Lo chef Luigi Ferraro: dall’India al Sultanato dell’Oman

09/10/2017

“La vita è un viaggio per imparare qualcosa di nuovo ogni giorno”, così la definisce Luigi Ferraro, un viaggio che di anno in anno ha ormai portato lo chef Ferraro a vivere il suo viaggio nel mondo, e nel mondo dell'arte della cucina, che lo tiene costantemente in movimento , proprio come la sua cucina ! Un viaggio che non finisce mai e continua in modo dinamico...

Nato a in provincia di Cosenza, ma da anni ormai “cittadino del mondo”, in quanto vive e lavora dove il suo lavoro “lo porta”, lo chef Ferraro è da poco approdato sulle rive del Golfo di Oman, dove ha rilanciato il ristorante italiano all’interno dello sfarzoso e suntuoso Shangri-La Barr Al Jissah Resort and Spa di Muscat, nel Sultanato dell’Oman, al suo fianco il sous chef di origine mantovano,Luca Gazzi. Il lussuoso Resort è tra i più belli del Golfo, di cui è General Manager il tedesco Mr. Jurgen Dorr ed Executive Chef l’irlandese Mr. Shane O’Neill. Lo chef Ferraro insieme alla sua brigata di cucina propone piatti creati sulla base di prodotti di eccellenza, pregevolezze italiane, ma soprattutto sulle preziosità del sud Italia.
Lo chef Luigi Ferraro (destra) e Shane O'Neill
 

Dopo 5 anni vissuti a Mosca, e quasi due trascorsi nella capitale indiana, New Delhi, presso l’elegante “Sorrento Ristorante”, sito all’interno del lussuoso Shangri-La Eros Hotel, di cui era lo chef italiano, ecco una nuova e curiosa meta, un altro paese da conoscere e altri inconsueti palati da conquistare.

Durante suo percorso lavorativo tante medaglie, tanti premi e riconoscimenti alla carriera conquistati e ricevuti, ragion per cui Regione Calabria non poteva che valorizzare questo chef e lo ha nominato Ambasciatore della buona Calabria a tavola nel mondo, forse l’unico giovane calabrese che sta facendo conoscere i prodotti e le eccellenze della sua terra in giro per il mondo. Molte le esperienze in giro per il mondo prima di fermarsi a Mosca in uno dei migliori ristoranti di lusso, periodo durante il quale ha ricevuto numerosi premi a livello internazionale ed ha partecipato a numerose trasmissioni televisive.

La sua passione per la cucina è istintiva, la cucina per lui ha sempre rappresentato uno “spazio culturale ideale” dove poter creare e sperimentare, dove viaggiare e far viaggiare la sua immaginazione e liberare la sua creatività, non semplicemente il luogo in cui prepara del cibo! E’ importante per lui la conoscenza e l’applicazione dei diversi procedimenti di cottura e naturalmente visto la sua attenzione per il tutto, predilige le cotture che opprimono meno possibile l’ingrediente. Ricerca sempre il meglio, e come nella vita è così soprattutto per la sua cucina: ogni ingrediente è fresco, ricercato, acquistato e conservato nel giusto modo. Ogni dettaglio è estetica e precisione, i piatti nella loro presentazione sono ricchi di minuziosi particolari, dai piccoli decori agli abbinamenti dei sapori, tutto esprime il suo impegno e il suo amore per il suo lavoro.

Pur essendo stato in India poco meno di due anni anche li ha fatto presto grande raccolta di premi e riconoscimenti: Mumbai: “Italian Quality - the Italian Restaurants in the world”; in Nuova Delhi “Best Chef in India” award in the Best Modern European Cuisine category at the “Top Chef 2016 Awards” e “Eazydiner the Best European Restaurant in a Hotel for the year 2016” , mesi pieni e ricchi come solo un grande chef sa fare sottoponendosi così a rigide valutazioni e confrontandosi senza paura con altri grandi chef.

Più di venti anni ormai che lavora nel settore della ristorazione, tante le esperienze lavorative in Italia e all’estero, soprattutto all’estero: Sharm el Sheik. Londra, Stoccarda, Bangkok, New York, George Town, San Pietroburgo, Parigi, Mosca e ora New Delhi.
Ha sempre messo tutto se stesso e tutta la passione possibile nel suo lavoro, ragion per cui la sua visione di cucina creativa e la sua ostinazione nel voler crescere nel suo lavoro lo hanno fatto crescere sempre più, anche se lui non si sente mai abbastanza.
Crescita e bravura che lo hanno portato a ricevere molti premi, riconoscimenti e nomine di ambasciatore che hanno contrassegnato maggiormente la sua carriera. Tanti corsi tenuti sulla sua cucina creativa mediterranea, tra i più noti quelli svolti a Parigi, San Pietroburgo, Mosca e quelli da docente della scuola di cucina Italian Culinary Istitute. Molti eventi e cene organizzati in giro per il mondo, alcuni dei più importanti sono il “Dinner Gala del Festival di Sanremo” nel 2014 e la cena di Gala a Expo Milano 2015 nel padiglione Italia, per la settimana del protagonismo calabrese.

Numerosi anche gli show cooking tenuti in eventi e manifestazioni, come ad Expo Milano 2015 nel padiglione Alitalia-Etihad, al PIR Moscow, Taste Moscow, al Salone del gusto di Torino, a Tutto Food Milano e altri ancora. Ha partecipato anche a trasmissioni televisive Rai e Mediaset, “The Cooking Show”, “Uno Mattina” e “Tg5 Gusto”. Non sono mancate le partecipazioni anche a gare internazionali, posizionandosi sempre tra i primi, tra cui due medaglie d’oro vinte a Mosca all’International Kremlin Culinary Cup. Non è mancata nemmeno l’avventura letterari! Infatti è riuscito a realizzare anche il suo primo libro, “Calabria in tutti i sensi. Un viaggio con Luigi Ferraro”, sulla sua Calabria grazie alla collaborazione con il grande fotografo Riccardo Marcialis.
L’energia di questo impulso ha mantenuto e mantiene sempre viva in lui la voglia di voler fare, cambiare, crescere e creare. Un’energia che mantiene sempre vivo in lui l’amore per il suo lavoro, lasciandogli così sempre vitale in lui la voglia di conoscere e di imparare, di stare sempre in movimento.

È un cuoco che riconosce il giusto valore delle tecniche moderne, che propone nei dettagli il suo amore per la cucina di qualità senza “compromessi”. Un cuoco che cucina con la testa, ma che ci mette sempre il cuore!
 

Il Sultanato dell'Oman

Il Sultanato dell'Oman è uno stato asiatico situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica. L'Oman è una monarchia assoluta governata dal sultano Qābūs, al potere dal 1970, ma il suo parlamento ha alcuni poteri legislativi e di controllo.

Nel novembre 2010 l'UNDP, su 135 paesi considerati, ha classificato l'Oman come lo Stato che ha avuto il maggior sviluppo socio-economico negli ultimi 40 anni; il sultanato è considerato uno dei più sviluppati e stabili tra i paesi arabi.Mascate popolazione 1.310.826 abitanti (2015) è la capitale dell'Oman.

Nonostante la notevole popolazione, che la rende la città più grande del sultanato, Mascate è ben pianificata e molto estesa (copre un'area di circa 1500 km²).Mascate è una delle città più vecchie del Medio Oriente. È conosciuta fin dal II secolo. Circa 1.400 kg di franchincenso venivano trasportati ogni anno per nave dall'Arabia Meridionale alla Grecia, a Roma e nel Mediterraneo.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner