Premio Mam a 13 Maestri d'arte e Mestiere in enogastronomia

Promosso da Alma-Fondazione Cologni

07/06/2016

Gualtiero Marchesi, chef Gualtiero Marchesi, chef
Gualtiero Marchesi, chef
6 giugno,  Milano - Presso il Salone d’Onore della Triennale, si è svolta la cerimonia finale di assegnazione del riconoscimento MAM-Maestro d’Arte e Mestiere, promosso dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, in collaborazione con ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, presente anche il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.
 
Sono 13 i Maestri d'Arte e Mestiere nel campo dell'Enogastronomia proclamati nell'ambito del Premio Mam, che a partire da questa prima edizione avrà cadenza biennale.
Un inedito riconoscimento dedicato ai Maestri d’Arte italiani riconosciuti come eccellenti, attivi nelle diverse categorie dell’artigianato artistico: dalla ceramica alla gioielleria al legno e arredo, dai metalli alla meccanica al mosaico, dalla pelletteria alla stampa d’arte al restauro, dai mestieri del teatro al tessile… fino all’enogastronomia.

MAM si propone di rendere un omaggio commosso e grato alle molte “mani intelligenti” artefici di tutta la “grande bellezza” che innerva l’intero territorio nazionale. La prima edizione 2016 vedrà la nascita di un simbolico Libro d’Oro dell’Eccellenza Artigiana Italiana, che accoglierà i primi 75 MAM, Maestri d’Arte e Mestiere affermati che si siano distinti per particolari meriti professionali e per l’attività svolta in favore della trasmissione del sapere.

A indicare le personalità nei vari ambiti è stata Alma - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana - insieme alla Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte.

I premiati sono per Cucina: Gualtiero Marchesi, il decano della Cucina Italiana; Pasticceria: Igino Massari; Sommellerie: Paolo Basso; Arte bianca: Ezio Marinato; Pizzeria tradizionale: Gino Sorbillo; Gelateria: Sergio Dondoli; Cioccolato: Claudio Corallo; Norcineria: Aldo Iacomoni; Macelleria: Michele Martini; Formaggi: Giulio Signorelli; Sala: Alessandro Tomberli, direttore dell''Enoteca Pinchiorri' di Firenze; Ospitalità e hotellerie: Diego Masciaga che da più di 20 anni dirige a Londra The Waterside Inn; Bar e Miscelazione: Dom Costa, bartender internazionale con 40 anni di esperienza nell'arte del bartendig.

''Con la Fondazione condividiamo la mission di valorizzare l'eccellenza italiana - spiega Andrea Sinigaglia, direttore generale di Alma - riconoscere l'arte dei Maestri e proiettarla nel futuro a favore delle nuove generazioni è il modo migliore per garantire la continuità di questi 'mestieri', vero patrimonio del nostro Paese''. 

 

 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner