Pesto agli agrumi 2.0 di Filippo La Mantia

06/09/2017

Torna protagonista un mainstream della cucina di Filippo La Mantia al prossimo Cous Cous Fest: il pesto agli agrumi con il cous cous. Quella però che vedremo durante l’edizione numero venti al BiaPalace di San Vito Lo Capo sarà una versione rinnovata, con le sarde fritte.

Durante lil festival internazionale dell’integrazione culturale, che si terrà dal 15 al 24 settembre a San Vito Lo Capo, Filippo La Mantia sarà protagonista assoluto il 23 e il 24 settembre due cooking show targati #iofrullotutto Braun animeranno il PalaBia.

Il pesto agli agrumi è un concentrato di Sicilia, con i suoi sapori e profumi: mandorle e capperi, olio (di quello buono, raccomanda lo chef!), arance e basilico. Prodotti che trovano in Sicilia terreno ideale, dove la qualità di queste materie prime è spesso protetta da disciplinari IGP e DOP.

Ecco quindi la ricetta del pesto agli agrumi di Filippo La Mantia. La versione originale è di solito senza i pomodorini e le acciughe, ma nell’evento di presentazione di #iofrullotutto lo show cooking ha presentato questa versione rinnovata.
Pesto agli agrumi di Filippo La Mantia


Per quattro persone vi servono:
  • 200 g di mandorle pelate
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 50 cl di olio extra vergine di oliva
  • 4 arance
  • pomodorini di pachino
  • 1 mazzetto di basilico
  • acciughe
Pesto agli agrumi 2.0 di Filippo La Mantia
A questo aggiungete dell’olio extravergine d’oliva “Di quello buono” raccomanda La Mantia “L’olio buono è il primo ingrediente in cucina, sull’olio non si risparmia”.
 
Pelate a vivo le arance, mondate e lavate il basilico.

Mettete nel vaso del mixer la polpa delle arance, le foglie di basilico, le mandorle, i capperi dissalati e l'olio extra vergine d'oliva.

Frullate con un Minipimer per 2 minuti circa, fin quando non otterrete un pesto dall'aspetto omogeneo.


Cous Cous

Un pesto aromatico e fresco che si abbina alla perfezione con il cous cous. Per crearlo velocemente le proporzioni e i passaggi sono questi: un bicchiere di semola del cous cous e un bicchiere di brodo caldo. Se non hai l’acqua calda può andare bene anche l’acqua fredda ma ci vorrà più tempo per gonfiare semola. Unisci i due prodotti e copri. Dopo circa 40 secondi la semola è pronta e puoi abbinarla a quello che preferisci. Se ci sono celiaci esistono miscele senza glutine di cous cous.


.E gli avanzi?

La Mantia raccomanda: “Non si spreca niente in cucina”. Quindi, con le scorze delle arance sbucciate, lo chef suggerisce di preparare le arance candite. Basta cuocerle in acqua e zucchero con tre cotture differenti.


> Verso il Cous Cous Fest: Filippo La Mantia e Minipimer Braun lanciano #iofrullotutto
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner