Simone Bonini: “Il gelato a modo mio. Tutto l’anno nella cucina di casa”

08/11/2016

Simone Bonini: “Il gelato a modo mio. Tutto l’anno nella cucina di casa”

Il gelato tutto l’anno. Anche in pieno inverno. Questa la tendenza a tavola per le prossime festività natalizie in cui tra gli immancabili pandoro e panettone si posiziona questa altra gloria del Made in Italy: il gelato.
A raccontarlo è Simone Bonini, patron di Carapina, appena uscito per Giunti Editori con il libro “Il gelato a modo mio. Tutto l’anno nella cucina di casa”. È lui a spiegare in questo volume il perché il gelato sia da consumare tutto l’anno, quali siano le tecniche e i migliori ingredienti per prepararlo (a casa) e qualche ricetta per sorprendere famiglia e amici tra le mura domestiche.

Questo libro – commenta l’autore – è una strenna natalizia perfetta perché si posiziona in un periodo in cui da sempre il gelato viene dimenticato: da settembre a maggio. Il gelato invece, oggi più che mai, è un alimento che si consuma in tutte le stagioni e che grazie alla sua versatilità è ideale come dessert, ma anche in abbinamento a piatti della cucina italiana: basti pensare ai gelati alle creme e ai sorbetti con frutta di stagione che ben si accompagnano ai pasti natalizi e a dolci come il panettone o i biscotti della tradizione”.

Ed ecco che nelle pagine del volume “Il gelato a modo mio” Simone Bonini insegna a preparare il gelato tra le mura domestiche svelando segreti e consigli per scegliere le materie prime migliori e per usare al meglio gli strumenti del mestiere. “Dicembre è tempo di castagne – commenta Bonini – di arance, cachi: perché per queste feste non portare in tavola un buon sorbetto o un gelato alle castagne? L’inverno è il periodo migliore per degustare il gelato poiché si è lontani dal desiderio di un puro sollievo termico estivo”.

Volete qualche idea per consumare il gelato nella stagione invernale? Ecco qualche abbinamento consigliato da Simone Bonini: Sorbetto di arancia servito con quadretti di panforte caldo; Gelato al cioccolato servito con i ricciarelli, tipico dolce natalizio senese, realizzato con una base di marzapane; Gelato allo Zabaione servito con panettone passato in forno; Gelato di castagnaccio servito con piccole meringhe. Ma per un Menù delle Feste il gelato, come si spiega nel libro con apposite ricette, può essere servito anche a inizio pasto. Per unfinger food originale e inaspettato potrete servire: gelato ai formaggi, come il Gorgonzola, con cruditè di carote, sedano e finocchio; sorbetto di spumante o prosecco con del prosciutto dolce; gelato al pistacchio con mortadella; sorbetto al mandarino con pecorino invecchiato; sorbetto di cachi con cioccolato 70% grattugiato sopra.

Realizzare un buon gelato – commenta ancora Simone Bonini – non sarà più un segreto. Seguendo passo passo le ricette presenti sul mio libro, riuscirete a servire vari gusti contemporaneamente, a capire come conservare un gelato e ad abbinarlo nel modo corretto. Ma soprattutto affinerete il vostro palato su gusti autentici e genuini, imparando a riconoscere se quello che vi viene proposto nei negozi è vero gelato o un surrogato chimico”.

Il mondo Carapina inizia con l’apertura nel 2008 del primo store a Firenze dove, nel 2010, Simone Bonini inaugura un secondo negozio. Il 2014 è l’anno del terzo locale a Roma; il 2015 quello dell’apertura di un temporary store a Milano. Il 2016 del Carapina Food Truck che dal mese di marzo è on the road nella nostra Penisola e del libro Gelato a modo mio, Giunti Editore.

Carapina insomma non è una semplice gelateria, bensì è stile di vita, contaminazione, esperienze e, come Bonini usa comunicare sui social, #Carapina è #happyness #rEvolution #gelatoamodomio!

Per maggiori informazioni: http://www.carapina.it

Simone Bonini: “Il gelato a modo mio. Tutto l’anno nella cucina di casa”

Gelato a modo mio

di Simone Bonini 

192 pagine – 19,50 euro

Giunti Editore

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner