Ritorna Spino Fiorito con Identità Immutate al Castello Malaspina di Massa

L'ottava edizione si svolgerà dal 24 al 27 aprile 2014

04/04/2014

Ritorna Spino Fiorito con Identità Immutate al Castello Malaspina di Massa

Torna, a grande richiesta, Spino Fiorito -“Le Piccole Grandi Italie del bicchiere”, mostra-mercato biennale, che si terrà al Castello Malaspina di Massa, da giovedì 24 aprile a domenica 27 aprile 2014.

Anche l’ottavo appuntamento comprenderà l’esposizione e la degustazione dei prodotti enogastronomici di numerose aziende italiane che aderiscono a Identità Immutate®, movimento non-profit, elaborato dall’Assessorato all’Agricoltura di Massa-Carrara nel 2002 con la giornalista Rosanna Ercole Mellone per unire in una rete solidale piccoli territori italiani custodi di produzioni artigianali di qualità e poco conosciute.

Durante i quattro giorni di Spino Fiorito, sono previsti convegni e workshop.


Ecco il calendario provvisorio dell'evento:
 
" IERI, OGGI, DOMANI": il VINO
 
(giovedì 24 aprile) "Lunigiana Bio.2”: le coltivazioni al naturale del comprensorio alla luce della modernità.
 
(venerdì 25 aprile) "Vermentino: un vino contemporaneo che sa d'antico": Il vitigno che esprime l'identikit del territorio massese, da secoli
"Vignaioli custodi”: la salvaguardia del passato": I vitigni autoctoni: dal recupero alla micro-vinificazione.

(sabato 26 aprile) "Giovani imprenditori:  Il  futuro del vino": speranze, previsioni e progetti sul vino da parte della nuova generazione di vinicoltori.

(sabato 26 aprile) "Q.B., bere bene, bere il giusto: impara subito!": Educazione al consumo del vino.

(domenica 27 aprile) "Non solo vino ma anche territorio: Il messaggio attuale nella bottiglia": Vino sinonimo di qualità, di valore per  una comunità,  e per il consumatore.

Al Castello Malaspina, per discutere e fare programmi su tutto quanto ruota intorno al mondo del vino, interverranno illustri relatori, tra cui il critico enogastronomico Beppe Bigazzi, il nutrizionista Leone Arsenio, l’assessore all’Agricoltura e vicepresidente della Provincia di Parma Pierluigi Ferrari e l’agronomo, l'autore televisivo Enrico Barcella e il direttore di INformaCIBO, Donato Troiano.

Durante la rassegna, che ogni volta conta circa 15.000 visitatori, verrà assegnato lo Spino Fiorito d’oro a un produttore, a un enologo e a un giornalista che si sono distinti per aver sostenuto la cultura del territorio in ambito nazionale e locale. A Spino Fiorito non mancheranno altri incontri, come quello scenografico dedicato all’apertura dello champagne con la spada da parte della Confrérie du Sabre d’Or, e i momenti di spettacolo, dalle esibizioni degli sbandieratori ai cortei in costume storico, nonché le mostre artistiche e le presentazioni di libri.

Spino Fiorito, 24-27 aprile 2014; orario 10-20.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner