VINUM 2017 ad Alba: 22, 23, 24, 25 aprile – 29, 30 aprile, 1° maggio 2017

14/04/2017

Come ogni Primavera, da quarantuno anni a questa parte, ritorna ad Alba la Fiera Nazionale Vinum, la più importante manifestazione enoica che avviene in Piemonte in questa stagione. Nei due “weekend di ponte” tra aprile e maggio - da sabato 22 a martedì 25 aprile e da sabato 29 aprile a lunedì 1 maggio – la “Città delle cento torri” si trasforma in una grande enoteca a cielo aperto con la possibilità di scoprire itinerari golosi tra tante occasioni di divertimento.

Grande novità di questa edizione è VINUMINCANTINA - FOOD&WINE EXPERIENCE, un’esperienza ideata per soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei gourmet. Con VINUMINCANTINA si ha la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferrato selezionate da grandi chef che, al termine del tour, prepareranno uno speciale aperitivo abbinato al vino dell’azienda ospitante. L’esperienza è completa di un servizio navetta con andata e ritorno da Alba dalle ore 16.30 alle 20.30 circa. 

All’apertura verso il territorio quest’anno si aggiunge anche un interessante connubio con le regioni d’Oltralpe. Nel secondo weekend della manifestazione - dal 29 aprile al 1° maggio nel Cortile della Maddalena - Vinum ospita l’Associazione Undici del Vino e i vini della Svizzera e del Sud della Germania, un’occasione unica per conoscere eccellenze enologiche straniere. Il legame enoico, inoltre, diventa occasione di gioco e spettacolo: sabato 29 aprile, alle ore 20.45 presso il campo Michele Coppino, scendono in campo le squadre nazionali di produttori per l’incontro amichevole di calcio tra ITALIA e una selezione SVIZZERO/TEDESCA...

VINUMINCANTINA - FOOD&WINE EXPERIENCE è una novità della quarantunesima edizione di Vinum, un’esperienza ideata per soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei gourmet. Con VINUMINCANTINA si ha la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferrato selezionate da grandi chef che, al termine del tour, prepareranno uno speciale aperitivo abbinato al vino dell’azienda ospitante. L’esperienza è completa di un servizio navetta con andata e ritorno da Alba, in Piazza Medford, dalle ore 16.30 alle 20.30 circa per tutti i giorni di Vinum.

Informazioni e prenotazioni sul sito: http://www.vinumalba.com

 IL PROGRAMMA

 

Sabato 22 aprile
CANTINA TENUTA CARRETTA (Piobesi d'Alba) aperitivo con *FLAVIO COSTA - Ristorante 21.9
CONTRATTO (Canelli) aperitivo con *LUCA ZECCHIN - Ristorante Guido da Costigliole

Domenica 23 aprile
CASCINA CHICCO (Canale) aperitivo con STEFANO PAGANINI - Ristorante Alla Corte degli Alfieri

Lunedì 24 aprile
CANTINA RENATO RATTI (La Morra) aperitivo con *DAMIANO NIGRO - Ristorante Villa d'Amelia
BRAIDA (Rocchetta Tanaro) aperitivo con *WALTER FERRETTO - Ristorante Il Cascinalenuovo 

Martedì 25 aprile
BOROLI. CANTINA LA BRUNELLA (Castiglione Falletto) aperitivo con *FEDERICO GALLO - Locanda del Pilone

Sabato 29 aprile
FONTANAFREDDA (Fontanafredda) aperitivo con *UGO ALCIATI - Guido Ristorante - Villa Contessa Rosa
BATASIOLO (La Morra) aperitivo con *PASQUALE LAERA - Ristorante La Rei

Domenica 30 aprile
ADRIANO MARCO E VITTORIO (Alba) aperitivo con ANDREA LAROSSA Ristorante Larossa
MICHELE CHIARLO (Calamandrana) aperitivo con *MASSIMILIANO MUSSO - Ristorante Albergo Cà Vittoria

Lunedì 1 maggio
AZIENDA AGRICOLA CORNAREA (Vezza d’Alba) aperitivo con *MARC LANTERI - Ristorante Al Castello

 

CHEF E CANTINE

 FLAVIO COSTA
Un viaggio personale da Savona al lungomare di Albissola Marina per aprire il suo ristorante stellato, il “21.9”. Un percorso che lo ha portato a diventare docente regionale all’Alma (prestigiosa scuola di cucina aperta dal grande maestro Gualtiero Marchesi) e baluardo della cucina ligure in Italia e nel mondo. Recentemente approdato nel Roero il nome, 21.9, che ricorda il giorno della nascita delle sue gemelle, se lo è portato dietro in quella Tenuta Carretta, della famiglia Miroglio, che lo ospita a Piobesi d'Alba.

TENUTA CARRETTA
Meravigliosa cascina a Piobesi d’Alba (CN), residenza storica di nobili famiglie, immersa tra dolci pendii coltivati a vigna nel cuore di un territorio secolarmente vocato alla viticoltura la Tenuta Carretta ospita la cantina omonima e, oltre al ristorante, un relais di charme.

LUCA ZECCHIN
Il giovane chef Luca Zecchin è colui che ha raccolto l’eredità di Lidia Alciati. Nel 2002, sotto la sua guida, la cucina del Ristorante Guido da Costigliole del Relais San Maurizio di Santo Stefano Belbo ottiene la stella Michelin. I suoi piatti valorizzano i sapori della tradizione in una visione contemporanea, con l’utilizzo di materie prime locali sapientemente selezionate. 

CONTRATTO
La cantina storica, ora patrimonio UNESCO, è un vero tesoro, unico nel suo genere. Questa enorme cattedrale sotterranea si estende per più di 5000 metri quadrati; scavata nella marna che compone la collina alle spalle della piccola città di Canelli (AT), arriva a raggiungere una profondità di 32 metri. Nei suoi 150 anni di storia, la Contratto è passata dal produrre Moscato e vini fermi, agli Spumanti Metodo Classico, tonici e Vermouth.

STEFANO PAGANINI
Fin da piccolo Stefano Paganini entra in contatto con il mondo della ristorazione e della pasticceria. Inaugura la propria esperienza professionale in uno dei primi ristoranti stellati piemontesi, La Contea. Terminati gli studi muove i primi passi sotto la supervisione di Davide Palluda, nella cucina del ristorante All’Enoteca di Canale. Nel 2002 è tempo per Stefano gestisce in autonomia la cucina di Villa Tiboldi a Canale. Nel 2010 approda nel borgo di Magliano Alfieri, all’interno del Castello dove nasce Alla Corte del Alfieri.

CASCINA CHICCO
La storia della Cascina Chicco inizia negli anni ’50 quando Ernesto Faccenda acquistò il primo ettaro di terreno a pochi passi da Canale d’Alba (CN), nel cuore del Roero, e cominciò a produrre Nebbiolo e Barbera. Negli anni ’80 Federico Faccenda, erede del fondatore Ernesto, aiutò i figli Enrico e Marco Faccenda ad entrare in Cascina Chicco, coinvolgendoli nel rinnovamento dell’azienda e permettendo loro di apportare nuove energie, nuovi obbiettivi e una rinnovata voglia di comunicare il proprio territorio attraverso i vini.

DAMIANO NIGRO
La passione per la cucina spinge Damiano Nigro, a soli 15 anni, ad intraprendere un percorso che lo ha portato ad affiancare i più noti chef internazionali tra cui Gualtiero Marchesi, Alain Ducasse ed Enrico Crippa. Nel 2006 gli viene affidata la direzione della cucina del ristorante del Relais Villa d’Amelia di Benevello, conseguendo in soli 4 anni la prima stella Michelin. La sua cucina si basa oltre che sulla ricerca di nuove tecniche, anche sull’utilizzo di materie prime di grande qualità e ingredienti selezionati personalmente.

CANTINA RENATO RATTI
Qualità, ricerca, passione, rispetto della storia e del territorio con apertura verso il futuro, sono i principi della filosofia e l'espressione dei vini della celeberrima Cantina Renato Ratti sita in Frazione Annunziata a La Morra (CN). La sofisticata ed innovativa filosofia di vinificazione di Renato Ratti prosegue oggi grazie alla passione e all’impegno del figlio Pietro.

WALTER FERRETTO
Nel corso degli anni Walter Ferretto ha reso Il Cascinalenuovo di Isola d’Asti un ristorante sempre più esclusivo grazie al grande valore ai piatti proposti. Innovazione e amore per la tradizione sono gli strumenti che la famiglia Ferretto e lo Staff de il Cascinalenuovo sono riusciti ad accordare come componenti di un unico concetto culinario che sa coniugare la grande cucina piemontese con i profumi e i sapori provenienti da ogni angolo del mondo.

CASCINA BRAIDA
Tutto ebbe inizio con un soprannome, “Braida”, che il bisnonno Giuseppe Bologna si guadagnò giocando la domenica a pallone elastico. Giacomo Bologna ereditò dal padre vigna e soprannome, ma soprattutto l’amore incondizionato per la terra e per il vino. Dal 1961 ad oggi l’azienda Braida di Rocchetta Tanaro (AT) è l’immagine ampliata e fedele della filosofia di Giacomo e della moglie Anna. Raffaella e Giuseppe Bologna, entrambi enologi proseguono con successo il percorso di promozione e valorizzazione dei nettari di famiglia.

FEDERICO GALLO
Lo Chef Federico Gallo è nato a Torino. Al termine del percorso scolastico nel 2006 Federico inizia a viaggiare, prima in Italia, soprattutto in Toscana e successivamente in giro per il mondo, dal Messico agli Stati Uniti. Queste esperienze hanno aiutato Federico a creare menu stagionali ispirati alle materie prime tradizionali dei luoghi che ha visitato. La sua cucina alla Locanda del Pilone di Alba mescola prodotti locali piemontesi e toscani creando piatti straordinariamente ricchi di sapori e profumi.

BOROLI. CANTINA LA BRUNELLA
La “Brunella” di Castiglione Falletto (CN), cascina di proprietà della famiglia Boroli, si inserisce perfettamente nella splendida natura circostante reinterpretando le vecchie forme in maniera assolutamente innovativa in perfetta armonia con la vecchia Cascina del ‘600. Boroli è una famiglia di imprenditori dal 1831: prima nel tessile, poi nell’editoria, ora anche nella vitinicoltura. Negli anni novanta Silvano ed Elena Boroli sentono l’esigenza di dedicarsi al vino, una passione che si trasforma in lavoro.

UGO ALCIATI
Ugo Alciati è l’erede di una famiglia che ha scritto la storia della cucina italiana. Ha cominciato a lavorare a 15 anni per non smettere più. Da Guido Ristorante, presso la Tenuta di Fontanafredda a Serralunga d’Alba, si trova un menù di stagione, carta essenziale, altissima qualità delle materie prime e valorizzazione delle eccellenze del territorio sono da sempre le carte vincenti degli Alciati, le stesse che gli hanno permesso di conseguire l’ambita stella Michelin.

FONTANAFREDDA
Fontanafredda a Serralunga d’Alba (CN) conserva intatte le testimonianze del suo nobile passato – la residenza di caccia, il borgo, le ampie cantine, i vigneti – ma continua ad innovarsi e a sperimentare, perfezionando ciò che la natura e la storia hanno tramandato. Per questo, nelle Langhe, l’azienda continua a proporsi ancora oggi come punto di riferimento imprescindibile: l’espressione di una cultura del vino che nasce dalla terra, dal vigneto, e si affina grazie al lavoro e alla creatività degli uomini.

PASQUALE LAERA
Nato a Putignano (BA) nel 1988, a soli 14 anni Pasquale Laera lavora nel ristorante del suo paese. Frequenta ALMA, la scuola di cucina di Gualtiero Marchesi a Parma dove incontra grandi maestri, ma il suo vero mentore sarà Antonino Cannavacciuolo. A partire dal 2011 diventa sous chef a Villa Crespi, e quando nel 2013 lo chef Cannavacciuolo inizia il sodalizio con il Boscareto Resort & SPA di Serralunga d’Alba in qualità di consulente delle attività ristorative, lo nomina Executive chef del ristorante La Rei.

BATASIOLO
Batasiolo a La Morra (CN) è una cantina che oltre ad avere i propri vigneti nel cuore di una terra conosciuta soprattutto per i suoi grandi vini rossi, le Langhe, produce tutti i vini maggiormente celebrati di questa regione come il Barolo, il Barbaresco, la Barbera d’Alba Sovrana e il Dolcetto d’Alba Bricco di Vergne, ma anche grandi vini bianchi. Tra questi: il Moscato d’Asti Bosc dla Rei, il Langhe Chardonnay Morino e il Gavi del Comune di Gavi, il Batasiolo Metodo Classico millesimato e l’esclusivo Moscato Passito Muscatel Tardì.

ANDREA LAROSSA
Lo Chef Andrea Larossa ha modo di accumulare importanti esperienze professionali in Lombardia, per tornare poi in Piemonte e aprire il suo ristorante in una città piccola ma di respiro internazionale qual è Alba. Cifra distintiva della cucina eclettica, personale, rispettosa delle origini del ristorante Larossa consta nel riuscire a trasformare anche il piatto più semplice in una portata da gran soirée. 

ADRIANO MARCO E VITTORIO
Nel cuore della Langa, nella frazione di San Rocco Seno d’Elvio di Alba (CN), l’azienda agricola Adriano Marco e Vittorio, produce vini specchio del proprio territorio. L’azienda, di famiglia da generazioni, coltiva e vinifica solo uve di sua proprietà. La tradizione vitivinicola di famiglia, risale agli inizi del 1900. Oggi Marco e Vittorio, coltivarono l’amore per la loro terra e i suoi frutti, facendo crescere l’azienda, vinificando e imbottigliando la propria uva.

MASSIMILIANO MUSSO
Massimiliano Musso, pur facendo tesoro della stella Michelin ottenuta dalla Nonna Gemma nel 1997, ha anche un suo percorso personale ricco di prestigiosi incarichi tra i quali i menu al Palazzo dell’ONU a New York con le Stelle del Piemonte, l’adesione alla Federazione Italiana Pasticceria Gelateria e Cioccolateria, la partecipazione al World Summit di Hong Kong. Ora la cucina stellata si può gustare al Ristorante Albergo Ca’ Vittoria di Tigliole d’Asti dove si trovano sapori piemontesi rivisitati in chiave leggera e moderna.

CANTINA MICHELE CHIARLO
Quattro generazioni di produttori di vino in terra di Piemonte, quattro aree produttive (Barolo, Barbaresco, Asti e Gavi) per i quattro vigneti storici tradizionali Piemontesi (Nebbiolo, Barbera, Cortese, Moscato) vinificati in quattro stili diversi. Ma unico è lo spirito che da sempre si rivela in tutte le espressioni Chiarlo, da dentro al calice fino ai grandi eventi nelle location artistiche, dall'attività familiare in azienda ai tour promozionali mondiali, dalla cultura dei libri e del Barolo Caveau al piacere conviviale offerto tutti i giorni nel Resort. La cantina si trova a Calamandrana (AT).

MARC LANTERI
Marc Lanteri inizia il suo percorso professionale a Montecarlo, da Alain Ducasse al Louis XV, poi a Parigi a fianco di Michel Rostang. Trasferitosi in Italia, lavora con Annie Feolde, Enzo Santin, Paolo Teverini.  Nel 1998 si ferma definitivamente in Italia, come executive chef del Ristorante Delle Antiche Contrade di Cuneo. Qui nel 2004 arriva il riconoscimento della stella Michelin. Dal mese di febbraio 2015, Marc Lanteri porta la sua ultra decennale esperienza al Ristorante Al Castello di Grinzane Cavour.

AZIENDA AGRICOLA CORNAREA
Nel cuore del Roero, a Vezza d’Alba (CN) sulle pendici della storica collina Cornarea, così chiamata sin dall'anno 1000, si trova l'Azienda Agricola Cornarea con i suoi vigneti, 15 ettari coltivati ad Arneis e Nebbiolo, in esposizione ottimale. Qui, Piero Bovone e Francesca Rapetti hanno per primi ripiantato a metà degli anni '70 un antico e quasi scomparso vitigno bianco, autoctono del Roero: l'Arneis, recuperandolo dai pochi filari allora ancora esistenti all'interno di vigneti di Nebbiolo.

INFO E COSTI

- VINUMINCANTINA (visita in cantina e aperitivo con lo chef) € 35

- pacchetto VINUMINCANTINA + carnet degustazioni completo € 55 in loco/€ 48 online su

 

Prezzi comprensivi di trasporto andata/ritorno con navetta, visita in cantina, degustazioni vini e aperitivo. Partenza navetta alle ore 16,30 da Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” Piazza Medford, 3, Alba. Rientro ad Alba previsto alle 20,30 circa.
Per l’acquisto di VINUMINCANTINA non è ammesso nè il rimborso per rinuncia nè la partecipazione ad un appuntamento diverso da quello acquistato.

Nei giorni in cui sono previsti due appuntamenti concomitanti, si precisa che se ne può acquistare solo uno.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner