Olio da (de)Gustare a Extra Lucca: conclusa con pieno successo la kermesse ideata da Fausto Borella

Maestrod’olio: “Utilizzare l'olio extravergine al posto del burro e margarina anche per i dolci”

18/02/2014

Olio da (de)Gustare a Extra Lucca: conclusa  con pieno successo la kermesse ideata da Fausto Borella

a cura di Donato Troiano e Valeria Bertocchi

Lucca 18 febbraio 2014. Si è conclusa con successo a Lucca la scorsa domenica la seconda edizione di Extra Lucca, la mostra mercato dedicata agli oli d’oliva extravergini provenienti da tutta Italia, selezionati dall'esperto e cultore dell'Olio, Fausto Borella, sommelier professionista e fondatore dell’Accademia Maestrod’olio.

Questa seconda edizione, patrocinata tra gli altri, dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, ha avuto come cuore Villa Bottini e si è snodata fra i ristoranti del centro storico per arrivare ad avere il suo clou nello splendido Auditorium della Chiesa San Francesco, dove si è svolta la premiazione dei migliori oli d’Italia con l'assegnazione delle  Corone Maestrod’olio 2014 e il Riconoscimento Luigi Veronelli.

Borella: “Utilizzare l'olio extravergine d'oliva al posto di burro e margarina anche per i dolci”
Proprio ricordando una delle tante rivoluzioni di Gino Veronelli, che aveva sdoganato il vino rosso con i piatti di pesce, chiediamo a  Fausto Borella, che di Veronelli è stato collaboratore e allievo prediletto, quale mito è necessario sfatare oggi a dieci anni dalla morte di Gino?.

“Utilizzare l'olio extravergine d'oliva al posto di burro e margarina anche per i dolci”, è la pronta risposta di Borella.
“Le ciambelle, le crostate e le torte in genere con l'olio acquistano più gusto e leggerezza. Utilizzando l’olio nell’impasto -precisa Borella- i dolci risulteranno sicuramente più sani e morbidi”.
A dargli ragione anche un vera maestra della cucina italiana, Valeria Piccini, due stelle Michelin, che con Maurizio Menichetti guida con passione il ristorante Da Caino a Montemerano, che dice: “Sono 35 anni che lavoro in cucina e non uso il burro per la pasticceria. Tutte le mie preparazioni si basano sull’olio Extravergine, dai pani, alla definizione dei piatti”.

Nessuna crociata quindi contro il burro ma la riaffermazione netta del primato di un prodotto di grande qualità come l'Olio extravergine di oliva che, come ha sottolineato anche Nicola Rossi, presente a Extra Lucca in rappresentanza del ministero delle politiche agricole e forestali, “mangiare bene deve voler dire mangiare sano e per questo il ministero punta sempre più a sostenere e valorizzare l’olio extravergine di oliva, un tesoro naturale simbolo del nostro migliore made in Italy e della dieta mediterranea”.

Durante Extra Lucca è stato presentato anche il “gelato con l'olio” per la gioia di grandi e piccini.

La Carta degli Oli in ogni ristorante: l'altra battaglia di Fausto Borella
Inoltre, durante la settimana dal 10 al 16 febbraio la città di Lucca ha vissuto l'evento con tanti menu all'olio e la presenza della “Carta degli oli” posti in evidenza in moltissimi ristoranti del centro storico di Lucca.
La Carta degli Oli in ogni ristorante: questa è l'altra grande battaglia condotta dal Maestrod’olio, Fausto Borella.

Non c'è buon maitre che, servendo un piatto a tavola, si asterrebbe dal dispensare un consiglio sul vino giusto da abbinare al piatto. Non sarebbe strano sentirsi dire: “Col filetto mi permetto di suggerire un grande Brunello di Montalcino” e allora perchè un discorso del genere non dovrebbe valere anche per l'olio?
Fausto Borella, un precursore dell'abbinamento olio e cibo, auspica che in molti possono presentare al cliente un piatto in questo modo: “sull'insalata di mare, suggerirei un olio di olive Taggiasche di Imperia”.

Anche il sindaco di Lucca, Alessandro Tampellini, presente all'inaugurazione e alla serata delle premiazioni, apprezza questa scelta e da tempo punta a trasformare la città murata nella capitale dell’olio d’oliva di qualità italiano.

Il Sindaco di Lucca Alessandro Tampellini (a destra) nella giornata inaugurale di Extra Lucca

Guardare dentro un grande destino, tra indizi e pronostici, non è mai semplice. E Lucca, città vocata per il buono e il bello può avere davanti a sé una prospettiva di grande vetrina nel settore dell'Oro giallo” come il successo di questa seconda edizione di Extra Lucca 2014 conferma ampiamente.

Le varie iniziative di Extra Lucca

Una seguitissima lezione è stata tenuta sabato dalla nutrizionista Sara Farnetti che ha smontato, dati alla mano, le certezze sul cibo a cominciare dall'uso del fritto in cucina, in un incontro intitolato appunto “Tutto ciò che sai sul cibo è falso”.
 

Tom Mueller durante il suo intervento a Extra Lucca 
 

Tom Mueller autore di Extraverginity, dopo le polemiche del NYT, dice: gli americani hanno una ignoranza abissale dell'Olio

Il pomeriggio di sabato grande attenzione di produttori di olio e di molti esperti e giornalisti per l'incontro che ha trattato un tema di grande attualità: il mercato mondiale degli oli extravergini italiani di grande eccellenza.

Paolo Borzatta, esperto di strategia aziendale e di internazionalizzazione, Senior Partner The European House – Ambrosetti, si è soffermato sul tema: “Come affermare e mantenere la leadership mondiale degli oli extravergini italiani di grande eccellenza”, seguito poi dall'intervento di Tom Mueller, il giornalista americano autore del libro da cui ha preso ispirazione l'art director del NYT per attaccare i produttori italiani di olio extravergine.  
Arrivato a Lucca sull'onda delle polemiche seguite alla pubblicazione delle vignette anti-extravergine italiano da parte del New York Times,  Tom Mueller, parlando a Villa Bottini non solo ha smentito ancora una volta la presa di posizione del giornale americano ma ha affermato che gli americani hanno una ignoranza abissale sulle caratteristiche dell'Olio italiano: “Voi italiani dovete fare un lavoro di educazione del vostro olio perchè in Italia ci sono oli eccellenti che meritano rispetto”.

E in una intervista rilasciata, sempre durante Extra Lucca, a Fernanda Ruggero di Food24 Tom Mueller propone la sua ricetta per l'olio extra-vergine made in Italy: l'olio deve avere i suoi cru (cliccare QUI).
 


Il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP
Una vera e propria kermesse del gusto ha visto protagonista l'Oro bianco” per eccellenza, la Mozzarella di Bufala Campana DOP, certamente uno dei prodotti italiani più conosciuti e apprezzati al mondo e sempre più proiettato al raggiungimento di standard di pura eccellenza.

Nelle due giornate si sono svolte una serie di degustazioni e di incontri con la stampa con i responsabili del Consorzio. In particolare, Antonio Lucisano, direttore del Consorzio di Tutela ha sottolineato come non poteva mancare il simbolo del made in Italy, la mozzarella di bufala campana Dop, ad un evento come Extra Lucca, tutto incentrato sulla qualità e la genuinità del prodotto.

Nell'occasione è stata presentata l’edizione 2014 de “Le Strade della Mozzarella” di Paestum, l’atteso evento realizzato grazie al fondamentale contributo del Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop.

Ottima la riuscita di vari cooking show con la presenza di tanti cuochi di fama, particolarmente sensibili all'utilizzo dell'Olio extravergine di olive. Presenti, tra gli altri, Valeria Piccini, Valentino Cassanelli, Andrea Magi, Cristiano Tomei (che interpreta con Roy Paci la gastromusica), Alessandro Borghese, Walter Ferretto, Andrea Mattei e Luca Landi.

Da segnalare che i produttori presenti a Lucca, provenienti da tutte le zone più vocate d’Italia, compresi i territori dei laghi di Como e del Garda e l’insospettabile Friuli, prima di far degustare i loro oli, hanno incontrato un panel di esperti (agronomi, assaggiatori, consulenti di mercato e giornalisti) in una sessione di formazione innovativa chiamata E2 – EXTRA EDUCA.

Infine da ricordare la presenza di grandi vini. Riccardo Viscardi con il supporto di AIS Toscana, è stato il moderatore di alcuni incontri sul vino, con verticale di San Leonardo dell’omonima tenuta e quella di Cantico del Podere La Cappella.
Leonardo Taddei ha condotto invece la verticale di Brunello Riserva della Tenuta Il Poggione e la orizzontale di Champagne nella giornata di domenica.
Insieme all’olio Extravergine di oliva, in uno spazio dei locali di Villa Bottini era possibile acquistare anche a base di olio, dalle verdure ai cioccolatini, ai prodotti di bellezza.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner