Olio extra vergine d’oliva: con MO’ E NINI l’alimentazione sana è un cartoon

25/11/2017

Grazie alle due olive, con tanto di foglie, che si chiamano Mo’ e Nini oltre 100.000 bambini hanno scoperto quanto l’olio extra vergine d’oliva sia importante per crescere
Un nuovo cartone animato con due simpatiche olive insegna ai più piccoli la storia e l’utilità di un alimento che contribuisce a farli crescere sani: l’olio extra vergine d’oliva tanto amato dagli italiani. Le due olive, con tanto di foglie, si chiamano Mo’ Nini. Quest’ultima è un personaggio nuovo chiamato ad affiancare Mo’, già protagonista del precedente cartoon. Vivono in un uliveto insieme a tutto il “popolo dell’olio” e si danno un gran da fare per spiegare in cosa consiste la dieta mediterranea, come si produce l’olio extravergine di qualità e come usarlo al meglio in cucina.

Mo’ e Nini sono al centro di un progetto ludico-didattico che Monini dedica per il terzo anno alle prime quattro classi della scuola primaria.

Sul sito dedicato (www.moelafavoladellolio.it), dove i due episodi del cartoon sono disponibili, è possibile scaricare un kit didattico che include una guida per gli insegnanti, il “Giornalino della sana alimentazione” e il folder con il regolamento del nuovo concorso: "Un’esperienza con Mo’ e Nini", il contest che invita bambini e docenti a mettere alla prova la creatività di ogni classe realizzando elaborati rappresentativi del percorso ludico-educativo seguito durante l’anno scolastico. I lavori possono essere realizzati in qualunque formato e modalità espressiva e potranno essere singoli, di gruppo o di classe. Sul “podio”, in ogni caso, salirà l’intera classe che avrà brillato per originalità e per pertinenza.

Per entrare in gara le scuole che aderiranno all’invito avranno tempo fino al 30 aprile 2018 per presentare il loro lavoro. Poi la giuria sceglierà tre classi vincitrici a pari merito di un buono da 1.000 euro spendibile in materiali scolastici e 25 visori 3D che permetteranno un’“immersione” nel racconto virtuale di Mo’ in realtà aumentata attraverso la nuova app "MONINI360". 25 visori 3D saranno il premio anche di altre quattro menzioni speciali.

Il successo delle due edizioni precedenti dell’iniziativa legata all’olivetta Mo’, salutato dall’adesione di oltre 3.100 scuole e più di 100.000 giovanissimi, ha portato questa terza edizione ad essere presentata presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, alla presenza del Vice Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Riccardo Nencini, che ha esaltato il valore educativo del progetto, e dell’Onorevole Maria Chiara Gadda, promotrice della legge contro gli sprechi alimentari: «Abbiamo la fortuna di avere nel nostro paese imprese virtuose, come Monini che, oltre ad offrire prodotti di qualità, hanno inserito nelle proprie politiche aziendali progetti di tipo educativo e di sostenibilità sociale» ha dichiarato l’Onorevole Gadda. «Queste iniziative devono essere stimolate: generano effetti positivi nella comunità e sono di stimolo alle altre imprese».

«Educare i giovani sui principi di una sana alimentazione è fondamentale» ha aggiunto Zefferino Monini, terza generazione della famiglia del fondatore dell’azienda. «Da tempo sviluppiamo progetti educativi che puntano a diffondere corretti comportamenti alimentari e sani stili di vita».

La conferenza è stata anche l’occasione per premiare le scuole vincitrici del concorso educativo dello scorso anno:
Nikpal Grazia e D’Ubaldo Anna Lucia  per l’Istituto L’Immacolata - Livorno (Toscana) – classi 1°A e 2° Unica 
Dinaro Rosalba e Riccardi Pamela per Primaria Cesare Battisti – Brescia (Lombardia) – classi 2°A, 2°B e 3°A
Gurgone Maria e Tati’ Vincenza  per IC Aristide Gabelli – Misterbianco (Sicilia) – classi 4°D e 4°E
Viola Lucia Maria per Primaria Don Bosco – Avezzano (Abruzzo) – classe 2°B
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner