Sinergie fra imprese per il progetto "UnPOxExPO2015"

Distretti Lombardo-Veneti: il consorzio Distretto 33 aderisce con un protocollo

01/08/2013

Sinergie fra imprese per il progetto "UnPOxExPO2015"
 

Milano 1 agosto 2013. Il progetto “fuorisalone”, denominato UnPOxExPO2015 ®©, si arricchisce un altro importante partenariato. Dopo Expo spa e Uni Bocconi con il master in turismo economico, il consorzio Distretto 33 (www.distretto33.it) , con sede a Rho (Milano), aderisce con un protocollo operativo per sviluppare azioni e interventi tra imprese lombarde e quelle venete con l’obiettivo di arricchire e promuovere Expo2015. Tema base del protocollo è la creazione di mirate sinergie fra imprese diverse su alimentazione, agricoltura e turismo. L’asse di interesse resta il bacino del fiume Po con una particolare attenzione a flussi, imprese, azioni, interventi e integrazioni lungo la direttrice Sempione-Milano-Grande Fiume.

Un ampio distretto che coordina diversi progetti tematici in previsione di Expo 2015, ma avviati a breve e con la finalità che restino attivi sulla macro-area anche dopo creando occupazione, start-up, nuove imprese, back to work, sistemi complementari, attrazione d’investimenti, crescita delle infrastrutture, efficienza dei mercati locali, ampliamento delle possibilità di fruizione, agevolazione nei trasporti pubblici e privati, su gomma, su rotaia e su carena navale. “ Un primo grande passo concreto – dice Ettore Bonalberti presidente di Aikal (http://www.aikal.eu/) e co-firmatario del protocollo – per fare sistema e condividere in associazione cultura ambientale e paesaggistica, lavoro solidale e difesa del suolo per la stessa macroarea produttiva verso Expo”.

Il protocollo d’intesa intende divulgare fra le imprese agro-alimentari la consapevolezza che la cultura porta forti vantaggi competitivi e sviluppa valori aggiunti per i brand, la comunità, il territorio e tutti i portatori di interessi (stakeholder), poiché promuovere la cultura e la civiltà dell’ambiente e dell’alimentazione rafforzano il futuro e le prospettive di un distretto, il benessere e le scelte di vita della collettività, fornendo al consumatore garanzie e sicurezza a tavola.

“L’obiettivo comune – dice il presidente di Distretto 33, Dario Ferrari – è attivare sinergie integrate fra settori e comparti diversi industriali, agricoli e commerciali per superare difficoltà contingenti e svolgere azioni promo fra Milano e il Canton Ticino attraverso impegni degli enti locali e delle diverse PMI. Inoltre, solidarietà e sussidiarietà possono diventare fattori produttivi”.

Il consorzio Distretto33, vincitore del bando della Provincia di Milano, è il gestore per tutto il nord-ovest dell’area e principale interlocutore delle istituzioni locali, provinciali, regionali, nazionali e interlocutore dei consolati dei Paesi presenti a Expo. Un partenariato che fa crescere il valore e livello delle adesioni pubbliche e private che già sono impegnate nel progetto << UnPOxExPO2015>>.

Temi del protocollo partono dal favorire l’efficienza della filiera agro-alimentare e la presentazione delle eccellenze del distretto, l’ottimizzare costi/prezzi per il consumatore, la diffusione di modelli di produzione e gestione, il valore aggiunto del benessere salutistico e del buonvivere a tavola attraverso ospitalità, ricezione e fruibilità con alta smart personal tecnologia e mecenatismo sociale come indica la Commissione Europea. Concretamente, già a settembre, presso AIFOS ( associazione italiana formatori sicurezza sul lavoro) nel polo tecnologico universitario di Brescia, sarà tenuto un workshop dedicato alle azioni e iniziative da intraprendere.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner