Una parata di Stelle per la presentazione della Guida Euro-Toques Italia 2016

Il Presidente Enrico Derflingher ha riunito all’Hotel Gallia di Milano i migliori cuochi italiani

22/12/2015

Una parata di Stelle per la presentazione della Guida Euro-Toques Italia 2016
Milano, 21 dicembre 2015 – E’ stato un vero successo l’evento di presentazione della Guida Euro-Toques 2016 che si è tenuto ieri all’Excelsior Hotel Gallia di Milano e che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti riuniti da Enrico Derflingher, Presidente di Euro-Toques Italia e International e da Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola.

Alla serata, che rappresenta da sempre un momento di incontro e condivisione per i numerosi chef Euro-Toques - l’unica associazione voluta, riconosciuta e approvata dall’Unione Europea, che ad oggi conta più di 3.000 associati e include tutti i “3 stelle Michelin” italiani – hanno infatti partecipato i migliori cuochi italiani, guidati dal Maestro Gualtiero Marchesi, fondatore e Presidente Onorario dell’associazione, e numerosi volti noti della TV , del settore e del giornalismo enogastronomico.

La serata si è aperta con un talk show che ha approfondito un tema più che mai attuale, “Dopo la crisi e dopo l’Expo, la ristorazione come valore sociale”, a cui hanno preso parte Lino Stoppani, presidente Fipe-Confcommercio (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), Gualtiero Marchesi, presidente onorario e fondatore di Euro-Toques, considerato all’unanimità lo chef italiano più famoso nel mondo e il fondatore della “nuova cucina italiana”, Enrico Derflingher, presidente di Euro-Toques International e Italia, senza dubbio il miglior testimonial della cucina italiana nel mondo che, in oltre 30 anni di carriera, ha onorato il Belpaese cucinando, tra gli altri, per la Casa Reale Inglese e per George Bush Sr., oltre ad aver aperto più di 30 ristoranti in Asia, Rocco Pozzulo, presidente della Fic (Federazione Italiana Cuochi), Gianluca Boccoli, vicepresidente di Noi di Sala, l’associazione dei professionisti di sala e cantina, Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola.
A moderare gli interventi è stata la celebre eco-foodblogger Lisa Casali, in prima linea nella lotta contro gli sprechi alimentari con il suo seguitissimo blog Ecocucina e presentatrice di “The Cooking Show”, il fortunato programma culinario legato a Expo in onda su RaiTre.

All’aperitivo poi, oltre ai numerosi Chef intervenuti, c’erano anche diversi noti del mondo dell’enogastronomia oltre alla conduttrice della serata Lisa Casali, tra cui Massimo Giletti, Alessandro Circiello, Fiammetta Fadda, Gina Park, Renato Missaglia, Sonia Peronaci e i principali giornalisti del settore food & wine.
 

Lo chef Enrico Derflingher

La cena di gala, invece, è stata una vera e propria parata di Stelle con l’aperitivo curato da Enrico Derflingher e Gianni Tarabini (La Présef, 1 stella Michelin) e numerosi Partner, con il cocktail bar affidato a Flavio Esposito, barman del Boutique 12 di Milano. A seguire la cena di gala curata da Alessandro Negrini e Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, 2 stelle Michelin), che hanno servito un antipasto di Cicerchie dei monti dauni in crema con marasciuolo selvatico, mosto cotto di fichi, lampascioni canditi e olive noliche, con biscotto mostacciolo e Sandro e Maurizio Serva (La Trota, 2 stelle Michelin), che hanno realizzato L’uovo di carciofo con salsa di topinambur e gocce di mentuccia. Il primo piatto invece, firmato da Chicco e Bobo Cerea (Da Vittorio, 3 stelle Michelin) è stato un Risotto Campo dell’oste al gambero rosso di Mazara, marroni e sottogola di maiale, mentre Gaetano Trovato (Arnolfo Ristorante, 2 stelle Michelin) come secondo ha presentato un Vitello chianino IGP, fagioli di Soragna, seppia e il suo nero. Il maître pâtissier Gianluca Fusto, infine, ha chiuso questo straordinario menù con un “Christmas Coffee”, a base di caffè Sidamo, vaniglia e cioccolato al latte Tanariva.

Caratterizzata da una veste grafica elegante e ricca di informazioni, la Guida contiene le schede dettagliate di circa 170 cuochi degli oltre 200 iscritti all’associazione ed è stata realizzata da Italia a Tavola, il network di informazione leader nazionale per diffusione nel mondo della ristorazione e dell’ospitalità. Assoluta novità per prodotti editoriali di questo tipo è la presenza dei ritratti di tutti i cuochi di Euro-Toques realizzati da Renato Missaglia, ormai diventato il ritrattista dei protagonisti del mondo dell’enogastronomia italiana.

La Guida sarà a breve disponibile gratuitamente nella versione digitale, mentre quella cartacea può essere acquistata attraverso Italia a Tavola al costo di 5 euro cliccando qui.

Scheda tecnica
Titolo: Guida 2016 Euro-Toques Italia
Editore: Italia a Tavola
Redazione e progetto grafico: Italia a Tavola
Collaborazione artistica: Renato Missaglia
Pagine: 240
Prezzo: 5 euro
Schede: 168 cuochi (degli oltre 200 associati Euro-Toques Italia)

Contenuti di ogni scheda:
  1. Profilo del cuoco
  2. Indirizzo eventuale del ristorante e contatti
  3. Piatto consigliato ad un giovane aspirante gourmet perché possa capire la cucina dello chef
  4. Numero coperti interni
  5. Numero coperti esterni
  6. Spazio Fumoir
  7. Animali ammessi/non ammessi
  8. Wi-fi
  9. Parcheggio
  10. Carte di credito
  11. Uso in prevalenza di prodotti del territorio

EURO-TOQUES INTERNATIONAL
Euro-Toques International è un’associazione costituita da 28 Paesi Membri U.E. (più Turchia) e da più di 3000 Chef. Nasce nel 1986 per volontà del grande chef belga Pierre Romeyer, del francese Paul Bocuse, padre della Nouvelle Cuisine, e del nostro Gualtiero Marchesi. Lo scopo fu di creare un’associazione contro la standardizzazione dei prodotti alimentari, nel rispetto delle diversità, convinti che la cucina europea debba continuare ad essere espressione di un mosaico di sapori e colori. Coinvolsero pertanto cuochi stimati di tutta l’Europa aprendo sedi in ogni Paese europeo. Nello stesso anno Jacques Delors, Presidente della Commissione Europea, riconosce l’Associazione Euro-Toques International come una lobby fondamentale per la difesa degli alimenti. In Italia l’associazione fu fondata da Gualtiero Marchesi, che ne resse a lungo la presidenza, per poi passare il testimone prima a Massimo Spigaroli e poi a Enrico Derflingher, attuale presidente italiano ed europeo con delega per l’Expo 2015. Euro Toques International, con sede in Bruxelles, ad oggi, è l’unica associazione di Chef riconosciuta, approvata e stimata dall’Unione Europea. I principi di Euro-Toques sono il collante che permette all’associazione di crescere. Altro elemento che contraddistingue l’associazione è l’attenzione verso tutto quello che è solidarietà e condivisione. Due parole che sempre più delineano il futuro della società in cui viviamo e che diventano per gli Chef Euro-Toques un modo per fare ancora meglio il proprio lavoro, anche sul piano etico. www.eurotoquesit.com
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner