Lo Chef consiglia: Risotto ai funghi porcini di Borgotaro

Dal 1993 il fungo di Borgotaro è un prodotto IGP (Indicazione Geografica Protetta)

18/09/2013

Lo Chef consiglia: Risotto ai funghi porcini di Borgotaro

Il fungo porcino di Borgotaro è un fungo antico che nasce spontaneamente nei boschi della Val Taro e si caratterizza per un aroma profumato e un odore fresco e intenso; è inoltre un prodotto IGP (Indicazione Geografica Protetta) dal 1993.

La sua storia è interessante: fu nominato per la prima volta in uno scritto di Alberto Clemente Cassio (1669-1760) che ne descrive positivamente le caratteristiche. Al fungo è stata dedicata anche una strada, la Strada del Fungo Porcino di Borgotaro, che ha inizio a Berceto, uno dei più antichi e importanti borghi dell’appennino parmense e si snoda poi in diversi paesi della Val Ceno e della Val Baganza. Percorrendo questa strada è possibile non solo ammirare antichi castelli, paesaggi ameni e luoghi di grande interesse artistico, ma anche gustare piatti tipici emiliani.

Questo fungo si presta ad essere utilizzato per numerose ricette: le più apprezzate e diffuse sono quelle che lo vedono accompagnato a polenta, tagliatelle, risotti, scaloppine.

In onore della Fiera nazionale del fungo porcino che si è tenuta nei giorni scorsi ad Albareto in provincia di Parma, mi sento di proporVi una ricetta tradizionale che ha come indiscusso protagonista proprio il nostro caro fungo porcino. Scopriamo gli ingredienti e mettiamoci all’opera!


Ingredienti per 4 persone:

320 gr riso

400 gr funghi porcini di Borgotaro

1 n cipolla

1 l brodo

qb vino bianco secco

qb prezzemolo tritato

qb burro

qb olio EVO

qb sale / pepe


  1. Per prima cosa trifolate i funghi in padella con un filo di olio e una spolverata di prezzemolo tritato.

  2. In un tegame a parte, rosolate la cipolla tritata con un filo di olio e aggiungete il riso.

  3. Sfumate con il vino bianco secco e lasciate evaporare.

  4. Aggiungete il brodo e fate cuocere per almeno 18 minuti (cottura minima), negli ultimi 5 minuti di cottura aggiungete i funghi trifolati in precedenza.

  5. Mantecate con parmigiano e burro.

  6. Impiattate e Gustate!


Ricetta: Chef Arsentiy Calabrese

Storia e adeguamenti: Martina Pacini

QUI il sito dello Chef

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner