Piano regionale di Sviluppo Rurale Emilia Romagna - Agrinsieme attende l'approvazione del Piano regionale di Sviluppo Rurale

“Documento strategico per il rilancio di tutta l’economia regionale”

23/02/2015

Piano regionale di Sviluppo Rurale Emilia Romagna -  Agrinsieme attende l'approvazione del Piano regionale di Sviluppo Rurale
Bologna, 23 febbraio 2015 – “Invitiamo tutte le forze politiche in seno all’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna a ritrovare un clima più sereno per affrontare con maggior discernimento e buon senso il tema del nuovo Piano regionale di Sviluppo Rurale: un documento strategico e di vitale importanza per il sistema economico regionale” osserva Agrinsieme Emilia Romagna, il raggruppamento che riunisce Confagricoltura, Cia, Fedagri-Confcooperative, Agci-Agrital e Legacoop Agroalimentare e conta in regione oltre 40mila imprese associate.

“Come Agrinsieme Emilia Romagna, abbiamo apprezzato e fortemente condiviso – rimarca il coordinamento - il metodo di lavoro adottato dall’ex-Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni, nell’elaborazione e definizione del nuovo Piano regionale di Sviluppo Rurale, basato sul pieno coinvolgimento di tutte le organizzazioni agricole ed agroalimentari. E constatiamo altresì che la strada intrapresa dall’attuale Assessore Simona Caselli, va nella stessa direzione”.

“Consci del grado di complessità del quadro normativo europeo, ci aspetteremmo che la politica anteponesse l’obiettivo di migliorare nel merito il frutto di un percorso meditato quasi due anni – che peraltro ha dovuto fronteggiare i ritardi dell’Accordo di Partenariato tra l’Italia e la Commissione Europea - piuttosto che contrastarlo, indebolendolo ed esautorandolo” conclude Agrinsieme Emilia Romagna auspicando in tempi brevi un confronto costruttivo e propositivo con tutte le parti politiche dell’Assemblea legislativa che saranno presto chiamate a discutere e approvare il nuovo PSR.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner