Taste by Gastronauta Davide Paolini: il salone delle eccellenze del gusto e del food lifestyle a Firenze

Da sabato 8 a lunedì 10 marzo 2014, alla Stazione Leopolda di Firenze

05/03/2014

Taste by Gastronauta Davide Paolini: il salone delle eccellenze del gusto e del food lifestyle a Firenze

Da sabato 8 a lunedì 10 marzo 2014, alla Stazione Leopolda di Firenze, Pitti Immagine presenta TASTE. IN VIAGGIO CON LE DIVERSITÀ DEL GUSTO, la nona edizione del salone-evento dedicato alle eccellenze del Gusto, del food lifestyle e del design della tavola, nato dalla collaborazione con il Gastronauta Davide Paolini. Taste si è affermato come il salotto italiano del mangiare e del bere di qualità, il luogo dove – tra cibi, vini, oggetti e idee – si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell’alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies, alla continua ricerca di prodotti, input e nuove passioni golose da coltivare.

A Taste torna l’appuntamento con l’arena cultural-gastronomica orchestrate da Davide Paolini, il Gastronauta.

Taste Ring è il luogo di dibattiti e di idee dove i protagonisti del mondo del cibo si sfidano sui temi più curiosi legati alla tavola contemporanea, al cibo e al gusto, interpretando l’attualità e anticipando le tendenze future.
In occasione della nona edizione di Taste, nel programma dei Taste Ring, l’arena cultural-gastronomica orchestrata dal Gastronauta Davide Paolini, sarà presentato anche il Ring:

I CATERING ITALIANI SPOSANO LA CUCINA INTERNAZIONALE DELLE GRANDI OCCASIONI? Sabato 8 marzo alle ore 14,00

ITALIAN SOUNDING: DANNO O OPPORTUNITÀ? Sabato 8 marzo 2014, ore 16

Il giro d'affari della contraffazione del prodotto alimentare italiano supera l'export e crea danni economici enormi al Paese, ma fuori UE non ci sono mezzi di difesa neppure per i marchi Dop e IGP. Ad oggi non sono state prese misure efficaci, cosa è possibile fare veramente? Se si considera poi il fatturato dei prodotti italiani “taroccati”, si scopre che esiste un’enorme domanda non soddisfatta, ma quali sono gli ostacoli che ne impediscono la soddisfazione: carenza di materie prime o di imprenditorialità?

Interverranno:
Tom Mueller, giornalista e autore di "Extraverginità. Il sublime e scandaloso mondo dell'olio d'oliva"
Oscar Farinetti, fondatore di Eataly
Giuseppe Liberatore, Pres. AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche),
Mario Cichetti, Dir. Consorzio Prosciutto San Daniele,
Antonio Lucisano, Dir. Consorzio Mozzarella di Bufala,
Roberto Moncalvo, Pres. Coldiretti,
Nicola Cesare Baldrighi, Pres. Consorzio Grana Padano,
Corradino Marconi, Pres. Consorzio Mortadella,
Oliviero Toscani, Fotografo e produttore di olio toscano,
Mario Guidi, Pres. Confagricoltura,
Adolfo Filippini, Vice Presidente "Vicario" Consorzio Parmigiano Reggiano,
Piero Gonnelli, Pres. Associazione Italiana Frantoiani Oleari.

TUTTI LA CERCANO, TUTTI LA VOGLIONO: LA PASTA MADRE Domenica 9 marzo ore 12,00

Il mondo della pasta madre o lievito naturale fino a qualche anno fa era sconosciuto ai più, anche ad alcuni degli addetti ai lavori. Il consumo fast aveva fatto dimenticare il lievitare lento del pane di casa. Poi qualcosa è cambiato e il verbo, tra l’altro grazie al web, si è diffuso tra le mura domestiche, dove crescono gli adepti di questa filosofia di panificazione. Ma l’attenzione sulla lievitazione non si è rivolta solo nei confronti del pane, anche la domanda di pizza e dolci ne è stata coinvolta, portando ad un'evoluzione che ha portato cambiamenti nell'utilizzo delle farine necessarie per le produzioni. Capiamo con i diretti interessati come si sono modificati i consumi e le lavorazioni e, soprattutto, se c’è davvero così tanta differenza tra utilizzare la pasta madre o altri tipi di lievito.

Intervengono:
Renato Bosco, Saporè di San Martino Buon Albergo (VR)
Lucca Cantarin, Pasticceria Marisa di San Giorgio delle Pertiche (PD)
Emanuele Lenti, Pregiata Forneria Lenti di Grottaglie (TA)
Ivan Rigon, Fresco Piada di Riccione (RN)
Piero Gabrieli, Direttore Marketing Molino Quaglia di Vighizzolo D’Este (PD)
Walter Rampazzo, Pizzeria Pedrocchino di Campodoro (PD)
Pierluigi Roscioli, Forno Roscioli di Roma
Riccardo Astolfi, Organizzatore del Pasta Madre Day e creatore sito www.pastamadre.net

PASTA ALL'ITALIANA, MA IL GRANO C'È? Domenica 9 marzo, ore 16,00

La pasta è uno dei prodotti più riconosciuti del Bel Paese. Non c'è alimento più significativo per rappresentare la cucina italiana, tanto noto e amato, quanto controverso e discusso, ad iniziare dalla materia prima. Si sa che la produzione di grano in Italia non è in grado di coprire l’esigenze dei pastifici nazionali, i quali devono perciò importarlo dall’estero. Ma potrà esistere mai una via tutta italiana al prodotto finito?

Intervengono:
Francesca Verrigni, Verrigni - Antico Pastificio Rosetano di Roseto degli Abruzzi (TE),
Antonio Marchetti, Pastai Gragnanesi Società Cooperativa di Gragnano (NA),
Antonio Morelli, Antico Pastificio Morelli 1860 di San Romano (PI),
Massimo Mancini, Pasta Mancini di Monte San Pietrangeli (FM),
Massimo Sansonetti, Cipriani Food di Losson di Meolo (VE),
Alberto Zampino, Pastificio Gentile dal 1876 di Gragnano (NA),
Dino Martelli, Martelli Famiglia di Pastai dal 1926 di Lari (PI),
Andrea Cavalieri, Pastificio Benedetto Cavalieri dal 1918 di Maglie (LE),
Enzo Rossi, La Campofilone Filiera di Campofilone (FM),
Giuseppe Di Martino, Pastificio dei Campi di Gragnano (NA),
Paolo Petrilli, Az. Agr. La Motticella di Lucera (FG).



Inoltre Taste si propone come un viaggio sensoriale ricco di tradizioni e novità: prodotti nuovi e della tradizione si incontrano nel piatto, si combinano, si armonizzano, sotto le mani di abili Chef per creare nuovi sapori, nuovi incontri, alla scoperta del buon cibo, il “Ring” in cui i protagonisti della cultura contemporanea della tavola si confrontano sui temi più singolari e caldi legati al cibo e al gusto. Ci saranno infatti momenti dedicati esclusivamente agli operatori del settore ed altri aperti al pubblico con la possibilità per i visitatori di acquistare nel Taste shop dove potranno trovare le migliori specialità, selezionate appositamente dalle aziende partecipanti, degustate durante il percorso.

Tema di quest’anno sarà la Fabbrica del Gusto, perché dietro ad ogni prodotto, dietro ad ogni buon piatto ci sono studi e creazioni di “artisti” che giorno dopo giorno preparano i loro piccoli capolavori. Quei capolavori che poi ci vengono presentati regalandoci momenti di pura gioia, che si consuma al primo morso rimanendo a lungo nei sensi.

E Taste coinvolge l’intera città con una serie di eventi, i “Fuori di Taste”: si svolgeranno contemporaneamente al salone riuscendo ad animare i luoghi più celebri di Firenze con cene, degustazioni a tema, dibattiti, presentazioni che per qualche giorno invaderanno i locali storici e non, richiamando ogni appassionato e curioso. Gli eventi FUORIDITASTE: QUI tutti gli appuntamenti.

Tra le aziende presenti a questa edizione segnaliamo nomi come:
32 Via dei Birrai, Acetaia La Bonissima, Acquerello, Agnoni, Agricola Franco Tamborino Frisari, Alpe Pragas, Antica Macelleria Falorni, Artigiano Pastaio “Cav. Giuseppe Cocco”, Baladin, Bedogni Egidio, Birrificio Italiano, Biscottificio Antonio Mattei, Campofilone, Cantalupo Lumache, Domori, Donnafugata, Guido Gobino – Relanghe, Krumiri Rossi, La Nicchia Pantelleria, La Via del Tè, Pasticceria del Carcere di Padova, Pastifi¬cio Benedetto Cavalieri dal 1918, Pastificio dei Campi, Rocca 1870, S.Ilario Prosciutti, Prosciuttificio Dok dall’Ava, Ursini, Valier, Verrigni – Antico Pastificio Rosetano, Zaccaria.
E tra i nuovi ingressi: Acquapazza Gourmet, Amari Italy, Avidano, Az.Agr. Ivaldi Dario, De’ Magi – Alchimia di Formaggi, Fracassa Salumi, Italiqa, La Giardiniera di Morgan, Scherzerino… dal 1953.

Verrigni – Antico Pastificio Rosetano a Taste 2014

Verrigni – Antico Pastificio Rosetano sarà presente come gli anni precedenti anche a questa nona edizione di Taste nell'originale cornice della stazione Leopolda di Firenze; una manifestazione unica nel suo genere dove le eccellenze del gusto presentano le loro “creazioni” godendo del privilegio di raccontare la loro storia oltre che di proporre i loro prodotti.
Ci saranno infatti momenti dedicati agli operatori del settore ed altri aperti al pubblico con la possibilità per i visitatori di acquistare nel Taste shop dove saranno presenti alcune specialità selezionate dalle aziende partecipanti.
Taste darà occasione a Verrigni di presentare alcune novità in collaborazione con validissimi produttori che, animati dalla stessa passione, collaborano col pastificio rosetano nella promozione e valorizzazione del vero Made in Italy.
L’azienda esporrà naturalmente a Firenze alcune delle sue referenze più rappresentative pastificate con semola di grano duro, Senatore Cappelli, farro, aromatizzate e biologiche, tutte rigorosamente prodotte in Italia con materie prime nazionali.

Una vasta gamma che vanta alcuni formati che spiccano anche per la loro esclusività:
SpaghettOro, FusillOro, Ri-quadro, Soqquadro.
Ci sarà anche 
BU QUADRO (bucatino quadrato...), pasta trafilata in oro, oltre che in bronzo, che presenta una consistenza diversa, ricercata ed elegante, capace di esaltare il gusto e di mostrare una personalità fresca che si sposa armoniosamente con qualsiasi condimento.
Il BU QUADRO va ad aggiungersi agli altri quadrati che conferiscono nuove sensazioni di masticazione e si vanta di soli 3 minuti di cottura, curioso ed utile ausilio ai ristoratori...

Dal 2011 inoltre, insieme a Francesco Paolo ed Elena Valentini,il grano duro prodotto nell’Azienda Agricola Valentini di Loreto Aprutino, viene pastificato da Verrigni per offrire una pasta tracciabile in ogni suo passaggio dal produttore della materia prima al pastaio che la reinterpreta per le nostre ricette. Si conferma il progetto di proporre al consumatore la possibilità di scegliere realmente, leggendo un'etichetta chiara ed esauriente, ciò che desidera acquistare e quale sia la sua reale provenienza.

Il Pastificio Verrigni venne fondato nel 1898, riforniva l’allora Rosburgo - odierna Roseto degli Abruzzi - delle sue pregiate paste artigianali. La qualità superiore della pasta Verrigni, ottenuta dalla macinatura di grani italiani di alta qualità ,impastata con l'acqua del Gran Sasso, è da sempre riconosciuta anche sulle tavole di famosi chefs ed intenditori del buon cibo…
Con la stessa passione dei fondatori nel 2008 Gaetano Verrigni e la moglie Francesca Petrei Castelli, hanno assunto la guida dell’azienda, proseguendo questa avventura all’insegna del rinnovamento e del rispetto dell’esperienza del passato.

Antico Pastificio Rosetano Verrigni
Via Salara,9 Roseto degli Abruzzi (TE) 60026
Tel. +39 085-9040269
www.verrigni.com

....
Il Molino Quaglia sarà presente alla nona edizione di Taste all'interno della Stazione Leopolda di Firenze
 

Tante come sempre le novità proposte dall'azienda di Vighizzolo d'Este (PD) che all'interno del proprio Stand (C/20 - sezione Taste Tour) presenterà la nuova linea dei Bricks di PetraViva® e regalerà al pubblico il lievito madre vivo nutrito con Petra®.
Il concetto è semplice, ma rivoluzionario: la farina, da oggi in poi, la potranno preparare direttamente i cuochi, i pizzaioli, i panettieri, i pasticcieri, la gente comune. Come? Attraverso combinazioni infinite di Petra® (la farina macinata a pietra del Molino Quaglia realizzata con grano 100% italiano) con uno o più dei Bricks germinati di PetraViva® per dare a ogni ricetta profili nutrizionali e di gusto unici.

Nasce quindi la farina personalizzata, nell'ottica del rebuild your food: rivoluzionare la propria alimentazione ispirandosi al modello della dieta mediterranea e ricostruendo le ricette per realizzare cibi dal profilo nutrizionale adatto alle dinamiche di vita contemporanea. L'utilizzo di una base di farina Petra® unita ai Bricks PetraViva® di altri cereali, parti di cereali e legumi, anche sfarinati, negli impasti a base di lievito madre vivo permette di ottenere alimenti giornalieri di gran gusto e con un profilo nutrizionale personalizzato sulla dieta individuale. Pani, basi per la pizza e paste fresche a base di farina Petra® impastata con i Bricks di PetraViva® e lievito madre vivo contribuiscono all'abbassamento dell'indice glicemico del pasto e apportano all'alimentazione quantità maggiori di fibre, vitamine, proteine e sali minerali rispetto ad analoghi alimenti basati su sole farine di frumento raffinate.
 

PetraViva® è dunque la linea di prodotti di nuovissima concezione che il Molino Quaglia realizza dal mese di settembre 2013 nel nuovo stabilimento di Este (Pd) utilizzando un processo industriale brevettato detenuto in esclusiva europea. Ne fanno parte lieviti, legumi e cereali, in forma intera o sfarinata, con caratteristiche di digeribilità e valori nutrizionali fino a ieri impensabili in ingredienti realizzati in un processo industriale con la massima sicurezza alimentare oggi possibile. La grande novità dei prodotti germinati PetraViva® è soprattutto la capacità di ritenere la massima concentrazione possibile di minerali e vitamine biodisponibili (es. ferro, zinco e calcio) grazie al processo di stabilizzazione termica finale che blocca la germinazione nel momento di massima espressione delle dinamiche di modifica del seme e ne permette la conservazione al riparo da fenomeni di irrancidimento. I cereali e i legumi germinati costituiscono un esempio della straordinaria capacità della natura di produrre energia, capacità che può essere sfruttata da ogni consumatore per procurarsi a basso costo cibi ricchi di principi nutritivi come vitamine, enzimi e oligoelementi, di facile assorbimento durante la digestione.
 

I Bricks di PetraViva® e i pacchi da 1 kg di farina Petra® saranno in vendita nello store di Taste nel corso dell'intera manifestazione.

Ma il Molino Quaglia prenderà parte anche al ring che domenica 9 marzo alle ore 12.00 animerà Taste: "Tutti la cercano, tutti la vogliono: la pasta madre". Questo dibattito dedicato all'attenzione sulla lievitazione che non è rivolta solo nei confronti del pane, ma anche alla domanda di pizza e dolci vedrà l'intervento di Piero Gabrieli, direttore marketing del Molino Quaglia e, tra gli altri, di Renato Bosco, Saporè di San Martino Buon Albergo (VR); Lucca Cantarin, Pasticceria Marisa di San Giorgio delle Pertiche (PD) e Pierluigi Roscioli, Antico Forno Roscioli di Roma.

E con il Molino Quaglia quest'anno si parla anche di FuoriDiTaste 2014. Da giovedì 6 a lunedì 10 marzo, infatti, la tipica pizza ovale di Obikà con pomodoro biologico, Mozzarella di Bufala Campana DOP e Stracciatella di Burrata, diventa ancora più speciale grazie all'impasto realizzato con le farine Petra, personalizzate con i Bricks germinati di PetraViva®.


PETRA a Identità Golose 2014


Il Molino Quaglia nasce nel 1914 e da sempre vanta una spiccata abilità nel combinare le selezioni di grano più adatte alle caratteristiche di ogni farina, realizzando controlli capillari in ogni fase di lavorazione. Il Molino Quaglia sviluppa inoltre progetti che credono nella crescita professionale e nell'imprenditoria personale diffondendo le migliori tecniche per sfruttare al massimo le proprie farine, al fine di creare un prodotto sopra la media che esalti il valore delle materie prime e del lavoro umano. Ed è attraverso l'innovazione del processo produttivo che il Molino Quaglia mette sul mercato nuovi prodotti. Proprio attraverso il processo produttivo che cambia la struttura e rende più appetibile il prodotto finale si migliorano gli aspetti nutrizionali e gustativi dello stesso.

Per maggiori informazioni: www.molinoquaglia.com

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner