Torta mimosa: ricetta facile del dolce simbolo della Festa della donna

Torta mimosa: ricetta facile del dolce simbolo della Festa della donna (grazie a Sanremo)

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 03/03/2022

Ogni 8 marzo c’è qualcuno che acquista una torta mimosa, considerata il dolce simbolo della Festa della donna. 

Soffice, delicata e semplice, è formata da strati di pan di spagna farciti con crema diplomatica, cioè un mix di panna montata e crema pasticcera, e poi decorata con altri pezzettini di pan di spagna, che ricordano vagamente i fiori di mimosa.

Scopri anche la ricetta della pastiera napoletana

Storia della torta mimosa, diventata famosa a Sanremo

torta-mimosa

Se state pensando a un dolce dalle origini antiche, siete fuori strada: la torta mimosa è stata inventata negli anni’50 a Rieti da Adelmo Renzi, titolare e cuoco di un ristorante nel centro della cittadina laziale.

Il dolce rimase conosciuto a livello locale almeno fino al 1962, quando Renzi si iscrisse a un concorso di pasticceria organizzato nella città di Sanremo: il cuoco scelse di rendere omaggio alla città dei fiori con una torta che richiamasse la mimosa. Il resto è storia, anche se la ricetta originale (o almeno quella uscita vincitrice dal concorso) non è mai stata rivelata.

Crepes: la migliore ricetta veloce

Come fare la torta mimosa

torta-mimosa-facile

Esposta in ogni pasticceria a ridosso della Festa della donna, la torta mimosa può essere preparata anche a casa in modo piuttosto semplice. La ricetta prevede infatti di cuocere il pan di spagna, bagnarlo con un liquore tipo marsala, maraschino o succo di ananas e farcirla con crema diplomatica. La decorazione esterna, che richiama il fiore di mimosa, altro non è che un disco di pan di spagna tagliato a quadratini e spolverato di zucchero a velo.

Torta mimosa

Piatto Dessert
Cucina Italian
Keyword torta

Ingredienti

  • 3 uova intere grandi
  • 3 tuorli
  • 160 g zucchero semolato
  • 70 g farina 00
  • 95 g fecola di patate
  • 1 buccia grattugiata di limone
  • 1 bustina di vaniglia
  • sale

Per la crema diplomatica

  • 450 g latte intero fresco
  • 6 tuorli freschi
  • 150 g zucchero
  • 30 g farina 00
  • 20 g fecola di patate
  • 1 cucchiaio estratto di vaniglia
  • 200 g panna liquida
  • 2 cucchiai zucchero a velo

Per la bagna

  • 2 bicchieri acqua
  • 3 cucchiai zucchero
  • 2 cucchiai liquore (Grand Marnier, rum, Maraschino, Marsala)

Istruzioni

  1. Prepariamo il pan di spagna montando in una planetaria a velocità massima uova, zucchero, la buccia del limone, la vaniglia e un pizzico di sale: il composto deve quadruplicare il volume risultando gonfio e sodo.

  2. Ora aggiungere piano piano farina e fecola mescolate insieme, mescolando lentamente dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto.

  3. Versare l'impasto in una teglia precedentemente imburrata e farinata e cuocere in forno a 180° per 35 minuti.

  4. Una volta pronto (quando si è formata una crosticina dorata in superficie), lasciar raffreddare completamente.

  5. Solo a questo punto tagliarlo in tre dischi usando un coltello lungo, affilato e con la lama sottile.

  6. Ora, dal primo disco raschiare la parte dorata, quindi affettare il resto in tanti piccoli quadratini che serviranno per la decorazione finale.

  7. Sovrapporre gli altri due dischi e tagliare la parte esterna dorata, che andrà tagliata a dadini (sempre per la decorazione finale).

La crema diplomatica

  1. Prepariamo la crema pasticcera montando bene i tuorli con lo zucchero e la vaniglia, in modo da ottenere il classico composto chiaro e spumoso.

  2. Aggiungere ora farina e fecola setacciate e continuare a mescolare con le fruste: il risultato deve essere un composto liscio e senza grumi.

  3. In un pentolino mescolare panna fresca e latte e portare a ebollizione: appena compaiono le prime bolle, togliere il pentolino dal fuoco, unire il composto di uova, zucchero e farina e rimettere sulla fiamma media.

  4. Appena si vedono delle bolle di latte in superficie, spegnere subito il fuoco e continuare a mescolare con la frusta a mano. La crema pasticcera è pronta.

  5. Lasciamola raffreddare e intanto montiamo la panna con lo zucchero a velo: uniamola quindi alla crema pasticcera e avremo ottenuto la crema diplomatica.

Per la bagna

  1. In un pentolino versare acqua, zucchero e liquore.

  2. Scaldare sul fuoco finché lo zucchero è completamente sciolto, poi spegnere e lasciar raffreddare.

Decorare la torta mimosa

  1. Eccoci ai passaggi finali della torta mimosa: sistemiamo su un piatto da portata un disco di pan di spagna e umettiamolo con 3o 4 cucchiai di bagna.

  2. Spalmare ora la crema diplomatica con un cucchiaio o una sac à poche, coprire con l'altro disco di pan di spagna, inumidire con la bagna e poi mettere la crema diplomatica.

  3. Con un coltello o una spatola, spalmare la crema diplomatica anche su tutto il bordo della torta, poi aggiungere i quadratini di pan di spagna partendo dalla superficie.

  4. Spolverare con un po' di zucchero a velo e lasciar riposare in frigo mezz'ora prima di servire.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici