Textifood per Expo: un approccio nuovo dei tessuti del futuro

Quando i rifiuti alimentari diventano vestiti

12/05/2015

Textifood per Expo: un approccio nuovo dei tessuti del futuro
Milano Expo 2015. Al centro dell’Esposizione Universale 2015 di Milano, l’esposizione Textifood presenta creazioni tessili realizzate partendo da fibre per la maggior parte commestibili.

Incontro con il futuro?
"Nutrire il pianeta, energia per la vita" è il tema dell’Esposizione Universale 2015 di Milano (primo maggio - 31 ottobre 2015) e in tale contesto, il Padiglione Francia in collaborazione con Lille Europe ha realizzato un’esposizione tra le più riuscite battezzata appunto Textifood.

Sul modello del Padiglione Lille Europa montato a Shanghai in occasione dell’Esposizione Universale 2010, il progetto prevede un Padiglione situato nel centro di Milano per presentare in modo ludico quella che è l’originalità di Lille e della sua regione, mostrandone l’arte del saper vivere, la cultura, la tecnologia, la gastronomia e il design.

Possibili sinergie dei sistemi di produzioni alimentari e tessili
"Nell’ottica delle esposizioni Futurotessili (sviluppate dal 2006 testimoniano la ricchezza delle nuove materie tessili), questo evento presenta fibre provenienti da specie vegetali o animali di cui una parte è commestibile e l’altra è utilizzata per la creazione tessile"», spiega un responsabile di lille3000, programma culturale promosso dalla città di Lille. Obiettivo: mostrare il campo delle possibili sinergie dei sistemi di produzioni alimentari e tessili.

Fibre provenienti da tutti i continenti
Per promuovere queste nuove fibre, lille3000 si è rivolta a designer e stilisti sensibilizzati da una crescita intelligente e sostenibile per immaginare creazioni integranti fibre che utilizzano i residui dei raccolti.

Design lille3000 / Futurotextiles
Curatrice Caroline David
Arancia, limone, banana, ortica, caffè, riso, lino, loto, alghe, funghi, vini, birre, molluschi, crostacei…Textifood presenta alcune fibre ricavate da specie vegetali e animali, di cui una parte è commestibile e l’altra viene invece utilizzata per la creazione tessile. Per far conoscere queste stoffe spesso ignote, lille3000 si è rivolta a designer e stilisti consapevoli di una crescita intelligente e sostenibile delle risorse del pianeta.

Pavillon France / Lille Europe
Institut français Milano
Palazzo delle Stelline
Corso Magenta, 63 Milano

2 maggio > 14 luglio

lunedì > sabato : 11:00 > 19:00
 

Tag: Francia

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner