Torna Autochtona Forum dei vini a Bolzano - Anteprima di Hotel di Fiera Bolzano a Milano

Due giorni per scoprire le migliori varietà autoctone italiane e il valore dell’accoglienza

22/07/2015

Torna Autochtona Forum dei vini a Bolzano - Anteprima di Hotel di Fiera Bolzano a Milano

Milano 2015 – Un viaggio nell’Italia del vino autoctono insieme ai custodi più preziosi di questo patrimonio, i piccoli produttori, veri e propri ambasciatori delle unicità del nostro territorio. Questa l’essenza di Autochtona, il consueto appuntamento autunnale di Fiera Bolzano in programma il 19 e 20 ottobre in contemporanea ad Hotel, Fiera internazionale specializzata per hotellerie e gastronomia.

Vitigno autoctono di riferimento nella tradizione altoatesina, la Schiava è stata protagonista della serata di anteprima della dodicesima edizione della kermesse, che si è svolta martedì 21 luglio presso la Dream Factory di Milano insieme ad una penna di riferimento della cultura enogastronomica dell’Alto Adige e non solo, il giornalista Angelo Carrillo.

Le etichette di Schiava degustate nel corso dell’appuntamento - fornite dal Consorzio Vini Alto Adige e che hanno accompagnato il menù a base di specialità altoatesine preparato dalla Scuola Kaiserhof di Merano - hanno fatto da cornice ideale per raccontare lo spirito della prossima edizione di Autochtona.
“La Schiava è il vino che rappresenta più autenticamente la tradizione, la storia e la cultura del Tirolo meridionale - ha spiegato Carrillo – poiché ha un rapporto strettissimo con i riti quotidiani della vita degli altoatesini. È il vino di tutti i giorni e la sua salvaguardia e valorizzazione rappresenta sicuramente uno degli obiettivi della vitivinicoltura altoatesina dei prossimi anni”.

La due giorni bolzanina, organizzata in collaborazione con AIS (Associazione Italiana Sommelier), è oggi diventata un punto di riferimento unico nel suo genere per conoscere da vicino tante piccole realtà e i loro interpreti. Un grande lavoro di valorizzazione e salvaguardia, raccontato attraverso i vini e le testimonianze di oltre 100 realtà d’eccellenza, spesso piccoli artigiani che custodiscono vitigni rari o dimenticati.

“Il patrimonio autoctono è fondamentale - ha sottolineato Carrillo durante l’appuntamento milanese - e rappresenta quel differenziale che ci distingue rispetto agli altri Paesi, sottolineandone la sua unicità. A ricoprire un ruolo chiave nella salvaguardia di questo patrimonio sono i piccoli produttori, che rappresentano gli ambasciatori e i veri custodi di questo territorio”.
Il 19 e il 20 ottobre, l’appuntamento per aziende, consorzi e operatori professionali è a Fiera Bolzano con Autochtona 2015, l’occasione ideale per conoscere, promuovere e valorizzare le produzioni autoctone italiane.

Etichette degustate nel corso della serata, fornite dal Consorzio Vini Alto Adige:
Alto Adige Meranese Schickenburg Graf von Meran 2014, Cantina Merano
Alto Adige Lago di Caldaro classico superiore Pfarrhof 2014, Kellerei Kaltern Caldaro
Alto Adige Santa Maddalena classico Rondell 2014, Glögglhof Franz Gojer
Alto Adige Schiava Gschleier 2013, Cantina Girlan

Tutte le informazioni: www.autochtona.it
www.facebook.com/Autochtona
www.twitter.com/Autochtona
https://www.youtube.com/user/autochtonatv
 


La presentazione a Milano con l'intervento di Nicola Ultimo

HOTEL, a Milano riflettori puntati sulla 39^ edizione
Il valore dell’accoglienza nel settore ricettivo-turistico: a Milano, un assaggio della edizione 2015 di Hotel, dal 19 al 22 ottobre a Fiera Bolzano.

Milano 22 luglio 2015 - Che sia un viaggio di lavoro o di piacere, le aspettative degli ospiti quando raggiungono la propria meta sono prima di tutto la qualità della struttura ricettiva, l’ottima accoglienza ed ospitalità. In un ambito fortemente esperienziale come quello ricettivo-turistico, un buon impatto emotivo gioca infatti un ruolo fondamentale poiché rappresenta il primo biglietto da visita per l’ospite. Su questi aspetti si è soffermata a Milano l’anteprima di Hotel, la Fiera specializzata per hotellerie e ristorazione che è stata presentata alla stampa martedì 21 luglio in una serata esclusiva alla Dream Factory, nel cuore del capoluogo lombardo.

La quattro giorni dedicata al settore dell’accoglienza e della gastronomia, che si svolgerà dal 19 al 22 ottobre a Fiera Bolzano, sarà infatti la piattaforma ideale per analizzare più nel dettaglio questi aspetti, indispensabili per qualificare il comparto turistico e ricettivo. L’appuntamento milanese - presentato dal Direttore di Fiera Bolzano, Reinhold Marsoner - è stato l’occasione per raccontare lo spirito della prossima edizione di Hotel, che nel suo calendario di appuntamenti riserva un ruolo sempre più di primo piano alle tematiche dell’accoglienza.

Ad illustrare e approfondire il concetto di ospitalità e le sue varie declinazioni nel mondo dell’hotellerie e della gastronomia è intervenuto Nicola Ultimo, Restaurant Manager presso il ristorante stellato Vun di Milano (all’interno dell’hotel Park Hyatt) e delegato dell’Associazione “Noi di Sala” per la regione Lombardia. Nell’ambito del turismo alberghiero la qualità - oggettiva e misurabile - rappresenta una condizione necessaria ma non sufficiente per creare e offrire un clima di accoglienza e ospitalità. “Oggi più che mai - ha spiegato Nicola Ultimo, che vanta vent’anni di esperienza in Italia e all'estero presso numerose e rinomate strutture ricettive e della ristorazione - il servizio è relazionalità sociale ed empatia e, diversamente rispetto al passato, tutto ciò non si traduce unicamente in una perfetta esecuzione tecnica e procedurale. Se educazione, rispetto e serietà rimangono comunque i cardini di questa nuova filosofia, la ricerca della sintonia, un approccio empatico e la visione multiculturale risultano i veri valori guida di una struttura turistico-ricettiva”.

Un’evoluzione di metodo e di atteggiamento, dunque, che presuppone un rinnovamento continuo attraverso il canale della formazione, “indispensabile per professionalizzare il servizio”, ha sottolineato Ultimo. Quello della formazione è infatti un tema particolarmente caro all’Associazione “Noi di Sala”, che dalla sua fondazione - alla fine del 2012 - promuove e valorizza l’arte dell’ospitalità e del servizio. “Nel nostro settore la professionalità gioca un ruolo determinante, ecco perché scuola e mondo del lavoro devono diventare due partner indissolubili. Ancora oggi in Italia manca uniformità di insegnamento ed esistono diverse scuole e filosofie di pensiero: in un anno come questo, dove anche grazie a Expo il turismo riveste un ruolo fondamentale, lo Stato dovrebbe investire sulla qualificazione dell’offerta scolastica, creando processi formativi che aumentino il dialogo tra teoria e pratica per gli studenti degli istituti alberghieri”, ha affermato Ultimo.

Le professioni legate al settore turistico-ricettivo, se supportate da esperienza e formazione adeguata, possono infatti essere non solo foriere di nuove opportunità di lavoro ma rappresentare anche una concreta opportunità di crescita per il Paese. L’occasione per approfondire ulteriormente questi aspetti sarà dal 19 al 22 ottobre a Fiera Bolzano con la 39^ edizione di Hotel.

Tutte le informazioni sulla manifestazione in tempo reale su: www.hotel.fierabolzano.it
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner