La prima impressione è quella che conta

09/09/2016

La prima impressione è quella che conta
di Chiara Iasiuolo


Ci siamo conosciuti qualche tempo fa, così per caso. Una persona di fiducia me lo presenta. Poi ci siamo rivisti a conferma della prima impressione e da allora non abbiamo più smesso.
Eh sì, perché se al primo incontro è stata una scoperta, in quelli successivi ha rivelato un mondo ricco di profumi e sapori che non stancano mai.Tutta colpa della brezza di montagna.

Di chi sto parlando? Ma di Maso Martis DosaggioZero, Trento DOC Riserva.

La struttura è il suo punto di forza. Pinot nero, in prevalenza, e Chardonnay. Una gradevole intensità e perlage persistente. Circa 27€ la spesa, ma li vale tutti.

Il mio consiglio è: inseguite il finale mandorlato, tuffatevi nelle sue bollicine e lasciatevi conquistaredall’Effervescenza delle Dolomiti.

Siamo infatti a Martignano, a 450 m di altitudine, sopra Trento. A Maso Martis Azienda Agricola Biologica si definiscono degli specialisti dello spumante metodo classico: la produzione annua è di 60.000 bottiglie di cui 45.000 dedicate al Trentodoc.

Ci promettono essenza, fragranza, intensità e leggerezza. E io ci credo.

Non resta che approfittare dell’ospitalità di Maso Martis che propone diverse tipologie di visite e degustazioni in cantina per conoscere da vicino i prodotti e il loro legame con il territorio di origine.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner