"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare

Una seconda edizione ricchissima di stimoli e di iniziative

02/06/2015

"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
Ancona 1 maggio 2015. Le parole non sono solo comunicazione ma sono anche costruzione. Le parole hanno un valore se portano ad esplicitare concetti attorno ai quali si costruiscono progetti da rendere concreti e realizzabili.

La cronaca della seconda edizione di “Tipicità in blu”, che si è appena conclusa, organizzata all'Amministrazione comunale di Ancona in collaborazione con Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona, Università Politecnica delle Marche e dalle associazioni di categoria, agricole, economiche e commerciali, ha dimostrato che alcune proposte avanzate durante la prima edizione di Tipicità in Blu dal sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, a nome dell'amministrazione comunale, hanno cominciato a trasformarsi in progetti concreti a cominciare dal far cadere le barriere tra porto e città nell'area dell'Arco di Traiano alla Lanterna Rossa.
Avremo un Arco di Traiano senza barriere in occasione delle prossime celebrazioni dei 1900 anni dalla costruzione dell'Arco eretto, su un progetto dell'architetto Apollodoro di Damasco, nel 115 dopo Cristo.
Uno dei tanti progetti che diventano realtà e che portano alla fruibilità di una zona e di un luogo.

Il waterfront valorizzato come promenade del gusto, unito alla valorizzazione economica di una intera area basata su quella blue economy che ora punta ad una nuova identità a cui partecipano coralmente tutte le istituzioni politiche ed economiche della città di Ancona. Una mission che va avanti.

Mole Vanvitelliana: un polo culturale multifunzionale
Ancona in blu targata Tipicità, nel solco di questa mission, ha visto un fine settimana ad alto tasso di “scoperte” e di eventi che sostanziano i programmi tesi al rilancio culturale ed economico del capoluogo dorico.
Alla Mole Vanvitelliana, che diventa sempre più un polo culturale multifunzionale, si sono svolti i laboratori condotti dall'Università Politecnica con gli alunni delle scuole elementari e medie che hanno dimostrato apprezzamento e curiosità alle spiegazioni del prof. Vincenzo Caputo, docente di Anatomia patologica della Facoltà di Biologia.
Sempre all'interno della Mole si è svolta la premiazione delle scuole che hanno partecipato al concorso sul logo DeCo che ha visto vincere Samuel Adebiyi del liceo artistico Mannucci (Cliccare QUI: Un Pavone sarà il logo De.Co. del Comune di Ancona).

Il Mercato ittico al Mandracchio è stato il luogo della conoscenza e delle degustazioni di prodotti ittici proposti direttamente dai pescatori.
Una vera e propria “Accademia” didattico-divulgativa unita all’opportunità turistica di salpare per minicrociere che portano a valorizzano lo spazio marino fino a Portonovo ed oltre.

Il rapporto con la delegazione del Montenegro è servita per conoscere tradizioni, usi e gastronomia (una spettacolare cena a quattro mani si è svolta sulla terrazza vista mare dell'hotel SeePort con lo chef montenegrino e lo chef Umberto Bentivoglio (nella foto) del Ginevra Restaurant del SeePort Hotel) dell’altra sponda dell’Adriatico. QUI il video della serata su MLMagazine

Il talk-show “La linea blu di Ancona, il mare e i suoi progetti”
Magistralmente condotto da Marco Ardemagni, di RAI Caterpillar e da Angelo Serri, direttore di Tipicità, si è svolto, nella mattinata di sabato scorso, un interessante confronto sul tema “La linea blu di Ancona, il mare e i suoi progetti” che ha visto riuniti tutti i principali attori dello sviluppo del capoluogo e delle molteplici attività legate al mare, da Valeria Mancinelli, Sindaco di Ancona a Giorgio Cataldi, Presidente Camera di Commercio di Ancona; da Sauro Longhi, Rettore Università Politecnica delle Marche a Rodolfo Giampieri, Presidente Autorità Portuale; da Elio Brutti, AGCI Pesca Marche (Associazione fra Cooperative) a Federico Bigoni, Federpesca Marche. Nel dibattito sono intervenuti, tra gli altri, anche Pierpaolo Sediari, Vicesindaco e Assessore alle attività produttive e Fabio Fiorillo, Assessore al Bilancio Comune di Ancona.
Ha partecipato all'incontro inoltre Nenad Vukadinovic, segretario del Segretariato per la protezione del patrimonio naturale e culturale di Montenegro insieme ad una delegazione montenegrina con l'obiettivo di alimentare un processo di scambio e di partenariato, destinato a svilupparsi nel tempo tra Ancona e lo Stato situato nella penisola balcanica.
Tutti i partecipanti al confronto hanno convenuto che Ancona è al “centro ideale” dello “spazio” adriatico-ionico nel quale anche l’Unione Europea ha deciso di puntare per stimolare lo sviluppo armonico di questa parte di Europa.

I partecipanti alla tavola rotonda all'interno della Mole Vanvitelliana

Nell'ultimo giorno di Tipicità in blu, al Mercato Ittico del Mandracchio si è svolto un interessante confronto con alcuni giovani e meno giovani pescatori con la partecipazione dell'assessore Fabio Fiorillo, del “mangiologo” di Rai Uno, Mario Mauro Mariani e della food blogger di origine thailandese, Vatinee Suvimol.

Anche questo ultimo incontro, molto partecipato, è servito per dare risposte concrete ad un disegno che ha l'obiettivo di rafforzare la linea blu di Ancona.
Tutto ciò in vista della prossima edizione di Tipicità in blu 2016...ma in particolare durante e dopo i sei mesi di EXPO Milano 2015.

Un'ultima annotazione: non possiamo non citare chi ci ha ospitati nel soggiorno anconetano, l'Hotel SeePort, con vista mozzafiato affacciato sul mare.
Più che un Hotel è un piccolo capolavoro di eleganza e accoglienza!
Grazie a tutto lo staff e al manager direttore e patron dell'hotel Guido Guidi.

L' Hotel SeePort ad Ancona

Galleria immagini

"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
"Tipicità in blu" per riscoprire un rapporto nuovo tra Ancona e il suo mare
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner