La zuppa inglese secondo i Pettenati

31/10/2013

La zuppa inglese secondo i Pettenati

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio, simile al tiramisù. La sua nascita è databile nella prima metà del '800. L'invenzione di questo dolce è dovuto, secondo le leggende, ad una donna di servizio di una famiglia inglese residente sulle colline di Fiesole. Quella contadina toscana, abituata da generazioni a non gettare niente di quanto restava sulla tavola, sopratutto le pietanze a base di biscotti, che usava poi come se fosse una piccola merenda. La domestica pensò di utilizzare la crema pasticcera e unirla ai biscotti rimanenti con l'aggiunta del budino di cioccolato. Poiché i biscotti del giorno prima erano divenuti secchi, per ammorbidirli li inzuppò nel vino dolce.

Il nome “zuppa inglese” compare già alla fine dell'Ottocento nella "bibbia" della cucina italiana scritta dall'Artusi, "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene".

La ricetta classica detta con precisione gli ingredienti: biscotti, crema pasticcera, liquore e cioccolato, ma in provincia di Parma, precisamente a Busseto, ho trovato una pasticceria che ha deviato la classica ricetta per dar spazio a una “nuova” zuppa inglese molto apprezzata e fiore all'occhiello del locale. La suddetta pasticceria è la “Zucchero e Vaniglia” con a capo lo chef pâtissier Luciano Pettenati, che dal 2009 insieme alla moglie, Renata e alla figlia Sofia, gestisce la rinomata pasticceria.

Pettenati, pasticcere da quarantanni, ha voluto rivoluzionare un dolce classico come la zuppa inglese per sfidare i palati più difficile ma sopratutto quelli critici, riscontrando pareri più che positivi!

Le modifiche che lo chef pâtissierLuciano ha applicato sulla classica ricetta della zuppa inglese sono: primo, il cambiamento della base non più biscotti o savoiardi ma un delicato e soffice pan di spagna. Secondo, il cambiamento della crema non più la pasticcera ma una gustosa crema allo zabaione. Terzo, il cambiamento della bagna per il pan di spagna composto da ben tre tipi diversi di liquori.

Anche i più scettici e tradizionalisti non riusciranno a resistere al meraviglioso gusto della zuppa inglese dei Pettenati, ci vediamo in pasticceria!

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner