Tutti Expottimisti i giornalisti Mentana, Brindani, Latella, Turrini e Bisping

"Sei Expottimista o no" è stata la domanda di INformaCIBO

26/04/2015

Tutti Expottimisti i giornalisti Mentana, Brindani, Latella, Turrini e Bisping
Milano Marittima 26 aprile 2015. “Sei Expottimista o no”, è stata questa la domanda che INformaCIBO ha rivolto a cinque giornalisti che ieri sera sono stati premiati da Massimo Giletti per il Premio internazionale “Cinque Stelle al Giornalismo”.

La premiazione è avvenuta durante la serata di gala svoltasi nel salone del Palace Hotel, gioiello della catena alberghiera Select Hotels Collection della famiglia Batani.
(QUI il racconto fotografico della serata a cura di Raffaele D'Angelo)

Ottimisti o no per l'Expo Milano che si apre venerdì prossimo?
“Siamo Expo ottimisti” è stata la unanime risposta dei cinque premiati (sono stati scelti dalla qualificata giuria presieduta dal prof. Ruben Razzante, docente di Diritto dell'Informazione all'Università Cattolica di Milano) che rispondono ai nomi di Enrico Mentana, direttore "TG La 7"; Umberto Brindani, direttore del settimanale "Oggi"; Maria Latella, conduttrice de "L'Intervista" in onda su SKY Tg24; Leonildo Turrini, inviato per lo sport del QN, Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione e Stefanie Bisping, giornalista tedesca Die Presse - Der Tagesspiegel.

Abbiamo giocato sulla parola Expottismisti Sì o No, prendendola a prestito da Giacomo Biraghi, inventore dell’hashtag #expottimisti.

Sei Expottimista Sì o No?” abbiamo chiesto  Umberto Brindani, Enrico Mentana e Maria Latella
Il direttore del settimanale Oggi, Umberto Brindani, ci ha risposto con un chiarissimo, “sono expottimista”. E “sono sicuro che l'Italia uscirà bene da questa importante prova”.
“Due settimane fa -ha aggiunto Brindani- abbiamo fatto per “Oggi” uno scoop mandando un giornalista nei cantieri di Expo per vedere come procedevano i lavori. Ci sono molti ritardi ed è vero, ma sono certo che avrà la meglio la nostra italianissima capacità di vincere le sfide dell'ultimo minuto”.

Enrico Mentana e Donato Troiano, direttore di INformaCIBO
Mentana è “Exposperanzoso”
Anche Enrico Mentana dice di essere expottimista ma ha subito aggiunto, “per la verità, sono “Exposperanzoso”, ed ha aggiunto, “non sono tra quelli che gufano che tutto vada male. L'Italia ha tutto l'interesse ad essere ottimista per questo importante appuntamento”.
La giornalista e conduttrice televisiva, Maria Latella, si dichiara “Expottimista” ma ci tiene a precisare che “è un ottimismo della volontà e non della ragione”.
 

Leo Turrini: per un Expo solidale come il progetto dello chef Bottura contro lo spreco
Chi invece è Expottimista “senza se e senza ma” è il giornalista di QN, Leonildo Turrini: “è stata una bella idea aver scelto per l'Expo 2015 il tema dell'alimentazione, su questo tema l'Italia ha molto da dire” ci dice e aggiunge che c'è anche un' Expo sociale e solidale da valorizzare, “nei giorni scorsi ho incontrato Massimo Bottura, lo chef che da quattro anni è nella lista dei 50 ristoranti migliori al mondo con l’Osteria Francescana di Modena e mi ha detto che gestirà, insieme alla Caritas, una mensa per i poveri utilizzando gli avanzi che ogni giorno escono da mense e ristoranti dell'area dell'Expo. Mi sembra una buona idea. Un’esposizione universale dedicata all’alimentazione -conclude Turrini- non poteva trascurare un aspetto come quello dello spreco e mi sembra una scelta buona questa di Bottura che ha già coinvolto nel progetto una quarantina di cuochi”.

Expottimista” la giornalista tedesca Stefanie Bisping
Io sono “Expottimista” ci dice la giornalista tedesca Stefanie Bisping, perchè “questo evento può stimolare l'economia italiana. Siamo in un periodo di crisi economica e l'Expo è importante proprio per l'economia dell'Italia e di Milano”.

Fin qui le opinioni dei cinque giornalisti premiati, ma abbiamo continuato la nostra mini inchiesta ascoltando i pareri di altri importanti personaggi della carta stampata e Tv.
 

Emilio Carelli, fondatore di Sky e Tg24: L'Expo grande occasione per il nostro Paese
Il fondatore di Sky e Tg24, Emilio Carelli, si dice “Expottimista”, perchè pensa che “le cose andranno a finire bene. L'Expo è una grande occasione per il nostro Paese e -aggiunge- anche se i ritardi ci sono penso che alla fine tutto si aggiusterà e saremo pronti di fronte al mondo intero per questa grande sfida”.

Massimo Giletti e Giancarlo Dillena, direttore del Corriere del Ticino
In questa carrellata di pareri non poteva mancare quello del conduttore della serata, Massimo Giletti, che ci ha detto, “sono ottimista e non vivrei in questo Paese se non lo fossi”, ma poi ha precisato “sono Expottimista se ti rispondo di getto”, perchè altrimenti “qualche dubbio mi viene”.

Giancarlo Dillena, direttore del Corriere del Ticino, “visiterò l'Expo il prossimo mese di agosto e sono tra gli expottimisti. La locomotiva si mette in moto piano piano, ma poi una volta avviata marcerà spedita. Ne sono convinto”. Ed inoltre il giornalista svizzero avverte: “con questa situazione mondiale di grandi tensioni dobbiamo stare attenti piuttosto ai temi della sicurezza”.

Un chiaro “Expottimista” arriva dal Vicedirettore de Il Resto del Carlino di Bologna Beppe Boni, mentre si dichiara “Ottimista nonostante tutto”, Giancarlo Mazzuca, direttore del quotidiano “Il Giorno” di Milano, che vede nell'Expo “una grande occasione per Milano e l'Italia. In particolare per consolidare la ripresa economica che si sta avviando”.

Arriva prima una dichiarazione di scetticismo e poi un secco “NO”.
La prima dichiarazione scettica la esprime il critico gastronomico Edoardo Raspelli, “speriamo bene ma non sono molto ottimista”, mentre l'ex direttore de "il Resto del Carlino" Gabriele Canè, ci dice di essere Expopessimista anche se gli dispiace di non potersi schierare Expottimista.

Andrea Babbi, direttore dell'Enit, con Antonio e Paola Batani

Infine avviciniamo il direttore dell'Enit, Andrea Babbi, che non ci fa finire la domanda che risponde di essere un “ultra ottimista” e di aver “contribuito anche alla nascita dell’hashtag #expottimisti”.
L'ultima dichiarazione la riserviamo a noi: anche INformaCIBO si schiera con gli “Expottimisti”
 
La festa degli Expottimisti il 29 aprile a Milano
Ed ora informiamo i nostri lettori che il prossimo 29 aprile per festeggiare l'inizio di Expo 2015 insieme a tutti gli #Expottimisti si terrà un brindisi, dalle 19.30 in poi, presso da Presso (via Paolo Sarpi 60) a Milano. Noi di INformaCIBO ci saremo!

Tra gli organizzatori Giacomo Biraghi, esperto internazionale di strategie urbane, ed autore, insieme a Alvise De Sanctis e Luca Ballarini, del manuale “#Expottimisti - Guida pratica all’esposizione universale di Milano”.
Un prezioso “bignami” positivo e propositivo” in vista di Expo, che spiega, con testi brevi e infografiche chiare, in che modo l’Expo sarà un evento irripetibile per l’Italia e presenta dati essenziali, effetti economici e ragioni di successo dell’Esposizione universale.

“Il nostro motto è #expottimisti perché siamo convinti che quello del 2015 sarà un evento positivo per Milano e l’Italia”, hanno affermato Giacomo Biraghi e Alvise De Sanctis, che precisa: “L’Esposizione universale è un’occasione di visibilità e sviluppo che non si ripeterà per molti anni. Lavorare per viverla nel modo migliore è la direzione che vediamo”.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner