Scoprite il Quarnero, la regione dei contrasti

Nel Quarnero (Kvarner, in croato) la diversità è bella!

23/05/2013

Scoprite il Quarnero, la regione dei contrasti

di Mariella Belloni foto by Canio Romaniello

Al The Westin Palace di Piazza della Repubblica a Milano, nel corso di una conferenza stampa, la Croazia ha mostrato le bellezze del Quarnero, meta turistica sempre più ambita. Per l’occasione sono intervenuti il console Ivan Djian Marsan, Nedo Pinezic, Dario Matosevic, Irena Persic, lo chef Nenad Kukurin membro de “Jeunes Restaurateurs d’Europe”, che ha deliziato gli ospiti durante la serata di gala con specialità enogastronomiche regionali abbinate ai migliori vini della zona, ed anche Marco Alemanno, compagno di Lucio Dalla (che amava il mare della Croazia), per presentare il libro “Dalla Luce alla Notte”, dedicato allo scomparso.

Qui i paesaggi litoranei sono in contatto diretto con i boschi e le catene montuose del Gorski kotar, l’atmosfera ed il modo di vivere mediterraneo si confrontano con l’aspro clima montano, le mondane località turistiche vantano 150 anni di tradizione non hanno nulla a che vedere con il semplice ritmo della vita isolana. Il Gorski kotar è la regione che collega la Croazia continentale a quella mediterranea. Molto vicino al mare, il Gorski kotar è una regione che vi regala tanta quiete in ogni stagione. D’estate è un regno di piacevole freschezza; d’inverno, invece, è un candido idillio, proprio come quello delle cartoline d’epoca. In ogni stagione dell’anno sentirete l’adrenalina delle vacanze attive e assaporerete le specialità della sua tavola, sulla quale dominano leccornie fatte con i frutti dei monti e con le carni della selvaggina. Siete in cerca di una pace meditativa? Siete attratti da una vacanza attiva e dinamica? Il Gorski kotar è quello che fa per voi.

Nel Quarnero coloro che amano lo splendore delle destinazioni turistiche alla moda troveranno il loro angolino preferito nella bellissima Opatija (Abbazia), la cui tradizione, i parchi, le ville lussureggianti ed il lungomare di ben 12 km attraggono turisti durante tutto l’anno. Il litorale era meta preferita dei re e degli imperatori austriaci, turisti “ante litteram” che visi riposavano godendovi dei benefici del suo clima: per rendersene conto, basta guardare lo sfarzo delle ville, dei palazzi, delle passeggiate e dei parchi delle sue riviere. Immaginate una vacanza ideale su una costa dalla quale si possono facilmente raggiungere meravigliose isole assolate, per poi ritornare sulla terra ferma e riposarsi sulle alture dei monti. Volate con la fantasia su una riviera soleggiata, distante solo una decina di chilometri dalla pace ascetica e la freschezza delle cime e dei monti, dove vi terranno compagnia le aquile reali, i lupi e gli orsi, e dove potrete respirare a pieni polmoni l’aria pulita dei boschi circostanti. Scoprite il Quarnero e il Gorski Kotar, due regioni così diverse eppure così vicine. Fiume (Rijeka), capoluogo di regione, è solo una delle tante mete dal ricco passato di cultura e storia dove scoprire le Notti d’estate fiumane, un festival artistico urbano con spettacoli teatrali, lirici, balletti e opere, o il Festival quarnerino del mare e della tradizione marinara. La Riviera d’Abbazia, luogo di riposo di re e imperatori a partire dal 1844, è un susseguirsi di imperdibili località: Abbazia (Opatija) con le sue perle architettoniche mozzafiato, Laurana (Lovran) e le giornate dedicate alle ciliegie, Draga di Moschiena con la sua tradizionale regata di barche a vela, solo per citarne alcune.

Numerose le isole, veri e propri giardini aromatici, che costituiscono un mondo a sé, ideali per una vacanza all’insegna del relax e della scoperta della natura: Cres (Cherso), Lošinj (Lussino) e i suoi family hotels, Rab (Arbe) con i suoi quattro campanili, Krk (Veglia) collegata da un ponte alla terraferma, e le isole e isolotti del loro arcipelago, intrecciano passato e presente, tradizione ed offerta turistica moderna, grazie a strutture ricettive e servizi d’alta qualità in un mondo di natura e storia unico al mondo. Qui è possibile ammirare il volo dei grifoni, adottare un delfino tursiope, percorrere una delle vie dei monaci glagoliti, oppure prendere parte ad una delle tante giostre cavalleresche del patrimonio storico della regione.

Il Quarnero è l’ideale per fare un bagno su spiagge solitarie bagnate da un mare cristallino, nel quale immergersi o sul quale veleggiare. La temperatura gradevole del mare rende, nel corso di tutti i periodi dell’anno, particolarmente piacevole la scoperta dei fondali ricchi di antichi velieri, grotte, fauna, flora e una moltitudine di colori da togliere il fiato. Sono 40 le località sede di centri registrati per le attività subacquee. Il mare e i porti del Quarnero costituiscono inoltre una tra le mete più attraenti della Croazia: 30 porti attrezzati per il turismo e il charter nautico, 5.200 ormeggi, 8 eccellenti marine tra cui quella di Punat sull’isola di Krk.

Passeggiate per i suoi bei percorsi segnalati, dedicando la giusta attenzione tanto alle delizie dell’offerta enogastronomica, quanto ai gioielli del suo tesoro storico-culturale.

E poi concerti di musica colta ospitati nelle splendide chiesette isolane, manifestazioni tutte storia e tradizione, tante opportunità d’alloggio in alberghi, appartamenti e case rustiche in affitto, campeggi… il tutto abilmente intessuto nella vita quotidiana dell’isola. Il prodotto turistico isolano, con la sua varietà e la ricchezza dei suoi contenuti, è destinato a soddisfare tutte le generazioni: i giovani, le famiglie con bimbi, la terza età…chi desidera trascorrere una vacanza in tutta tranquillità, ma anche chi è attratto dal dinamismo di mille attività e dal divertimento più sfrenato. In poche parole: a ciascuno il suo, ed a tutti la soddisfazione d’ogni singolo desiderio!

Un soggiorno nel Quarnero offre anche la possibilità di abbandonarsi all’avventura dei terreni montani; più di 1.000 kilometri di sentieri ben delineati con difficoltà di vario grado, in prossimità del mare o nell’entroterra delle isole, tutti con vista spettacolare. Gli appassionati di ciclismo hanno a loro disposizione più di 1.300 kilometri di piste: l’intera regione può essere visitata in bicicletta nell’arco di 7 giorni. Il Quarnero conta 32 aree protette e più di un centinaio di territori sottoposti a varie categorie di tutela: tra tutti il Parco Nazionale del Risniak e il parco Naturale del Monte Maggiore. Cuore verde della regione e scrigno di bellezze naturali, laghi e grotte abitati da una ricchissima fauna e flora, Gorski Kotar dove è possibile seguire varie eventi dedicati ai frutti naturali più buoni (fragole, mirtilli), alla lavanda, alle piante medicinali, ai funghi. Il Quarnero è, tra l’altro, la regione croata più ricca di specie vegetali.

Le strutture ricettive sono in grado di assecondare i bisogni dei giovani, delle coppie e delle famiglie, del turismo congressuale e business: alberghi di alta categoria, resort con SPA (la più grande d’Europa a Novi Vinodolski), strutture d’interesse architettonico o moderne, alberghi tipici a conduzione familiare in cui il senso dell’ospitalità ha mantenuto le antiche caratteristiche, campeggi ben organizzati e attrezzati, alloggi privati (ville, appartamenti) di alto livello dove ritrovare il calore e la tranquillità delle proprie abitudini. Numerose le opportunità per seguire programmi di salute e benessere coadiuvati da medici di alto livello, ottimamente attrezzati i centri benessere, numerose le piscine con acqua salata e i centri di talassoterapia.

Abbazia primeggia in questo senso, seguita delle altre destinazioni della sua riviera e da altri centri dell’intera regione: varia l’offerta di pacchetti di servizi e trattamenti capaci di rispondere ad ogni esigenza legata alla salute, alla forma fisica, alla bellezza e alla cura del viso e del corpo.

Quanto all’offerta enogastronomica, la cucina costiera, grazie agli influssi mediterranei e marittimi, esalta i pesci, i frutti di mare e lo speciale scampo del Quarnero, la carne di agnello, l’olio di oliva, famosi i marroni - in particolar modo quelli di Lovran - ; quella montana del Gorski Kotar si basa sulla selvaggina, sul formaggio (quello di Grobnik, il pecorino e lo škripavac, un formaggio vaccino tipico), sui funghi, sugli asparagi, sul pesce d’acqua dolce; ottimi gli insaccati - salami, salsicce e sanguinacci, prosciutto di selvaggina -.

Il vino bianco autoctono Vrbnička žlahtina proveniente dall’isola di Krk, e l’ideale compagno di quasi tutte le specialità della tradizione gastronomica quarnerina. Il Quarnero è una regione che sviluppa il turismo per più di tre secoli. I primi turisti (più di due secoli fa) furono attratti dalle combinazioni di vegetazione e clima. Tutti i centri di appartenenza con un denominatore comune: la tradizione della montagna, una natura stupenda e l’ospitalità della sua gente. Il Quarnero è una meta apprezzata ed ambita e si trova al primo posto delle destinazioni turistiche della Croazia.

Dimenticate lo stress e godetevi il lato più bello della vita…

http://www.kvarner.hr/

Galleria immagini

Scoprite il Quarnero, la regione dei contrasti
Scoprite il Quarnero, la regione dei contrasti
Scoprite il Quarnero, la regione dei contrasti
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner