Le Marche e Porto San Giorgio puntano verso l'Expo 2015 con Tipicità EXPerience

Di Battista, presidente Camera Commercio di Fermo: “attirare i turisti nel nostro territorio”

29/07/2014

Le Marche e Porto San Giorgio puntano verso l'Expo 2015 con Tipicità EXPerience
Porto San Giorgio 29 luglio 2014. Bastano solo pochi giorni passati nelle Marche per capire la valenza turistica ed enogastronomica di quel progetto chiamato Tipicità EXPerience, messo in piedi negli anni, con un lavoro certosino di contatti e di collaborazioni a livello nazionale e internazionale, da due valenti marchigiani, Angelo Serri e Alberto Monachesi.

E a meno di 300 giorni dall'Expo 2015,  molte realtà della regione Marche, grazie a questa macchina organizzativa, fatta di idee e di un marketing innovativo radicato sul territorio, puntano a rafforzare l'attrattiva turistica delle terre, dei prodotti e dell'imprenditorialità marchigiana per far fare a questa regione un salto di qualità verso l'Esposizione universale di Milano.

Non a caso l' ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), ha selezionato proprio “Tipicità” come uno dei 20 grandi eventi (uno per regione), per promuovere l'Expo 2015 e, nelle scorse settimane, sono arrivate alcune importanti dichiarazioni a sostegno di questo percorso.

Andrea Babbi, ora direttore generale dell'Enit, ma già amministratore delegato dell'Apt dell'Emilia-Romagna, l'uomo che ha contribuito a dare forza e impulso al sistema turistico emiliano-romagnolo all'insegna dell'innovazione soprattutto sul fronte della comunicazione e del marketing, così si è espresso su Tipicità EXPerience: “Tipicità può essere considerata un piccolo Expo, una miniatura di come il nostro Paese saprà presentarsi al mondo ai milioni di turisti stranieri che arriveranno in Italia”.
Alla dichiarazione di Babbi si è aggiunta quella di Alberto Mina, Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Padiglione Italia-EXPO Milano 2015, che ha dichiarato: “Tipicità rappresenta un evento “Expo” a tutti gli effetti, perché sa combinare la promozione del sistema agroalimentare territoriale, puntando sugli aspetti inimitabili che il nostro territorio esprime e che sono universalmente riconosciuti da tutto il mondo”.
Anche il governatore delle Marche, Gian Mario Spacca, ha espresso il suo apprezzamento per la peculiare formula progettuale di Tipicità, affermando che “con la sua ambizione alla qualità, Tipicità è l’evento che interpreta al meglio i temi di Expo 2015: Nutrire il Pianeta, energia per la vita. È per questo che la manifestazione sarà, insieme a Marche Endurance Lifestyle, il cavallo di battaglia delle Marche per l’Esposizione universale del prossimo anno”.

La novità dell'Ultima ora: anche Porto San Giorgio con la “Vongolopolis” a Expo 2015
E in questi giorni da “Radio Expo” arrivano le voci che un'altra cittadina marchigiana, Porto San Giorgio, “La città della vongola”, si unirà al gruppo di Tipicità per essere protagonista all'Expo 2015.
Una voce confermata dal presidente della Camera di Commercio di Fermo, Graziano Di Battista, che alla presentazione di “Vongolopolis”, ai giornalisti ha detto: "Guardiamo con interesse all'Expo che non è una Esposizione solo milanese ma italiana e per questo il nostro obiettivo sarà quello di attirare i turisti nel nostro territorio”.

Ma, letteralmente, “a trascinare” la cittadina sangiorgese verso l'Expo è la vulcanica Catia Ciabattoni, assessore comunale e ideatrice della manifestazione “Vongolopolis” svoltasi con successo nel fine settimana: "Stiamo lavorando per salire sul treno dell'Expo, all'interno del gruppo di Tipicità “ ha confermato Ciabattoni.

La forza delle donne”: il Sindaco di Fermo Nella Brambati e l'Assessore Catia Ciabattoni
Proprio nel giorno di chiusura dell'edizione numero tre di Vongolopolis, il quotidiano “Resto del Carlino” nelle pagine di Fermo ha dedicato un editoriale, “La forza delle donne” a firma di Stefano Cesetti, dedicato ad alcune donne amministratrici degli Enti locali della zona, con in primis il Sindaco di Fermo Nella Brambati, “una signora perbene, di vasta cultura”, (ha scritto Cesetti) e “orgogliosa, insieme ai cittadini, della propria terra e delle istituzioni che la amministrano, in cui la politica sia di supporto all'imprenditorialità e di sostegno nella difficoltà” (aggiungiamo noi, dopo averla incontrata con un gruppo di giornalisti, all'interno del Comune che ha una prestigiosa Sala del Mappamondo e un affaccio superbo sulla maestosa Piazza del Popolo).
E proprio in questo articolo del Carlino non poteva mancare una citazione per l'Assessore al Turismo, alla Pesca e alle Attività Produttive del Comune di Porto San Giorgio, così descritta dal giornalista: “A Porto San Giorgio c'è Catia Ciabattoni che non si ferma un attimo....lei sforna manifestazioni e idee a ripetizione. Quest'anno va anche d'amore e d'accordo con un'altra donna, Teresa Scriboni della Confcommercio, e l'estate sangiorgese procede a gonfie vele”.

Le iniziative di “Vongolopolis a Porto San Giorgio - La città della vongola e Bandiera Blu”
La manifestazione “Vongolopolis”, che significa “tutela del pescato locale, enogastronomia, promozione della tipicità, storia cittadina, tradizioni rinnovate, ha chiuso domenica la sua terza edizione, con quattro giorni di dibattiti, aperifish, show cooking, concerti, convegni, degustazioni, laboratori, visite al porto e viaggi in mare con pescherecci della flottiglia del Porto.

Un evento, che di anno in anno, registra un gradimento crescente da parte di turisti e visitatori che, fra i vari stand di “Vongolopolis”, davanti alla Stazione, hanno potuto percorrere un ideale tour gastronomico attraverso le specialità della cittadina di mare.

Vongolopolis”, come ricordato, nasce per iniziativa dell'Assessorato Catia Ciabattoni, con il sostegno, tra gli altri, della Regione Marche e della Camera di commercio di Fermo, ed ha l'obiettivo di dare identità, riconoscibilità e valore aggiunto al prodotto ittico locale, in particolare al pescato di stagione. “Vongolopolis -dice Catia- è anche il nostro omaggio alla marineria sangiorgese, che vanta una tra le più importanti flotte delle Marche (la terza marineria a livello nazionale) e conta dalle 35 alle 50 vongolare presenti nel nostro porto peschereccio”.

Ad inaugurare la manifestazione il Convegno "La vongola seduce...i Primi", alla presenza del responsabile del laboratorio di biologia marina di Fano, Corrado Piccinetti, il presidente della Strada del riso Vialone Nano veronese Luciano Mirandola, il presidente dell'associazione Maccheroncini di Campofilone Igp, Vincenzo Spinosi e il direttore di Tipicità, Angelo Serri.

Nell'occasione, Uriano Meconi, dirigente dell'assessorato regionale alla Pesca della regione Marche, ha illustrato il bando regionale Pappafish.
"Pappa Fish. Mangia bene, cresci sano come un pesce" è una campagna educativa alimentare della Regione Marche per introdurre il pesce fresco locale nelle mense scolastiche del territorio, un progetto unico in Italia, cofinanziato dal Fondo Europeo per la Pesca (Fep). Ne riparleremo.
 

Il taglio del nastro del sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira,
con Graziano Di Battista, presidente della Camera di Commercio di Fermo e Catia Ciabattoni, assessore al Turismo di Porto S. Giorgio

 
Al taglio del nastro di Vongolopolis, avvenuto nel piazzale della Stazione, erano presenti, oltre a Ciabattoni, il sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira, il presidente della Camera di Commercio, Graziano Di Battista, Domenico Bosco del Circomare e gli assessori Francesco Gramegna e Valerio Vesprini.

La seconda giornata della manifestazione c'è stata l'uscita in barca aperta ai turisti con dimostrazione di pesca, asta e degustazione del pescato.

Poi in serata si è svolto un interessante talk show "Dal brodetto De.Co. sangiorgese al pesce dell'Adriatico".
Perchè da segnalare che il Comune di questa cittadina ha consacrato con la De.Co (Denominazione Comunale) di veronelliana memoria il “Brodetto Sangiorgese” che abbiamo gustato sia nel negli stand gastronomici del villaggio Vongolopolis che al Ristorante dell'Hotel David Palace con una ricetta preparata da un vero mago del brodetto, il direttore del ristorante David Palace, Luciano Scafà (ne riparleremo presto su queste pagine).

Tipicità EXPerience propone ai turisti un percorso pilota verso l'Expo
Gli organizzatori di Tipicità EXPerience indicano ai turisti per i prossimi mesi un percorso pilota, un prototipo di quello che sarà “lo storytelling dell’Esperienza Marche” durante i sei mesi di Expo 2015.

A Fermo da visitare la MadeinMarche Gallery, una vera e propria mostra del saper fare marchigiano (dai vini ai gioielli, dalle borse ai salumi, dalle scarpe ai maccheroncini, i tartufi e le scarpe), la Gallery di Tipicità è situata all’interno delle Cisterne Romane, un sito monumentale certificato come mèta d’eccellenza da Trip Advisor, situato proprio sotto la bellissima e imponente Piazza del Popolo.

Il mese di Agosto offre un evento imperdibile: l'8, 9, 10 e 11 si svolgerà la Sagra nazionale dei Maccheroncini, i “fili fini fini” diventati la prima pasta all’uovo ad ottenere il marchio Igp e che vede in Vincenzo Spinosi, il rappresentante più noto con i suoi insuperabili Spinosini.

Al Museo del Cappello di Montappone anche il tipico cappello indossato da Federico Fellini
Da non perdere il Museo del Cappello di Montappone, l’unica memoria storica e culturale dell’antica lavorazione della paglia di questa piccola cittadina a mezz'ora circa da Porto San Giorgio. Il museo custodisce materiali e manufatti relativi alla produzione del cappello, motore economico della città che la rende famosa nel mondo come “Centro Internazionale del Cappello”, nonché distretto produttivo dove più di 50 aziende producono, esportano e vendono ogni tipo di copricapo.

Nella sede espositiva, recentemente riallestita, sono raccolti sia gli antichi strumenti di lavoro del contadino cappellaio che esemplari unici di cappelli. Il museo espone inoltre varie produzioni di cappelli, tra i quali anche il cappello indossato da Federico Fellini, donato al museo dalla famiglia del regista.
Dalla creatività dei maestri cappellai e da un’idea di Giuliano De Minicis (che col Sindaco di Montappone, Mauro Ferranti sono stati ambedue nostri bravissimi Ciceroni) è nata la Mostra del Cappellaio Pazzo, una raccolta di pezzi alquanto originali, ospitata nei locali della scuola dell’infanzia.
Infine a due passi dal Museo per una sosta gourmet, da non dimenticare facilmente, c'è Palazzo Riccucci Resort dove si può gustare il prelibato Menu del Cappellaio.

Settembre è il mese dell’Expo della creatività, a Fabriano, mentre ad ottobre sport e cibo andranno in scena a Macerata, con Overtime festival. Completano il tour, la proposta “esperienziale” di Marca Village, nell’entroterra maceratese, valida per tutto il periodo, nonché le tappe di Marotta, con Adriatic Crow, e di Capodarco di Fermo, con l’Anello debole, queste ultime già realizzate.

Ma se l'estate marchigiana e sangiorgese in particolare, procede a gonfie vele, malgrado Giove Pluvio faccia sospirare gli organizzatori delle varie iniziative, il progetto di TipicitàEXPerience è come un treno ad Alta velocità, formato da tanti vagoni, con una destinazione precisa, la capitale economica d'Italia, Milano e l'Expo 2015.
Ma è un treno di andata e ritorno, per portare a Milano il meglio del saper fare marchigiano e rIportare nelle Marche tanti turisti per far “assaggiare” l'immenso paradiso enogastronomico e le bellezze architettoniche della regione.

INformaCIBO ritornerà a parlare delle numerose iniziative che imprese, forze sociali, istituzioni, tipicità experience, tutte "made in Marche", stanno preparando per l'Expo 2015 e non solo.

Per saperne di più, QUI sul sito di Tipicità
°*°*°


 
Museo del Cappellaio a Montappone


Il cappello indossato da Federico Fellini, donato al Museo dalla famiglia del regista
 


Gli Spinosini di Vincenzo Spinosi a forma di Cappello


Quattro piatti fondi rovesciati dello chef stellato Moreno Cedroni diventano Cappelli del Gusto

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner