazio Alessandro Circiello.

«È un’occasione per incontrarsi ma anche per avvicinare e far comprendere un mondo, quello dei concorsi internazionali, forse lontano da quanti non abbiano specifiche competenze tecniche sulla cucina», ha dichiarato il presidente Fic Rocco Pozzulo.

«Un mondo ed un contesto che non è affatto trascurabile - ha ribadito il cuoco siciliano Seby Sorbello, che organizza l’evento come responsabile commerciale della Federcuochi - se solo pensiamo a quale importante veicolo di promozione e diffusione d’innovazione e prodotti siano state queste vetrine internazionali nel mercato globale».

Una serata all’insegna dell’alta cucina utilizzando il meglio i prodotti made in Italy. 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner