Lo chef Vincenzo Elia di Tenuta Moreno porta il gusto del Salento nel padiglione di Eataly di Expo Milano

Elia alla conquista dei visitatori con pesce, pasta fatta in casa e prodotti Slow Food

23/07/2015

Lo chef Vincenzo Elia di Tenuta Moreno porta il gusto del Salento nel padiglione di Eataly di Expo Milano
Milano Expo 2015. Sapori e colori di Puglia dalla Masseria Moreno all’Expo di Milano con i piatti dello chef Vincenzo Elia il prossimo mese di agosto.
Il gusto del Salento sarà protagonista nell'area delle regioni italiane dei padiglioni Eataly.

Quali leccornie porterà a Milano il bravo Elia?
Si inizierà con antipasto povero, l'antico acqua sale - frisella di grano duro condita con pomodoro
fiaschetto del presidio Slow Food di Torre Guaceto -, per continuare con triangoli capresi, conditi con melanzane soffritte e burratina di Gioia del Colle come primo e come seconda portata pescatrice, seppie, cozze brindisine e gamberoni di Gallipoli, per finire con una cialda croccante di mandorle, ricotta ai fichi del presidio Slow Food del fico mandorlato di S. Michele Salentino.

Un menù che sposa tradizione e innovazione.

Il focus è tutto sui prodotti del territorio, a kilometro zero, che dallo chef vengono abbinati e combinati tenendo d'occhio la tradizione, ma con una ventata di originalità.

Vincenzo Elia deve buona parte della sua esperienza proprio alla Tenuta Moreno dove lavora dal 2002, dopo aver svolto la sua attività a Roma e Londra, e dove ha avuto modo di studiare e sperimentare.
Situata nella campagna tra Mesagne e Latiano, in provincia di Brindisi, la struttura alberghiera nasce dalla ristrutturazione di una masseria salentina del Settecento e vanta un parco mediterraneo con orto biologico dove i clienti si dilettano a raccogliere verdure e aromi.
Tutto qui e' all'insegna del sostenibile, vanto del resort.
L'attenzione al consumo dell'acqua, la riduzione dell'utilizzo di anidride carbonica, la raccolta differenziata sono solo alcune delle strategie messe in pratica dal team dell'hotel. Che mostra tanta attenzione alla natura da aver scelto dopo l'arrivo inatteso per due anni consecutivi di uno sciame di api di creare alveari e produrre miele
 
Tenuta Moreno Masseria & SPA: charme eco-friendly nell’alto Salento

Tenuta Moreno Masseria & SPA, un’antica masseria del ‘700, è un complesso architettonico che si inserisce armoniosamente nella tipica campagna pugliese, immerso nei 12 ettari di un vasto uliveto. E’ un luogo magico dove profumi e colori tipicamente mediterranei fanno da cornice a un comfort d’eccellenza quale quello offerto da una realtà alberghiera di prim’ordine.

A pochi kilometri dal mare, a Mesagne, con le sue 86 camere circondate dalle suggestioni di giardini fioriti e di un romantico uliveto, contraddistinte da uno stile chic ma che non tralascia i dettagli della tradizione locale – come le splendide ceramiche di Grottaglie –, costituisce la location ideale per trascorrere esclusivi momenti di relax.

La filosofia che anima l’incanto della Tenuta è il rispetto per la Natura che si manifesta in tutti i suoi ambiti: il consumo dell’acqua, la riduzione dell’utilizzo di anidride carbonica, la raccolta differenziata, la limitazione degli ingombri, tutto all’insegna di uno stile di vita sostenibile. Green è anche la cucina capitanata dallo chef Vincenzo Elia che trasforma i prodotti a kilometro zero dell’eccellenza del territorio (come i pesci che sono forniti dalla Cooperativa dei Pescatori di Torre Guaceto che è un presidio Slowfood) in emozionanti combinazioni e creazioni per un’esperienza unica di tradizione e originalità. Le proposte e gli abbinamenti dei due ristoranti, Aranceto e Sallentia, variano in funzione della stagionalità e dell’offerta dei produttori locali riservando, di volta in volta, sapori diversi.

Gli ospiti hanno la possibilità di raccogliere ortaggi e verdure ottenute dalle antiche sementi autoctone dell’orto biodinamico della masseria, come quelle del pomodoro fiaschetto e regina o il peperoncino dolce di Carovigno ottimo con la purea di fave, che potranno essere assaporati dopo la trasformazione delle sapienti mani dello chef.

Ulteriore peculiarità di Tenuta Moreno Masseria & SPA è che vanta il più ampio campo di fichi della Puglia: raccoglie ben settanta varietà di alberi provenienti da tutta la zona mediterranea, dalla Francia al Nord Africa. I frutti delle varietà locali entrano anche nel ciclo produttivo del presidio Slow Food del fico mandorlato di S. Michele Salentino: i fichi, essiccati al sole, vengono aromatizzati con scorza di limone e semi di finocchietto selvatico e arricchiti con mandorle di coltivazioni locali.

Tenuta Moreno Masseria & SPA dispone inoltre di una splendida piscina con annesso ristorante per piacevoli light lunch a completare momenti di autentica piacevolezza davanti ad un bicchiere di Negroamaro, il tipico vino dell’ospitalità. A bordo piscina, tra palme e ulivi secolari, è possibile anche fruire di rilassanti trattamenti di bellezza all’ombra dei bianchi gazebo o seguire sessioni di yoga, tai chi e pilates.

Imperdibile infine la SPA realizzata con materiali naturali e contraddistinta da ampie vetrate, con vista panoramica sull’aranceto e sulla piscina scavata nella roccia: utilizza l’ olio extravergine di oliva proveniente dalla vicina riserva marina di Torre Guaceto, lavanda e rosmarino. Da provare, tra gli altri, il massaggio con gli “shcantareddi” - piccoli sassi arrotondati opportunamente raffreddati – per rigenerare il corpo e lo spirito.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner