La Puglia è servita 2013

28/12/2012

La Puglia è servita 2013
Edizione numero 17, presentata non a caso il giorno 17 alle ore 17. Tre volte 17, quindi, per sottolineare l'accezione positiva di questo numero che, diversamente da quanto la superstizione gli attribuisce, in numerologia è sinonimo di speranza, grazia, armonia e rappresenta la sensibilità e l'innocenza.

Ed è con questi sentimenti positivi che la casa editrice Tirsomedia di Vittoria Cisonno intende cogliere l'opportunità, come ogni anno, di mettere a confronto i principali attori dell'enogastronomia pugliese nel corso di una serata ricca di contenuti importanti ma anche di gusto e ironia. Dal Gargano alla Daunia, dalla Murgia alla Valle d'Itria, dalla Messapia fino alle coste del Salento, anche quest'anno la guida è frutto di ricerca attenta sul territorio, verifica puntuale di tutte le strutture segnalate, aggiornamento costante delle realtà più consolidate.

I luoghi del buon mangiare sono raccontati da Pasquale Porcelli, critico enogastronomo pugliese; l'immagine di copertina è a cura dell’artista Teresa D’Elia, che quest'anno ha voluto sottolineare il forte e imprescindibile legame fra cibo e vino e il ruolo sempre più da protagonista che quest'ultimo riveste nella ristorazione pugliese.

Lo spirito che anima il lavoro della redazione è come sempre quello di valorizzare chi, con il proprio esempio, può costituire un modello positivo per tutto il settore. In questa guida la ristorazione e la ricettività turistica di Puglia si raccontano attraverso l'entusiasmo di tanti giovani che, dopo anni di studio e di sacrifici, hanno deciso di puntare sulla creazione di nuovi luoghi dedicati al vino e al cibo di qualità; ma si esprimono anche attraverso la passione di tanti professionisti che, dopo anni di esperienza in altre regioni d'Italia e all'estero, hanno deciso di investire nelle proprie radici mettendo a frutto le loro preziose esperienze.

Anche per il 2013 la guida sarà disponibile non solo in formato cartaceo ma anche in formato digitale, entrambi disponibili sia in italiano che in inglese. Ristorazione, ricettività, cantine e frantoi di Puglia saranno tutti in un palmo di mano per il massimo comfort in viaggio o in qualunque altro momento della giornata. L'eccellenza pugliese sarà così ancor più accessibile attraverso le funzioni interattive. Basterà un click per contattare telefonicamente le strutture citate in guida, visualizzare il percorso per raggiungerle direttamente sul proprio navigatore, visitare il sito internet per farsi un'idea in anteprima delle diverse offerte.

Come ogni anno, la presentazione della guida è anche l'occasione per assegnare il premio “La Puglia è Servita” alle strutture che hanno ottenuto il maggior numero di consensi nel corso dei dodici mesi.


Ecco la rosa dei top 2012:
sezione Ristomare a “Bleu Salento” – Gallipoli (Le)
sezione Ristoranti a “L'Osteria di Chichibio” – Polignano a Mare (Ba)
sezione Trattorie a “U' Vulesce” – Cerignola (Fg)
sezione Fornelli a “Al Borgo Antico” – Sammichele di Bari (Ba)
sezione Vinerie a “Le tre Grazie” – Galatina ( Le)
sezione Masserie a “Masseria Bagnara” – Lizzano (Ta)
sezione B&B a “Zia Ni” – Peschici (Fg)
sezione Dimore d'epoca a “Torre Maizza” – Savelletri (Br)
premio “miglior cantina a Ristorante Le Giare – Bari
premio chef emergente” a Felice Sgarra – Ristorante Umami – Andria
premio alla carriera a Pietro Zito (ristorante Antichi Sapori – Montegrosso Andria)

Anche nel 2013, quindi, “La Puglia è Servita” si propone come un utile strumento di viaggio da tenere sempre a portata di mano, da sfogliare con calma per organizzare un itinerario con soste golose e soggiorni su misura, o da consultare in tutta fretta per scegliere il luogo dove trascorrere piacevoli momenti.

 

La Puglia è servita 2013

a cura della Casa Editrice Tirsomedia

Telefono 080.2023988

segreteria@tirsomedia.it

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner