La novità di Cura Natura: debutta a tavola la carne di Suino ricca di Omega 3

13/04/2017

La novità di Cura Natura: debutta a tavola la carne di Suino ricca di Omega 3

Mangiare carne di maiale senza sensi di colpa oggi si può. Nasce a Castelvetro il suino con carne ricca di Omega 3, il primo esempio di come portare in tavola sapore e proteine della carne unite ai famosi grassi insaturi tanto raccomandati dai nutrizionisti. La prima azienda a livello nazionale a raggiungere questo traguardo è Cura Natura, allevatori suinicoli con una vocazione alla ricerca, al benessere, e alla salute attraverso l’alimentazione animale. La “nuova” carne di suino con Omega 3 è stata presentata in anteprima alla stampa mercoledì 5 aprile al Ristorante Abbazia di Nonantola, non a caso un ristorante di pesce. E non a caso Nonantola, perché la filosofia di Cura Natura nasce nel 2000 da un’idea di un erborista nonantolano che curava i suinetti con polline di fiori ed erbe medicinali. E’ stato Sergio Grasso, noto antropologo alimentare, food writer ed autore televisivo, a fare gli onori di casa introducendo i piatti a base di maiale Omega 3 elaborati dagli chef Renato e Marcello Comanducci con gli allievi del Centro Studi “La Cremeria” di Cavriago. In abbinamento ai piatti le eccellenze vinicole del territorio, le nuove generazioni dei lambruschi dalle cantine Garuti e Paltrinieri di Sorbara, Fiorini di Savignano e Settecani di Castelvetro.

La carne di suino ricca di Omega3 nasce da un progetto “etico” siglato da Cura Natura e dai produttori di alimenti zootecnici del gruppo Ferri, di cui l’azienda fa parte, con l’associazione francese Blue Blanc Coeur. Il punto di partenza è l’alimentazione degli animali: la “ricetta” studiata dai nutrizionisti della Ferri sulla base dei protocolli BBC prevede un mix di prodotti vegetali, minerali, vitamine e semi, tra cui i famosi semi di lino che sono tra i maggiori fornitori di questi “grassi buoni”. Per fare un paragone, come il pesce assume gli Omega 3 cibandosi di alghe, così i suini li assumono dai semi di lino. Superato dunque il dilemma “carne o pesce?” Sembra proprio di sì, a guardare i valori nutrizionali da tabelle INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione). Cento grammi di lombo fresco, per esempio, passano dal contenuto attuale di 0,08 grammi di Omega 3 a 0,24 grammi nei suini della filiera Blue Blanc Core, mentre mangiando la stessa quantità di tonno o di salmone freschi assumeremmo 0,09 grammi di Omega3. Contenuti importanti anche nei prodotti lavorati; si passa per esempio dai 0,11 ai 0,55 nel prosciutto di Parma e da 0,16 a 0,75 grammi nella mortadella di Bologna IGP.

Al di là dei numeri, il risultato della nuova filiera salutistica è una carne che mantiene naturalmente inalterati sapore e gusto e può entrare a pieno titolo nelle diete più equilibrate, in quelle per gli sportivi, o per gli anziani, grazie all’apporto degli Omega 3 con i loro riconosciuti effetti anticolesterolo, antiossidanti e protettivi del sistema cardiaco. Mangiare maiale e mangiare sano diventa così una missione possibile. Se Cura Natura si occupa dell’allevamento, sarà poi la rete Prosus, la cooperativa di produttori di cui Cura Natura fa parte, a completare la filiera con la commercializzazione della carne.

L’ accordo tra Cura Natura, il gruppo Ferri e Blue Blanc Coeur nasce da una identità di obiettivi che si sono incontrati in un progetto comune. Blue Blanc Coeur nasce nel 2000 in Francia per promuovere un'agricoltura con vocazione alla salute che si pone precisi obiettivi dalla coltivazione, all’allevamento, alla tavola secondo protocolli di produzione che prevedono obblighi di mezzi, di risultati, di tracciabilità. I prodotti della filiera BBC tendono ad un miglioramento del profilo lipidico (meno grassi saturi e acidi grassi omega 6, più acidi grassi Omega 3) che contribuisce ad una migliore nutrizione umana, con benefici ampiamente dimostrati da studi clinici e scientifici. Per Cura Natura l’adozione del protocollo BCC è la naturale evoluzione di un sistema di allevamento già intrapreso che l’ha portata oggi, insieme agli alimenti zootecnici del gruppo Ferri, alla certificazione No Ogm e Antibiotic Free. Ora la filiera della salute si arricchisce con la nuova garanzia BBC. Salumifici, ristoratori, grande distribuzione, consumatori, e tutti i soggetti attenti a ciò che succede dal campo alla tavola, potranno richiedere l’unica carne “più” Omega 3, buona come il maiale, sana come il pesce.


http://www.curanatura.mo.it/ 
facebook/Cura Natura Società Agricola

QUATTRO DOMANDE A MAURIZIO FERRI Amministratore delegato di Cura Natura

Perché Blue Blanc Coeur?
Perché il Gruppo Ferri, di cui Cura Natura fa parte, ha visto la ricerca, la professionalità, ma soprattutto la decennale esperienza di questa filiera della salute che in Francia ha conosciuto una grande diffusione. Un modo naturale per arricchire di Omega 3 tutte le fasi di allevamento migliorando il benessere degli animali e trasferendo questa ricchezza anche nella carni attraverso un’alimentazione mirata e totalmente naturale. Oggi il magro è ciò che viene richiesto dal mercato, ma se rendiamo il grasso “buono” anche i prodotti di salumeria potranno entrare nei regimi dietetici equilibrati ed andare incontro al benessere delle persone. Il consumatore consapevole deve avere la possibilità di scegliere, e se fra le scelte ci saranno la carne e i salumi ricchi di Omega3, sarà sempre più un orgoglio per noi allevatori dare una nuova caratterizzazione alle nostre produzioni tipiche.

Perché Prosus ?
Siamo soci di questa cooperativa da poco più di un anno e riconosciamo i meriti dei soci fondatori, allevatori illuminati che hanno capito, da imprenditori, la necessità di affidarsi a manager capaci e ad un indirizzo chiaro di sviluppo. La cooperativa ha acquisito una piattaforma in grado di fare lavorazioni e distribuzione di carne e preparati in confezione skin con una tracciabilità unica nel suo genere, il Qr Code di riconoscibilità dell’allevatore e una self life più lunga delle normali confezioni. Propone una gamma molto vasta di prodotti freschi rivolti alla distribuzione e ai consumatori con un servizio puntuale riconosciuto dalle industrie di produzioni tipiche di salumi. Abbiamo insomma riscontrato un metodo e un’organizzazione ideali per trasmettere le giuste emozioni alimentari.

Perché Cura Natura all’Abbazia di Nonantola ?
Perché la nostra filosofia nasce nell’ormai lontano 2000 dalle idee di un erborista di Nonantola, Imer Zoboli, che curò alcuni suinetti affetti da una grave malattia con l’aiuto del polline dei fiori, grindegli, escolzia, aechinacea ecc…Da lì il nostro impegno a produrre alimenti a base di materie prime naturali, provenienti dal nostro territorio, somministrate fresche, studiate anche come prevenzione e cura in sostituzione delle terapie antibiotiche. Un lungo cammino partito da Nonantola che oggi ha portato il nostro sistema di allevamento alla certificazione Antibiotic Free e No Ogm. Nonantola è poi un tripudio di opere benedettine e “ora et labora” si adatta a questo territorio che, da palude, con la Partecipanza agraria è diventato terreno fertile per agricoltura e allevamento. Inoltre all’Abbazia siamo ospiti di un ristorante di specialità marinare, il che sancisce una specie di “armistizio” tra carne e pesce in nome dell’Omega3. Il proprietario è un amico, che ha anche la passione della comunicazione, e questa è l’altra cosa che ci unisce.

Già, un allevatore che incontra i media, è piuttosto inusuale…
Questa è un’altra nostra scommessa, dare voce al soggetto spesso invisibile della filiera, che è l’allevatore. Dirò di più, un’azienda senza un settore comunicazione è un’azienda senza voce. Per questo ci siamo dotati di uno staff, abbiamo attivato tutti gli strumenti della comunicazione e per questo abbiamo creato questo ed altri prossimi eventi di presentazione. Il nostro è un lavoro fatto di emozioni che vogliamo trasmettere, perché danno valore al prodotto anche nei confronti del consumatore. Dobbiamo ringraziare chi ha partecipato, chi ha ritenuto che il nostro lavoro sia importante, chi ci darà spazio per raccontarlo. Questo solo l’inizio di un tempo che crediamo sia maturo perché cibo e salute vadano veramente e assolutamente di pari passo.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner