L'Executive Chef Luigi Ferraro premiato a Roma dall'Associazione C3 Internatinal

La cerimonia in Campidoglio in occasione del premio internazionale "La Calabria nel Mondo"

17/06/2015

L'Executive Chef Luigi Ferraro premiato a Roma dall'Associazione C3 Internatinal
Roma giugno 2015. Lo scorso 11 giugno a Roma nella sala Protomoteca del Palazzo del Campidoglio si è svolta una significativa cerimonia in occasione del premio internazionale "La Calabria nel Mondo" promosso dal C3 International, l'associazione dei calabresi nel mondo presieduta da Peppino Accroglianò.

In questa occasione l'Executive Chef Luigi Ferraro ha ricevuto dalle mani del Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio (nella foto mentre premia Ferraro) un ennesimo riconoscimento alla sua professionalità e al suo essere calabrese e cittadino del mondo.

Ferraro originario di Cassano Allo Ionio ma da anni ormai “cittadino del mondo”, in quanto vive e lavora dove il suo lavoro “lo porta”, ha ricevuto  l’ambito premio internazionale “La Calabria nel mondo”, conferitogli dal Centro Culturale Calabrese, associazione senza scopo di lucro fondata nel 1989 con l’intendo di mantenere vivo il legame tra i calabresi emigrati e la loro terra di origine. Tra le iniziative dell’associazione, occupa un posto di prima importanza, proprio il Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo” che celebra nel 2015 la sua 24° edizione. Il premio viene conferito a calabresi che, con intelligenza, onesta e capacità non comuni, si siano distinti in tutti i settori conquistando traguardi d’innegabile prestigio nazionale ed internazionale. La manifestazione avviene al cospetto delle massime Autorità della Repubblica Italiana tra cui i Presidenti del Senato e della Camera, il Sindaco di Roma e i Presidenti delle Regioni Lazio e Calabria, delle personalità di cultura, dell’arte, dello spettacolo, dello sport e dei Dignitari Ecclesiastici.

La scelta dei calabresi ai quali viene conferito il premio, opera pregevole del famoso orafo crotonese Gerardo Sacco, avviene attraverso un’apposita Commissione che seleziona rigorosamente i candidati, tra quelli del 2015 c’è anche il giovane Luigi Ferraro.

Uno chef che cucina con la testa, ma che ci mette sempre il cuore!
Prima a Sharm el Sheik, poi a Stoccarda, Londra, George Town, New York, questi i luoghi principali in cui lo chef ha vissuto e lavorato; oggi invece, dal novembre del 2010, vive e lavora a Mosca come executive chef di uno dei ristoranti più lussuosi di Mosca.
L’aver abbandonato la sua terra lo ha portato a conoscere sempre più la cultura culinaria italiana dal nord al sud, crescendo così sempre di più sia personalmente che lavorativamente ed il fatto che oggi si trovi in mezzo a magnati della fredda Mosca lo dimostra.
Ricerca sempre il meglio, e come nella vita è così soprattutto per la sua cucina. Ogni dettaglio è estetica e precisione, tutto esprime il suo impegno e il suo amore per il suo lavoro.
La sua cucina è una fusione delle tradizioni natie mescolate a quelle delle realtà e dei sapori di altri territori in cui ha vissuto e lavorato a loro volta, ma è comunque meravigliosamente: semplicità e creatività!

Nel corso degli anni ha spesso partecipato anche a gare culinarie ed artistiche riuscendo a qualificarsi sempre tra i primi, ha rappresentato la Sua Calabria in grandi manifestazioni gastronomiche internazionali, ma tante anche le esperienze da Master Chef in scuole internazionali e durante eventi internazionali, tanti gli show cooking per mostrare la sua arte e tanti altri i riconoscimenti conferitigli nel corso dei suoi anni lavorativi; tra tutto questo anche la realizzazione di un libro, il suo primo lavoro editoriale: “Calabria, in tutti i sensi – Un viaggio con Luigi Ferraro”.

Molti altri gli eventi, altrettanto importanti sono in dirittura d’arrivo nei prossimi mesi per lo chef Ferraro (sarà anche a Expo Milano dal 26 al 28 giugno presso il padiglione Alitalia per preparare alcuni show cooking), per lui che vive la sua vita come un viaggio alla scoperta ogni giorno di qualcosa di nuovo, un viaggio che lui da anni ha intrapreso, il suo viaggio, nel mondo della gastronomia che lo tiene “sempre in movimento”, come la sua cucina del resto, un viaggio che ogni giorno si rinnova e continua…!

Ecco l'elenco completo dei premiati dell'edizione 2015: Fortunato Amarelli, amministratore delegato della Liquirizia Amarelli; Cinzia Ammirati, avvocato;  il generale dei Carabinieri Francesco Benedetto; il giornalista e regista Paolo Bolano; Mara Bonfiglio, direttore dell'Ospedale S. Anna di Roma; Francesco Canonaco, medico e direttore scientifico del Capri Palace; Stefano Canturi, orafo internazionale di Sydney; il pittore Natino Chirico; l'esecutive chef Luigi Ferraro; Anna Maria Monorchio, del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica; il notaio Francesco Scaldaferri; l'imprenditore Mario Romano, Presidente giovani industriali calabresi;  Francesco Rubino, medico e ordinario con cattedra a Londra; Robert Ruffolo, capo della sicurezza dell'ambasciata americana a Roma.

Premio speciale a Raffaella Docimo, ordinario di Odontoiatria Pediatrica a Tor Vergata e responsabile di Odontoiatria Pediatrica all'ospedale Fatebenefratelli di Roma, per le sue iniziative con Save The Children per la prevenzione orale nei bambini privi di assistenza.

La serata è stata condotta da Savino Zaba e Carolina Rey di Rai Expo.

Luigi Ferraro  mentre riceve il Premio dal Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner