Lo chef Olimpico Nicola Batavia ha fatto bis: ha aperto il Bistrot: «The Egg»

Il locale simboleggia la nuova era dello chef e del Birichin a Torino

19/03/2014

Lo chef Olimpico Nicola Batavia ha fatto bis: ha aperto il Bistrot: «The Egg»
Torino 19 marzo 2014. “Vi avevo anticipato che il 2014 sarebbe stato un anno ricco di avvenimenti, novità e cambiamenti”. Così si trova scritto nel blog di Nicola Batavia, chef eclettico e di acuta auto-ironia, tanto da aver rispedito al mittente la Stella Michelin conquistata qualche anno fa, e poco fa ha mantenuto la promessa di “novità e cambiamenti”.

Batavia che è stato lo chef olimpico a «Casa Nike» alle Olimpiadi di Torino 2006, Pechino 2008 e Londra 2012, alle ore 20 di questa sera ha fatto bis: ha inaugurato infatti all’interno del suo famoso locale Il Birichin di via Vincenzo Monti 16/A un bistrot: «The Egg».

Un locale tutto nuovo e proiettato nel futuro.
The Egg è, prima di tutto, un luogo di rinascita e lo simboleggia. Non solo perché l’uovo in quanto tale è da sempre considerato simbolo di vita e di rigenerazione, ma soprattutto perché con questo progetto lo chef olimpico inizia una nuova vita. Già perché l’uovo vuole rappresentare l'inizio e la riscoperta di una nuova filosofia di cucina, ma anche perché all’età di 47 anni Nicola Batavia diventa padre (Auguri!) e non a caso ha deciso di inaugurare The Egg proprio il 19 marzo, giornata della festa del papà.
 
Lo chef Nicola Batavia
 
Tutto il locale, dall’estetica alla proposta del menù, richiama l’uovo e la sua semplicità, ma evidenzia anche quello che è, da sempre, uno dei piatti simbolo di Nicola Batavia, lo chef che negli anni ha meritato e poi rifiutato la Stella Michelin. Le uova, tra cui l’Uovo caramellato nel carciofo, l’Uovo in camicia e le Uova al palet, saranno proposte in un ambiente rinnovato in cui anche le forme di ciò che si mangia richiamano quella di The Egg: dal panino preparato appositamente da Luca Scarcella del Forno dell’Angolo di Torino, alla pizza gourmet preparata con l’impasto di Renato Bosco che tutti i lunedì sarà servita all’interno del locale. Il menù, che prevede un prezzo medio di 25,00 euro, sarà un mix di cucina mediterranea con un forte richiamo al Piemonte, terra di cui Nicola Batavia è fortemente innamorato. E qui, dove non si pagheranno né il coperto né il caffè, si potranno assaggiare piatti come la Ricotta di bufala, gambero crudo, zenzero candito e sale rosa, gli Spaghettoni Felicetti con l’intero granchio, Caprese calda di provola, Alette di pollo timo e limone o il Gran hamburger vegano.

Ma questo locale che simboleggia la nuova era dello chef e del Birichin, che nella sala attigua continua la sua proposta di alta ristorazione, vuole essere anche un luogo di incontro per aziende e produttori non solo del settore food. La cucina fuori dalla cucina di The Egg è un tavolo di incontro, luogo di riunione, di sperimentazione e di presentazione di prodotti che possono essere cucinati direttamente sotto gli occhi della propria clientela, ma è soprattutto una casa. Una casa fatta di cucina semplice e genuina accompagnata da prodotti d’eccellenza come le uova umbre di Sandro Cucina che saranno il filo conduttore di questo locale.

The Egg, semplice come un uovo offre alla propria clientela anche un servizio di wifi e parcheggio gratuito. L’inaugurazione sarà accompagnata dalla mostra fotografica di Laura Bianca e sarà realizzata in collaborazione con Guzzini, KitchenAid, Lavazza e Bontempi.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni www.nicolabatavia.it
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner