Nasce Sorbiwine, il sorbetto al lambrusco di Corte Manzini

Sarà presente nelle prossime fiere: al Vinitaly a Verona e Cibus a Parma

28/02/2016

Nasce Sorbiwine, il sorbetto al lambrusco di Corte Manzini
Corte  Manzini, è un’azienda di Castelvetro in provincia di Modena e dal 1978 produce il miglior Lambrusco Grasparossa del territorio, tanto da essere apprezzato perfino da Luciano Pavarotti, che non se ne privava mai. A confermare il valore dei prodotti di Corte Manzini sono  i premi vinti a numerosi  concorsi nazionali e internazionali, con la conquista di  oltre 40 medaglie  oro e argento, vantando perfino un Oscar in Piemonte.
 
Il Lambrusco di Corte Manzini  ha ottenuto  la Corona tra i migliori vini autoctoni italiani e il titolo di miglior Cantina di Lambrusco nella prestigiosa selezione di Merum Germania.
 
Ma quello che maggiormante ci ha intrigato è la storia di come è nato il sorbetto al lambrusco.
Enrico Manzini, giovane produttore dell’omonima cantina di Castelvetro, Corte Manzini è obbligato per un decorso post-operatorio a  stare un mese e mezzo a casa.
La lettura dei libri non basta per passare il tempo e allora il giovane  Enrico Manzini, sfrutta questo periodo di convalescenza per mettere a punto un’idea che da tempo gli frullava in testa, la nscita di un prodotto nuovo, mai prima incontrato sul mercato, ed ecco che nasce  il sorbetto al lambrusco. Messa a punta la ricetta, non tutto è stato facile, ma dopo prove su prove alla fine nel 2014 nasce SorbiWine, un prodotto nuovo e originale, un sorbetto dal gusto fresco e dissetante,  prodotto con una base di gelato neutra, senza additivi né coloranti, e con l’immancabile buon Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Corte Manzini
 
Sorbiwine nasce anche dalla collaborazione con la ditta SPM, azienda  leader nella produzione di macchine per il gelato e granitori. 
“È grazie a questa sinergia che siamo  arrivati –dice ad INformaCIBO Enrico Manzini- a perfezionare Sorbiwine,  fino a elaborarne tre deliziose varianti: una versione a base di Lambrusco Grasparossa 4% vol, una versione più delicata, a base di Lambrusco Grasparossa  Rosè  5%vol ,  e una analcolica 0% vol”.


Enrico Manzini con il suo Sorbiwine,  in una foto INformaCIBO scattata al Sigep di Rimini
 
La sua composizione, fatta solo con Lambrusco Grasparossa  Corte Manzini  e un‘apposita base gelato neutra , è stata studiata ad hoc per  far sì che vengano esaltate tutte le caratteristiche organolettiche del  Lambrusco  e che sia possibile ottenere così non solo un vellutato sorbetto, ma anche un  cremoso gelato.
La colorazione  invitante, il gusto piacevole e la consistenza dissetante, lo rendono adatto ad  essere servito sia come dessert che come intervallo fra varie portate di un pasto, proprio per la sua capacità di pulire il palato lasciando un gusto fresco, dolce ma non troppo, che invita a ricominciare.

Un prodotto quindi versatile e particolare, che si sta facendo strada nel panorama Enogastronomico nazionale  e non solo:  sarà  infatti protagonista nelle  prossime fiere internazionali  Prowein  in Germania , Vinitaly  a Verona e Cibus a Parma.

Sorbiwine ha trovato riscontri molto positivi non solo in Italia, ma anche all’estero.
È infatti molto apprezzato in Svizzera, Norvegia e Germania e chissà che presto non accresca il suo favore anche in altri Paesi….le premesse positive non mancano!
 
 

 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner