Quattro week end per November Porc, la "staffetta più golosa d'Italia

La novità di questa tredicesima edizione è Beer n’ music

05/11/2014

Quattro week end per November Porc, la "staffetta più golosa d'Italia
Parma 5 novembre 2014. Nella terra di Verdi e Guareschi, si tiene la "staffetta più golosa d'Italia" fra 4 città nei weekend di novembre. Il Mariolone più grosso (8-9 novembre a Sissa); il Prete più Pesante (15-16 novembre a Polesine Parmense); lo Strolghino da Guinness (22-23 novembre a Zibello); la Cicciolata più Grande (29-30 novembre a Roccabianca). Accanto al Culatello di Zibello Dop non manca proprio nessuno, la tavola è imbandita con tutti i sapori tipici della Bassa parmense.

Al sabato, si aprono i mercati, con prodotti biologici naturali, pesce, i prodotti tipici del grande fiume, la migliore salumeria italiana, infusi, spezie e distillati e gli stand gastronomici.

Ad arricchire le giornate, intrattenimenti per tutti (da gruppi musicali folkloristici a preparazione di specialità) spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti, senza trascurare il classico "tiro al salame".

Una delle novità della tredicesima edizione del November Porc, è Beer n’ music, un appuntamento che unisce le birre prodotte artigianalmente nel territorio con il cibo (curato dai volontari ormai “rodati” dalle 12 precedenti edizioni -ingresso gratuito, si paga birra e cibo) e la musica. Pertanto il 14 nel PalaPo di Polesine gruppi musicali faranno ascoltare blues, il 21 al PalaPorc di Zibello risuoneranno le note dei grandi Rock Machine e al PalaPorc di Roccabianca protagonista sarà la musica Folk.

Ma non solo, perché all’insegna di “November Porc Incontra la Germania” venerdì sera verranno rielaborate alcune specialità tedesche con prodotti della Bassa: con hot dog di Strolghino, cono di fritto misto e pane pretzel al ragù di pasta di salame.

November Porc inizia a Sissa con le anteprime di mercoledì 5 (incontro “I bei paesaggi fanno bene al cervello… anche l’umorismo”, con il professor Marchesi e il cabarettista Adorni), poi giovedì 6 (oltre all’happy hour, c’è anche lo spettacolo “Andom a redar in tla basa”) e venerdì 7 novembre la musica di Joe Dibrutto al Parco della Montagnola e l’apertura della cucina, mentre al Teatro Comunale, spettacolo dei burattini di Ferrari.

Sabato 8 apre il mercato "Antichi Sapori e tradizioni". Sabato pomeriggio, dopo l’inaugurazione ufficiale di November Porc 2014, si tiene il quinto “Palio della Spalla cruda di Palasone-Sissa”, disfida fra due categorie di norcini: i professionisti e i preparatori amatoriali.
Domenica a Sissa (ore 15:30) c’è la distribuzione gratuita del Mariolone più grosso. Il 15 e il 16 novembre, la kermesse “si sposta” a Polesine Parmense, sull’argine del Po, con “Ti cuociamo Preti e Vescovi” e con il Prete più pesante. Sabato 22 e domenica 23 novembre si fa tappa a Zibello con “Piaceri e delizie alla corte di Re Culatello” (nella foto i fratelli Spigaroli, Massimo e Luciano dell'Antica Corte Pallavicina) e lo Strolghino più lungo.

November Porc si conclude sabato 29 e domenica 30 novembre, a Roccabianca, con “Armonia di Spezie e Infusi”, assieme al mercato “Aria di Natale”, domenica, si distribuisce (sempre gratuitamente) la Cicciolata più grande assieme a polenta calda. E la sera, al Teatro Arena del Sole, c’è la seconda edizione di “Culatello e Jazz Winter”. Il programma generale di November Porc prevede che al sabato, inizino i mercati, diversi in ognuna delle 4 città. Alle 18.00 apertura degli stand gastronomici e dalle 21.00, per i più giovani, musica con dirette Radio e band, e la preparazione di piatti tipici e stuzzichini (fra cui il takeaway McPorc, panini american style e hamburger con prodotti della Bassa).

Domenica i mercati aprono alle ore 9.00 fino alle 20.00, con eccellenze della Bassa e specialità di parecchie regioni d’Italia. Alle ore 12.00 si pranza negli stand gastronomici, mentre intorno alle 15.30 si gustano gratuitamente i maxi salumi, preparati dai massalini (i norcini) locali. Ogni località organizza e predispone intrattenimenti per tutti (gruppi musicali e folkloristici, preparazione di specialità, ecc.) spazi e animazione per i più piccoli e divertimento per gli adulti (fra cui il gioco ufficiale del Tiro al Salame), oltre a visite ed eventi culturali.

Fra questi si possono citare la partecipazione di Artisti di strada nelle 4 località, il Concorso Fotografico “La Bassa” (le foto saranno esposte nella Sala Pallavicino del Municipio di Zibello), la II Semilampo November Porc, che metterà di fronte 50 appassionati di scacchi domenica 10 novembre a Polesine Parmense (inizio ore 10 - Scuole elementari) e la tradizionale “November Porc Hot Feet” (sabato 23 ore 13.00 a Roccabianca), podistica di 11 km.

Che November Porc sia un “prodotto turistico” completo lo si capisce anche dall’iniziativa del Comune di Soragna, città non compresa nella “staffetta”, dove Comune e Itinera Emilia propongono “November Food Tour”, itinerario mattutino in ognuno dei quattro sabati della rassegna con visita ad aziende di produzione di Culatello di Zibello Dop e Parmigiano Reggiano, normalmente non aperte al pubblico, assistiti da una guida specializzata (si parte alle 8:45 dall’Ufficio Turistico di Soragna, con auto propria - costo 55 euro).

A NovemberPorc si troveranno, come lo scorso anno, magliette, felpe e gadget della rassegna con le immagini di Pigly, la mascotte della kermesse, cui si aggiungono nuove proposte (fra cui il bellissimo grembiule), che si potranno acquistare anche in 12 esercizi aderenti alla Strada del Culatello. Per tutto novembre i Ristoranti della Strada del Culatello propongono “A Tavola con November Porc”, menu con specialità locali di maiale a prezzi dichiarati. In ogni località ci sono spazi di parcheggio per camperisti.

Leggete sul Mese Megazine tante notizie sulla “bassa parmense” e su November Porc
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner