Lo svedese Jon Arvid Rosengren conquista il titolo di Miglior Sommelier d'Europa

7ma posizione per l'italiano Matteo Ghiringhelli, chef sommellier al 5 stelle lusso Palazzo Parigi

30/09/2013

Lo svedese Jon Arvid Rosengren  conquista  il titolo di Miglior Sommelier d'Europa

Sanremo 30 settembre 2013 - Lo svedese Jon Arvid Rosengren, 28 anni, della Modern American Steak House di Copenhagen, ha conquistato ieri a Sanremo il titolo di Miglior Sommelier d'Europa. Il concorso, a cadenza triennale, è stato organizzato, per la prima volta in Italia, da ASI (Association de la Sommellerie Internationale , la più la più antica e prestigiosa, fondata nel 1969 a Reims).

La finalissima a tre, è andata in scena sul palco del Teatro del Casino.

Rosengren, a cui va il merito di aver saputo abbinare competenza e sicurezza a un savoir faire fresco ed elegante, ha avuto la meglio sulla agguerritissima romena Julia Scavo, 30 anni, del ristorante L'Ane Rouge di Nizza e su uno dei veterani e favoriti di questa edizione, il francese David Biraud, 41 anni, del ristorante Sur Mesure par Thierry Marx di Parigi.

Settima posizione per l'italiano Matteo Ghiringhelli, chef sommellier al 5 stelle lusso Palazzo Parigi, a Milano.

Il vincitore, Rosengren, raccoglie il testimone dall'Italo-Svizzero Paolo Basso del ristorante Concabella di Vacallo che, ad aprile 2013, ha conquistato anche il titolo mondiale a Tokyo.

I tre finalisti

E' un podio, quello di quest'anno, che conferma come sia cresciuta la scuola nordica nell'ambito della sommellerie, così come già avvenuto in cucina grazie a chef del calibro del danese Renè Redzepi. Per la prima volta sale sul podio una donna (all'inizio delle selezioni erano in quattro, provenienti da Romania, Cipro, Irlanda, Islanda) a conferma del fatto che il mestiere di sommelier sta sempre più conquistando l'interesse del pubblico femminile che decide di intraprendere una carriera nel mondo della ristorazione.

Al concorso hanno preso parte 37 candidati provenienti da altrettante nazioni. La regia dell'evento - che si conclude oggi, 30 settembre, con l'Assemblea Generale ASI - è stata curata da Giuseppe Vaccarini, Presidente di Aspi (Association de la Sommellerie Professionale) campione del mondo nel 1978.

Il concorso è organizzato sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, del Ministero degli Affari Esesteri, della Regione Liguria e con la collaborazione della Provincia di Imperia, della Camera di Commercio di Imperia e della Confcommercio di Imperia.

Rosengren raccoglie il testimone dall'Italo-Svizzero Paolo Basso del ristorante Concabella di Vacallo che, ad aprile 2013, ha conquistato anche il titolo mondiale a Tokyo.

****

Verso la finale del Miglior Sommelier dell'anno

Sanremo 12 settembre 2013. La finale n°13 del concorso europeo firmato A.S.I. (Association de la Sommellerie Internationale, la più antica e prestigiosa, fondata nel 1969 a Reims) si terrà a Sanremo domenica 29 settembre . Al Concorso, a cadenza triennale, sono attesi i migliori Sommelier in arrivo da 37 nazioni in gara. Fra i candidati anche 4 donne ognuna delle quali ha sbaragliato i colleghi maschi di Irlanda, Islanda, Cipro e Romania conquistandosi un posto alle eliminatorie. Il candidato Italiano è Matteo Ghiringhelli, milanese, 26 anni con importanti esperienze all’attivo in ristoranti e hotel di fama internazionale fra cui il Four Seasons Hotel Geoges V di Parigi, terzo classificato all’edizione 2010 per il titolo europeo e da pochi giorni in prima linea come responsabile della cantina e della carta dei vini di Palazzo Parigi prestigioso 5 stelle lusso inaugurato lo scorso 5 settembre a Milano.

La regia dell’evento sarà curata da ASPI (Associazione della Sommellerie Professionale Italiana). Giuseppe Vaccarini - Presidente di ASPI, emanazione italiana di A.S.I. e Miglior Sommelier del Mondo nel 1978, con il suo team è al lavoro da mesi per imbastire il programma di una competizione che si preannuncia particolarmente ricca.

Il concorso per il titolo di Miglior Sommelier d’Europa ha sempre rappresentato un appuntamento di grande appeal per i professionisti del vino. Tecnicamente simile a un mondiale, la tappa europea è per ogni candidato un’opportunità per mettere alla prova, ai massimi livelli, la conoscenza di un mestiere che sempre meno riguarda la sola mescita del vino . “L’arte della sommellerie - dichiara Giuseppe Vaccarini- è una professione dinamica che si è evoluta negli ultimi decenni in tutti i Paesi del mondo e il concorso per i titoli di Miglior Sommelier d’Europa e del Mondo riflette l’universalità della professione di sommelier. Il sommelier contemporaneo dovrebbe essere depositario di una conoscenza a 360° non solo sul mondo vino, ma anche su tutte le bevande che accompagnano il pasto, poiché le tavole nel mondo sono oggi imbandite da suggestioni globali che si fondono in modo trasversale con le cucine internazionali.“

Docente di lungo corso all'Istituto alberghiero Carlo Porta di Milano, Giuseppe Vaccarini ha voluto enfatizzare gli aspetti divulgativi del concorso aprendo agli appassionati le porte della finale ma non solo. Domenica 29 settembre dalle ore 10, il prestigioso hotel Royal di Sanremo ospiterà un articolato banco d'assaggio che che coinvolgerà importanti aziende del vino e dell'olio e cheprevede, fra l'altro, un momento dedicato alla valorizzazione del pesto al mortaio con dimostrazioni "live" .

E' prevista inoltre la partecipazione dei barman di AIBES che poporranno in degustazione alcuni cocktail tornati di grande attualità anche fra il pubblico giovane, mentre i maitre di AMIRA proporranno alcune spettacolari preparazioni gastronomiche "alla lampada". A dare manforte nella gestione del banco d'assaggio, saranno gli studenti degli istituti alberghieri Carlo Porta di Milano e Eleonora Ruffini di Arma di Taggia, coordinati dai rispettivi docenti.

La finale, in programma domenica 29 settembre dalle ore 16.30 al Teatro del Casinò di Sanremo, sarà aperta al pubblico che potrà assistere all'esibizione dei tre migliori candidati al titolo europeo. Un riconoscimento che può essere assai determinante per la carrieradi un professionista votato al vino. La storia di Enrico Bernardo miglior sommelier d'Europa nel 2002 e miglior sommelier del mondo nel 2004 ( a 27 anni, il più giovane della storia ) insegna.

Il concorso è organizzato sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, del Ministero degli Affari Esesteri, della Regione Liguria e con la collaborazione della Provincia di Imperia, della Camera di Commercio di Imperia e della Confcommercio di Imperia.

La partecipazione ai momenti aperti al pubblico è gratuita.

E' consigliata la prenotazione con l'invio di una mail a info@mse2013.eu

Per maggiori informazioni

http://www.mse2013.eu/

Tag: sommelier

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner