Spino Fiorito di Identità Immutate

al Castello Malaspina di Massa

11/02/2012

Spino Fiorito di Identità Immutate
E' stata proprio questa rassegna enologica, che comprende anche prodotti tipici ed accoglie oltre 30.000 visitatori, a tenere a battesimo nel 2002 il movimento non-profit Identità Immutate®.

Il tema conduttore di questa edizione è “la campagna in città, la città in campagna”, in riferimento all'agricoltura periurbana, caratteristica di Massa, e allargato al concept del “cittadino-contadino” che darà vita ad un dibattito sul suo futuro e che sarà enfatizzato dalla presenza di noti personaggi, produttori essi stessi di vino o di altre specialità.

Ampio spazio verrà dato alla produzione “verde” nel talk-show “Bio mio, salvaci tu!”, che, con l'intervento di esperti e di importanti sostenitori del settore e il coinvolgimento dell'Enoteca Italiana di Siena, cercherà la risposta alla pressante domanda “Mutamenti climatici e inquinamento ambientale: un'agricoltura senza chimica è la soluzione?”.

La giornata finale si tingerà di rosa con il convegno “Quando le donne scendono... in campo”, ovvero “L'imprenditoria agricola femminile: da ma-donne a donne manager”.

Anche quest'anno, nel pomeriggio della domenica, verrà assegnato lo Spino Fiorito d'oro a un produttore, a un enologo ed a un giornalista che si sono distinti per aver sostenuto la cultura del territorio, con il loro impegno professionale a favore della difesa e della promozione del made in Italy alimentare.

Sulla linea non-profit, che contraddistingue il movimento Identità Immutate®, Spino Fiorito 2008 ha previsto un appuntamento particolare, ad offerta libera, il cui ricavato sarà devoluto a una celebre associazione dedicata ai non-vedenti: “degustazioni di vino al buio”, con i partecipanti bendati e con la guida di un sommelier eccezionale, permetteranno di sensibilizzare al problema quanti vorranno sperimentare l'eno-emozione che interessa tutti i sensi... tranne la vista.

Durante i quattro giorni, nelle splendide sale e sugli spalti, da cui si gode un panorama mozzafiato che abbraccia le Apuane e il mare, il pubblico potrà fare la conoscenza di vini nobili, come quelli locali Doc di Candia e dei Colli di Luni, l'Igp Val di Magra e gli analoghi di microaree di Sicilia, Puglia, Abruzzo, Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Liguria, e Friuli, accompagnati da rare bontà, quali la ricotta affumicata al ginepro della montagna abruzzese, le conserve sottolio e le marmellate d'agrumi di Messina, l'elisir pugliese a base di Negramaro e le tipicità del comprensorio, dal miele Dop della Lunigiana, al lardo Igp di Colonnata e alle fragranze della Via dei Pani delle Apuane.

Il movimento non-profit Identità Immutate, promosso dall'Assessorato all'Agricoltura di Massa-Carrara è stato ideato da Rosanna Ercole Mellone, ed unisce in una rete solidale piccoli territori italiani custodi della tradizione agricola ed artigianale ma poco conosciuti.

Ingresso gratuito, orario 10-19.

 

Per informazioni: http://portale.provincia.ms.it

 

Segreteria Organizzativa:

Settore Agricoltura/Foreste-Provincia di Massa-Carrara,

via Marina Vecchia 78, tel. 0585/816573-574-575-566-567.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner