San Valentino al Ristorante stellato LA CREDENZA di San Maurizio Canavese (TO)

13 prelibatezze da assaggiare e anche il Bacio 2006, da assaporare lentamente

21/01/2015

San Valentino al Ristorante stellato LA CREDENZA di San Maurizio Canavese (TO)
San Maurizio Canavese (TO) 2015. Cibo ed eros sono intimamente legati. Sedurre è un’arte che si può coltivare anche ai fornelli e lo sa bene Igor Macchia, chef del ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese (TO), che per la cena di San Valentino ha preparato per tutti gli innamorati un menù romantico e delicato.
Inebrianti accostamenti di gusti e consistenze, portate ricercate e inedite che mixano sapientemente il dolce e il salato, il piccante e lo speziato. Una ricerca che parte dal territorio e ammicca a paesi lontani, dove il piacere della tavola a volte si fa preludio di un più sottile e intrigante piacere per i sensi.

13 prelibatezze da assaggiare: dal calamaro in tempura con salsa al pomodoro e curry al risotto al wasabi, come un sushi caldo. Si passa dalla ricciola di fondale alla particolarità della carne con la frutta, lo stracotto di manzo servito con le ciliegie. Mentre come dessert non poteva mancare la seduzione del cioccolato con un dolce destrutturato che suggella tutta la cena: il Bacio 2006, da assaporare lentamente, strato dopo strato per scoprirne tutta l’incantevole dolcezza e consistenza.
Atmosfera intima, servizio impeccabile, piatti da scoprire…sono gli ingredienti che renderanno indimenticabile questa appassionante esperienza gourmet a due.

Ristorante La Credenza
Via Cavour 22 San Maurizio Canavese (TO)
Per info e prenotazioni: +390119278014 e info@ristorantelacredenza.it
Aperto a pranzo e a cena
Giorni di chiusura martedì e mercoledì
www.ristorantelacredenza.it
www.facebook.com/lacredenza

 
 

BACIO 2006


I baci di dama e lo zabaglione, sono due classici della cucina piemontese, che oggi si possono reinterpretare, alleggerire, e scomporre grazie alle nuove tecniche che si stanno sviluppando nella cucina moderna. Questa ricetta è quindi un mix di ingredienti classici riproposti in chiave moderna.
 

Ingredienti per i baci di dama:

100 gr. farina 0
  • gr. fecola di patate
  • gr. farina di nocciole
5 gr. sale
130 gr. zucchero di canna
130 gr. burro

Procedimento per i baci di dama:
passare in planetaria con l’attacco a foglia e sabbiare l’impasto, quindi stenderlo su placche da forno e cuocere a 140°C per 25 minuti circa.
Raffreddare in abbattitore o freezer. Utilizzare questo composto per preparare un primo strato nei contenitori prescelti per presentare questo dolce. Aggiungere un secondo strato più sottile di pralinato alle mandorle e nocciole e passare in abbattitore o freezer per solidificare la preparazione
 

Ingredienti per la crema al limone:

100 gr. succo di limone
80 gr. tuorli d’uovo
200 gr. uova intere
  1. gr. zucchero
60 gr. burro
300 gr. panna
 

Procedimento per la crema al limone:

portare a bollore il succo di limone, nel frattempo, battere le uova ed i tuorli con lo zucchero, aggiungere a filo il succo di limone, cuocere sino alla temperatura di 86°C. Passare in abbattitore o freezer ed aggiungere la panna leggermente montata. Colare quindi come terzo strato del dessert e passare in abbattitore o freezer.
 

Ingredienti per la bavarese alle nocciole:

225 gr. Pralinato di mandorle e nocciole
150 gr. Latte
11 gr. Colla di pesce
60 gr. Zucchero
525 gr. Panna
5 nr. Tuorli d’uovo


Procedimento per la bavarese alle nocciole:
Ammollare la colla di pesce in abbondante acqua fredda.
Bollire il latte con il pralinato di nocciole, nel frattempo battere i tuorli con lo zucchero, e quando il latte sarà caldo, versarlo a filo sui tuorli, mischiare bene con una frusta, quindi aggiungere la colla di pesce e cuocere a bagnomaria, sino a quando il composto non velerà il cucchiaio.
Lasciare raffreddare sino a circa 35° C. quindi aggiungere la panna montata, mescolando con una spatola di gomma. Preparare con questo composto il quarto strato del dessert.
 

Ingredienti per lo zabaglione al vino passito:

250 gr. vino passito
275 gr. acqua fredda
2.2 gr. lecitina di soiaprocedimento per lo zabaglione al vino passito: emulsionare a freddo tutti gli ingredienti on l’aiuto di una frusta, quindi mixare con un mixer ad immersione per un minuto.
Lasciar stabilizzare la preparazione per un minuto e raccogliere la schiuma che si sarà formata in superficie. Preparare quindi il quinto ed ultimo strato del dessert e servire.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner