Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano: Eccellenze nelle vetrine di Harrods

A Londra un’esperienza foodie davvero speciale

10/03/2015

Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano: Eccellenze nelle vetrine di Harrods
Parma 10 marzo 2015. Un omaggio all’origine e alla maestria dei prodotti artigianali: è per questa ragione che Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano, nell’ambito dell’iniziativa Stealing Beauty (Furto di bellezza), sono i protagonisti della mostra allestita da Harrods, il tempio del lusso londinese, nelle vetrine che si affacciano sulla Hans Crescent.

Fino al 28 marzo 2015, cosce di Prosciutto di Parma e forme di Parmigiano Reggiano resteranno esposte nel cuore della capitale di un Paese di prima importanza nelle esportazioni dei due prodotti, per lanciare un particolare messaggio, sostenuto dal linguaggio artistico, che si riassume nel valore insostituibile dei territori, delle tradizioni locali e della maestria degli artigiani nella determinazione delle caratteristiche inimitabili di questi prodotti Dop.
Non a caso, dunque, le due eccellenze alimentari italiane vengono associate ad un’aquila – considerata la più bella creatura del mondo animale – intenta a rubare tale bellezza, esposta insieme ad alcuni vini spagnoli.

A completare l’esposizione, poi, una serie d’immagini relative al Parmigiano Reggiano e al Prosciutto di Parma che scorreranno sugli schermi posti al quinto piano della sede Londinese di Harrods, disposta su 7 piani e 93.000 metri quadrati di superficie.

La scelta dell’eccellenza rappresentata dai due prodotti, però, non si ferma ad aspetti culturali ed estetici: Harrods, infatti, ospiterà una giornata di degustazione all’interno della Food Hall. I clienti potranno così degustare Prosciutto di Parma appena affettato e Parmigiano Reggiano, oltre ad approfondire la conoscenza dei prodotti e delle loro qualità.
 

Il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano a Londra da Harrods

Intanto il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano, le due Dop dell'Emilia Romagna, partecipano alla kermesse internazionale “Mangiare all’Italiana”, il nuovo progetto de “La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015”, che vede in primo piano gli eccellenti prodotti del made in Italy esaltati nelle ricette di centinaia di celebrity chef delle tre maggiori associazioni di cuochi in Italia e all'estero: Chef Italiani nel Mondo - un network che raggruppa 4.000 chef italiani che lavorano in oltre 70 paesi in tutto il mondo - CIAO ITALIA, Associazione dei Ristoratori Italiani nel mondo e la storica UIR, Unione Italiana Ristoratori, e la creatività delle oltre 400 food blogger appartenenti alla rete delle Bloggalline.

La manifestazione, promossa e organizzata da INformaCIBO, col patrocinio di Expo 2015, nasce in collaborazione del Consorzio del Prosciutto di Parma, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Fabbri 1905 e il sostegno di Parma Alimentare, Cibus, Alma, Apt dell'Emilia Romagna, Bonat, Pasta Delverde. Media partner: Affari Italiani, Degusta, Italia chiama Italia.

I cuochi si esibiranno, nelle cucine di tutto il mondo, interpretando tanti piatti, un vero e proprio menu all'italiana: “Il territorio in cucina” (si parte dal Parmigiano Reggiano e, da qui, via libera alla fantasia), “Il Panino del Re” (con Prosciutto di Parma e non solo), “Dolce Italia” (a partire da prodotti Fabbri 1905), “Il Gelato nel Piatto con i prodotti Dop”, “La colazione”, “La Pasta”, “L’aperitivo” e infine, immancabili, le “Cucine regionali italiane”.

Il primo appuntamento si è svolto domenica 21 dicembre a Hong Kong, Mosca, Providence (Usa), Pechino e Shanghai: un biglietto augurale per l'Expo 2015.

Poi, ad un mese esatto dall'Expo, dal 31 marzo al 5 aprile, in centinaia di ristoranti di tutto il mondo tante tavole imbandite dove gli chef proporranno lo speciale menu ideato per Mangiare all’Italiana. E poi sul web tantissime ricette ideate dalle food blogger della rete Bloggalline.

In tutti gli appuntamenti non mancherà l'invito a visitare l'Italia, la Regione Emilia Romagna e Parma, capitali del Parmigiano Reggiano e del Prosciutto di Parma.

Sul sito www.cucinaitaliananelmondo.it, l'elenco dei ristoranti e degli chef che partecipano all'iniziativa.



La Gazzetta di Parma racconta l'evento londinese e "Mangiare all'italiana" su 9 colonne nel numero di martedì 10 marzo
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner