Vignaioli Indipendenti italiani a Piacenza: Territorio, identità, cultura. Storie di vino e di vita

A PiacenzaExpo, 30 novembre e 1 dicembre, con 200 vignaioli indipendenti

13/11/2013

Vignaioli Indipendenti italiani a Piacenza: Territorio, identità, cultura. Storie di vino e di vita

Piacenza 13 novembre 2013. Si avvicina (dal 30 novembre al 1 dicembre) il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, l’appuntamento con i piccoli produttori vitivinicoli della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI).
Una manifestazione, che si svolge alla Fiera di Piacenza Expo,  dove incontrare e conoscere direttamente gli artigiani del vino del nostro Paese. Scoprire i protagonisti di una realtà vitivinicola con oltre 700 associati, presenti in tutte le regioni del nostro Paese e in grado di offrici ogni anno 55 milioni di bottiglie prodotte in più di 7 mila ettari di filari.

Una manifestazione/racconto del nostro territorio, della nostra storia identità culturale, scandito e spiegato da un nuovo ed antico modo di vivere e interpretare il rapporto con terra, vigna, vino. Infatti, essere VIGNAIOLO INDIPENDENTE significa accudire i propri vigneti, raccogliere le proprie uve, vinificarle e produrre il proprio vino. Un modello attraverso il quale tuteliamo l’ambiente e il paesaggio, e garantiamo crescita culturale e ricaduta economica nel territorio. Soprattutto, un modello in grado di offrire vini che narrano una storia: quella di chi li produce e della terra dalla quale nascono.

La degustazione dei vini sarà resa ancor più piacevole dalla presenza di numerosi artigiani del cibo italiani, una finestra aperta su tipicità e prodotti legati ad un modello di filiera alimentare in tutto e per tutto simile a quella dei vignaioli FIVI.

I Vignaioli Indipendenti FIVI invitano tutti a Piacenza per un viaggio calice in mano alla scoperta dell’Italia del vino artigianale.

240 sono i Vignaioli Indipendenti FIVI presenti a questa terza edizione per due giornate che saranno dedicate al vino artigianale ma anche all'ARTIGIANATO quale modello produttivo,
tema che verrà approfondito negli INCONTRI/DEGUSTAZIONI con vignaioli e noti artigiani che operano in altri settori.

PROGRAMMA

 

Sabato 30 novembre 2013 – ore 14
TAVOLA ROTONDA: Vignaioli Innanzitutto

Vino e burocrazia, qual è la situazione?
Michele Fino - Docente presso l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo ed esperto in legislazione vitivinicola
Vittorio Portinari - Consulente Legislativo esperto in legislazione vitivinicola

Il dialogo con le Istituzioni e la necessità di ottenere risposte
Matilde Poggi - Presidente Fivi

Vignaioli in Europa, l'importanza di essere rappresentati
Costantino Charrère - Past President FIVI e Vicepresidente CEVI - Confederazione Europea dei Vignaioli Indipendenti

Fivi: unità e coesione per il bene comune
Saverio Petrilli - Segretario Nazionale Fivi

Vignaioli: definiamo la nostra identità
Walter Massa - Vicepresidente Fivi
Modera l'incontro: Giorgio Melandri, giornalista, curatore della terza edizione del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti.

AUTORI e INCONTRI
Gli artigiani hanno un patrimonio di gesti, sapienze e intuizioni che si nutrono di esperienza e sensibilità. Gli incontri della serie AUTORI sono un’occasione per i vignaioli di confrontarsi con artigiani di altri settori ogni volta su un tema diverso. Complessivamente i 6 incontri affrontano i temi cari a questo mondo e mettono a fuoco il concetto stesso di artigianato e la sua più intima identità. In ognuno di questi appuntamenti, coordinati da un giornalista, la discussione sarà accompagnata dalla presentazione di due vini scelti tra i loro dai due vignaioli protagonisti.
Curatore Giorgio Melandri.

Sabato 30 novembre 2013
ore 12 Una questione di stile.
Lo stile è una delle questioni centrali dell’artigianato, uno degli elementi che rende inimitabile un territorio, un autore, un vino. Quando uno stile si afferma diventa patrimonio di una comunità ed ecco allora che nell’uso comincia a cambiare ed evolvere. Accetta e rielabora le innovazioni, lavora sui problemi traducendoli in occasioni, tradisce e si libera dai canoni più rigidi, scappa in avanti e torna al passato.
Ospite: Monica Benini, stilista. Monica compera vecchi tessuti orientali e ne ricava abiti combinandoli con tessuti italiani. Solo pezzi unici ovviamente. www.indaliafashion.com.
Vignaioli: Elisabetta Foradori, Walter Massa.
Coordina il giornalista Alessandro Bocchetti (Gambero Rosso, Spaghetti Junction)
ore 15 I tempi, sempre protagonisti.
Il rispetto dei tempi è uno degli elementi di forza dell’artigiano e uno dei temi della qualità. Si tratta di aspettare a volte, ma anche semplicemente di mettere il proprio lavoro in relazione con la precisione di certi processi. I tempi sono una disciplina, ma spesso sono un alleato prezioso degli artigiani che devono sentirli ed interpretarli.
Ospite: Leonardo Lelli, torrefattore. Leonardo viaggia per il mondo alla ricerca di grandi cru di caffè e produzioni speciali che lavora direttamente nel suo laboratorio di Bologna. È considerato il più grande specialista italiano del caffè. www.caffelelli.com.
Vignaioli: Gabriele da Prato Podere Concori, Alessandro Dettori.
Coordina il giornalista Fabio Pracchia (Slow Food)

ore 17 Tradizione, idea innovativa.
Tradizione non è culto delle ceneri ma custodia del fuoco.” diceva Gustav Mahler. Il fuoco però va alimentato e questo è il dovere di un artigiano, accompagnare il sapere tramandato nel contemporaneo. La discussione diventa interessante sull’idea di confine, ovvero su quello che separa l’idea di evoluzione da quella di tradimento.
Ospite: Elisabetta Bovina, ceramista. Insieme a Carlo Pastore spazia dalla creazione di opere uniche e oggetti in piccola serie alla progettazione per l'arredo e l'architettura, all'allestimento di tableaux vivants e performance, sul filone dell'exhibition design e della scenografia ceramica. www.pastorebovina.it
Vignaioli: Isabella, Emanuele e Guido Perego Arpepe, Nanni Copé.
Coordina il giornalista Pierluigi Gorgoni (docente ALMA, Espresso)

Domenica 1 dicembre 2013
Ore 12 Linguaggio. La frontiera del buono.
Il linguaggio è codice, sintesi di una comunicazione complessa, spartiacque di mondi vicini solo merceologicamente. Il linguaggio oggi è la frontiera del buono che da solo è un concetto assolutamente inadeguato al racconto del vino.
Ospite: Gaetano Verrigni, pastaio. Quella di Verrigni è una storia intessuta di passione, di artigianalità, di tradizione ma anche di innovazione. La storia di una famiglia capace di tramandare dal 1898, di generazione in generazione, l’amore per la propria terra – Roseto degli Abruzzi - e la vocazione alla qualità più elevata, senza compromessi.
Vignaioli: Luigi Cataldi Madonna, Grosjean.
Coordina il giornalista Luciano Ferraro (Corriere della Sera)

ore 15 Manualità. Sapienza dei gesti.
I gesti, la grande sapienza degli artigiani, un patrimonio che viene affinato durante anni di pratica, di riflessioni, di attenzione e sensibilità. Le mani sono raffinate interpreti del pensiero e la loro cura dei dettagli diventa stile e affidabilità.
Ospite: Massimiliano Mazzucchi, calzolaio. Calzoleria Max e Gio Bologna. La Calzoleria nasce dall'idea di due giovani calzolai che condividono la stessa passione e vorrebbero far conoscere alle nuove generazioni l'arte delle scarpe fatte a mano. La calzoleria si trova nella parte antica di Bologna, il ghetto ebraico, dove si possono riassaporare i profumi del cuoio e della pelle come una volta. www.lacalzoleriadimaxegio.com
Vignaioli: Leonildo Pieropan, Francesco Avita
Coordina il giornalista Andrea Grignaffini (docente ALMA, Espresso, Spirito di Vino)

ore 17 Il clima, limite e opportunità
Nell’enogastronomia ci sono tanti casi famosi di un limite climatico che diventa opportunità e tanti prodotti che nascono da invenzioni figlie della necessità. Questo compromesso fa parte del rapporto tra uomo e natura, ma l’uomo spesso riesce a fare di questa necessità una invenzione assoluta.
Ospite: Massimo Spigaroli, Antica Corte Pallavicina, www.acpallavicina.com. Massimo Spigaroli è l’uomo che ha fatto conoscere nel mondo il Culatello di Zibello, il figlio coccolato delle nebbie del Po, l’invenzione assoluta della bassa parmense.
Vignaioli: Ampelio Bucci Villa Bucci, Niccolò Montecchi Villa del Cigliano
Coordina la giornalista Adua Villa (giornalista televisiva, sommelier)

PRENOTAZIONE e PARTECIPAZIONE AGLI INCONTRI

La partecipazione agli incontri ha un prezzo di € 10,00 ad incontro.
La cifra va corrisposta all’entrata dell’incontro prenotato.
La presenza è limitata a 25 persone e le prenotazioni DEVONO essere effettuate tramite una e-mail da inviare all’indirizzo accrediti@fivi.it
con chiara indicazione del proprio nome e cognome, e del giorno/orario/titolo dell’incontro prescelto.
Verranno accettate le prime 25 e-mail di prenotazione che giungeranno per ogni incontro.

Date: sabato 30 novembre, domenica 1 dicembre 2013
Luogo: PiacenzaExpo, quartiere fieristico che si trova all'uscita del casello di Piacenza Sud,

Distanze: un’ora da Milano, Bergamo, Brescia, Verona, meno di un’ora da Mantova, Reggio Emilia, Parma, Alessandria.
Orari: sia sabato che domenica, dalle ore 11 alle 19
Biglietto ingresso: Euro 15,00 calice degustazione incluso

Info su Mercato dei vini: http://www.mercatodeivini.it/

Info su FIVI: http://www.fivi.it/

twitter: @vignaiolifivi -  facebook: https://www.facebook.com/vignaioliindipendenti.fivi

Tag: Piacenza

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner