Nicodemo Librandi, il pioniere del Cirò, benedice l' Enoteca Regionale della Calabria

Presentata a Vinitaly la nuova Casa dei Vini Enoteca Regionale della Calabria

14/04/2014

Nicodemo Librandi, il pioniere del Cirò, benedice l' Enoteca Regionale della Calabria

Verona aprile 2014. Non solo una sede di rappresentanza ma il cuore pulsante dell'enologia calabrese. Nasce con questo obiettivo la Casa dei Vini di Calabria, Enoteca Regionale nata per promuovere l'eccellenza dei vini calabresi in Italia e all'estero.

L'Enoteca è stata presentata ufficialmente a Vinitaly nello stand della Regione Calabria e ha avuto subito una consacrazione ufficiale di pregio. Nicodemo Librandi, proprietario dell'azienda Librandi, la realtà vitivinicola calabrese più rinomata in Italia e all'estero, interpellato da INformaCIBO, dice: “ritengo estremamente positivo la nascita dell'Enoteca Regionale della Calabria. Ora con questa scelta è stata colmata una manchevolezza nel settore vinicolo regionale. Ben venga -aggiunge il pioniere del Cirò- l'Enoteca ma il mio augurio è che ne possano nascere delle altre, perchè la nascita di questi Enti porteranno certamente dei benefici a tutto il mondo del vino calabrese”.

Con questa grande benedizione del professore Librandi, l'Enoteca Regionale si appresta ora a mettere a punto gli ultimi dettagli in vista dell'inaugurazione ufficiale delle sedi di Cirò e Lamezia Terme, prevista per il prossimo mese di giugno.

Nicodemo Librandi, proprietario dell'azienda Librandi, intervistato da INformaCIBO
(le foto del servizio sono a cura di Raffaele D'Angelo)

E in sintonia con le parole di Librandi arrivano anche quelle di Gregorio Mungari Cotruzzolà, Presidente della neonata Enoteca, che afferma: “la Calabria ha indubbie qualità vitivinicole nel proprio territorio, ora c'è la necessità di far emergere maggiormente le produzioni insieme alle loro perculiarità. Proprio con questo fine nasce e vuole lavorare l'Enoteca regionale: vogliamo promuovere e valorizzare il patrimonio storico, culturale ed enogastronomico della nostra regione ben oltre i confini regionali”.

Gregorio Mungari Cotruzzolà Presidente della neonata Enoteca regionale della Calabria

Nella conferenza stampa veronese, organizzata dalla Marketing&Consulting di Gianfranco Cimbalo, consulente marketing scelto dall'Enoteca Regionale "Casa dei vini di Calabria", alla quale hanno presenziato l'Assessore Agricoltura e Foreste della Regione Calabria, Michele Trematerra, l'Assessore Internazionalizzazione, Luigi Fedele, il Direttore Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria, Giuseppe Zimbalatti, il Consiglio di Amministrazione della Casa dei Vini di Calabria con Gregorio Mungari Cotruzzolà (Presidente della neonata Enoteca), Giuditta De Santis, Salvatore De Biase e la nota sommelier masterclass, Adua Villa, madrina dell'evento, è stato raccontato il percorso che ha portato alla realizzazione di questo importante progetto, che mira a far conoscere l'immensa ricchezza enologica dell'antica Enotria.

"In Calabria - ha sottolineato l'Assessore Trematerra - esiste una realtà molto interessante fatta di aziende che hanno investito molto nelle proprie produzioni. In questo settore, infatti, sono stati fatti grandi passi in avanti rispetto al passato anche in termini di investimenti. Una strada intrapresa sulla quale bisogna spingere con sempre maggiore incisività ed in tal senso gli obiettivi che si è data la Casa dei Vini di Calabria sono in linea con i programmi dell'assessorato da me rappresentato".
L'obiettivo principale della Casa dei vini di Calabria - ha proseguito il Presidente Mungari Cotruzzolà - è certamente quello di far conoscere e valorizzare i vini regionali anche oltre i confini nazionali, sostenendo iniziative di promozione e favorendo iniziative per la valorizzazione del territorio. Uno scopo che potrà essere raggiunto solo grazie all'impegno di tutti gli attori coinvolti, primi fra tutti i produttori che sono il vero motore di questo progetto. Con la nascita dell'Enoteca Regionale stiamo dunque dimostrando di aver compreso l'importanza delle sinergie e di saper fare sistema.

"La Calabria è in grado di produrre un grande vino di qualità - ha aggiunto On. Luigi Fedele - grazie alla capacità delle aziende di innovare nel solco della tradizione. Il nostro messaggio deve essere chiaro, non più muoversi come singoli, ma promuovere la cooperazione tra le aziende per un bene comune, in modo da essere competitivi nel mercato globale. Il comune obiettivo con l'Assessore dott. Michele Trematerra, Unioncamere Calabria, le Camere di Commercio e tutti i settori compartecipanti sono un chiaro esempio di svolta".
"Il vino calabrese - ha concluso Adua Villa - è oggi una realtà consolidata sul mercato grazie all'impegno di alcune aziende che hanno investito molto sulla ricerca e sulla qualità delle loro produzioni. Mancava però una vetrina che ponesse in luce questa realtà ed ora, con la nascita della Casa dei Vini di Calabria e le sue prestigiose sedi di Cirò e Lamezia Terme, anche questo vuoto è stato finalmente colmato".

L'Enoteca Regionale sarà dunque cornice ideale per scoprire i vini calabresi, con tutte le loro peculiarità e particolarità. Ma la Casa dei vini di Calabria sarà anche il punto di partenza per la promozione e la valorizzazione di un'intera regione, come evidenzia la creazione del sito web e della nuova App presentata a Verona dall'Ing. Innocenzo Russo e dalla sua Factory 3.0, che offre al pubblico la possibilità di ricevere, direttamente sul proprio smartphone, tutte le informazioni sulle cantine regionali e su questo territorio prezioso, fatto di natura, storia, cultura ed enogastronomia.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner